Everton Ladies Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Everton Ladies Football Club
Calcio Football pictogram.svg
Everton FC logo 2014.png
The Toffees, The Blues
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Blu Royal con fascette Bianche.svg Royal Blue
Dati societari
Città Liverpool
Nazione Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato FA WSL 1
Fondazione 1983
Presidente Inghilterra Bill Kenwright
Allenatore Inghilterra Andy Spence
Stadio Halton Stadium
(13 500 posti)
Sito web everton.fawsl.com/index.html
Palmarès
Trofei nazionali
Dati aggiornati al 16 luglio 2017
Si invita a seguire il modello di voce

L'Everton Ladies Football Club, citata anche con la forma contratta Everton LFC o semplicemente Everton, è una Squadra di calcio femminile inglese con sede nella città di Liverpool, capoluogo dell'omonimo distretto metropolitano e della contea metropolitana inglese del Merseyside. A livello societario la squadra, che milita nella FA WSL 1, massima serie nella struttura del campionato inglese di calcio femminile, affianca l'omonima formazione maschile che milita in Premier League.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La squadra è stata ufficialmente fondata nel 1983 come Hoylake Women's Football Club. In seguito la squadra si è fusa con quella dei Dolphins YC per creare la squadra del Leasowe, che aggiunse Pacific nel titolo per ragioni di sponsorizzazione. Nella stagione 1987-88 la squadra si è fatta luce vincendo il campionato di North West League e raggiungendo la finale dell'edizione 1988 della FA Women's Cup, perdendo l'incontro contro il Doncaster Belles per 1-3. L'anno dopo ha nuovamente raggiunto la finale, ma questa volta ha vinto il trofeo, sconfiggendo per 3-2 il Friends of Fulham. Dalla stagione 1991-92 la squadra ha vinto il proprio campionato regionale per cinque volte consecutive. A seguito della riforma del campionato inglese e della sua espansione, nella nuova stagione venne inserita nella Division One North, vincendola, accedendo quindi alla FA Women's Premier League National Division.

Dal 1995 il club assunse la nuova designazione di Everton Ladies, continuando a essere protagonista nei campionati che seguirono. Nel 1997 raggiunse la finale di Premier League Cup, battuta nell'ultimo incontro dal Millwall Lionesses per 1-2. L'anno seguente, tuttavia, l'Everton Ladies riuscì a conquistare il primo posto nella stagione 1997-98 di Premier League, successo che rimarrà il più prestigioso nella storia sportiva della squadra.

Nel 1999 arrivò nuovamente in finale della League Cup ma dovette arrendersi alle avversarie dell'Arsenal Ladies che vinsero l'incontro per 3-1, così come avvenne nel 2005, con la finale persa per 0-1 contro il Charlton Athletic, grazie alla rete siglata al 58' da Eniola Aluko. L'Everton trovò il suo riscatto sportivo nei confronti del Charlton Athletic quando, due stagioni più tardi, lo sorpassò nella classifica di Premier League conquistando il secondo posto che garantì alle Toffees l'accesso per la prima volta alla UEFA Women's Cup, assieme alle campionesse dell'Arsenal. Nel 2008 l'Everton riuscì a conquistare la FA Women's Premier League Cup battendo l'Arsenal, detentore del titolo, nella finale vinta per 1-0 grazie alla rete siglata da Amy Kane al 7'[1].

Laudehr del FCR 2001 Duisburg segna contro l'Everton nell'edizione 2010-2011 della UEFA Women's Champions League.

Al debutto in UEFA Women's Cup per l'edizione 2007-08, le Toffees furono inserite nel Gruppo A1 della prima fase a gironi, minitorneo a quattro squadre che si disputò a Šiauliai e a Pakruojis, in Lituania. L'Everton disputò la sua prima partita contro le lituane del Gintra Universitetas, incontro giocato il 9 agosto 2007 e vinto dalle inglesi per 4-0. In quella fase si classificò al primo posto, davanti al Gintra Universitetas, alle nordirlandesi del Glentoran e alle svizzere del Zuchwil 05, siglando 20 reti e non subendone alcuna. Passata alla fase successiva e inserita nel Gruppo B1 per la seconda fase a gironi, si piazzò nuovamente al primo posto battendo le kazake dell'Alma-KTZh per 4-0, le austriache del Neulengbach con un netto 7-0 e pareggiando con le italiane del Bardolino Verona per 3-3. Conquistato l'accesso ai quarti di finale la sua corsa venne interrotta dalle francesi dell'Olympique Lione che infransero le speranze della partita di andata, conclusasi a reti inviolate, con il 3-2 del ritorno.

Il 10 maggio 2009, all'Everton serviva solamente un pareggio contro l'Arsenal nell'ultima partita del campionato per vincere la sua seconda Premier League, ma la sconfitta per 1-0 la relegò al secondo posto dietro le londinesi. Nonostante il secondo posto l'Everton guadagnò l'accesso alla neo-costituita UEFA Women's Champions League, per la quale l'Inghilterra aveva la possibilità di iscrivere due squadre. In base al nuovo formato della competizione, l'Everton fu sorteggiato nel Gruppo G della fase di qualificazione, assieme alle norvegesi del Team Strømmen, alle estoni del Levadia Tallinn e alle croate dell'Osijek. L'Everton vinse tutte e tre le partite disputate a Osijek, guadagnando l'accesso ai trentaduesimi di finale, dove il sorteggio lo contrappose alle norvegesi del Røa. La vittoria per 2-0 nella gara di ritorno non fu sufficiente per ribaltare il 3-0 subito nella partita di andata, sancendo così l'eliminazione dell'Everton dalla competizione. il 3 maggio 2010 l'Everton sconfisse l'Arsenal per 3–2, vincendo la sua seconda FA Women's Cup, grazie a una rete di Natasha Dowie nel corso dei tempi supplementari[2].

Grazie al secondo posto in campionato conquistato nella stagione precedente, l'Everton partecipò alla Champions League 2010-2011, partendo ancora dalla fase di qualificazione, superata molto agevolmente. Avanzò nella fase ad eliminazione diretta eliminando prima l'MTK Budapest e poi il Brøndby, accedendo ai quarti di finale, dove si fermò sconfitto nel doppio confronto dal FCR 2001 Duisburg.

L'Everton è stato una delle otto squadre fondatrici della FA Women's Super League nel marzo 2011[3]. Nel 2014, dopo aver giocato per 21 stagioni consecutive nei campionati di vertice inglesi, l'Everton concluse la stagione all'ultimo posto e venne retrocessa per la prima volta nella sua storia sportiva in FA WSL 2, secondo livello del campionato inglese[4].

Dopo la retrocessione in FA WSL 2 patita al termine della stagione 2014, l'Everton ha vinto il campionato di FA WSL 2 nell'edizione primaverile 2017 di transizione, guadagnando l'accesso alla FA WSL 1 per la stagione 2017-2018 colmando il vuoto lasciando dal ritiro del Notts County[5].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatrici dell'Everton L.F.C.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1997-1998
1988-89 (come Leasowe Pacific), 2009-2010
2007-2008
2006, 2007, 2008

Risultati nelle competizioni UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Fase Avversario Risultato
andata ritorno aggregato
2007-08 UEFA Women's Cup fase a gironi, primo turno Lituania Gintra Universitetas 4-0
Irlanda del Nord Glentoran 11-0
Svizzera Zuchwil 05 5-0
fase a gironi, secondo turno Kazakistan Alma-KTZh 4-0
Austria Neulengbach 7-0
Italia Bardolino Verona 3-3
quarti di finale Francia Olympique Lione 0-0 2-3 2-3
2009-10 Champions League gironi di qualificazione Croazia Osijek 3-1
Estonia Levadia Tallinn 7-0
Norvegia Team Strømmen 1-0
sedicesimi di finale Norvegia Røa 0-3 2-0 2-3
2010-11 Champions League gironi di qualificazione Fær Øer KÍ Klaksvík 6-0
Macedonia Borec Veles 10-0
Lituania Gintra Universitetas 7-0
sedicesimi di finale Ungheria MTK Budapest 0-0 7-1 7-1
ottavi di finale Danimarca Brøndby 4-1 1-1 5-2
quarti di finale Germania FCR 2001 Duisburg 1-3 1-2 2-5

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2016[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 20 marzo 2016.[6]

N. Ruolo Giocatore
1 Inghilterra P Megan Walsh
2 Inghilterra D Vicky Jones
3 Inghilterra C Danielle Turner
5 Inghilterra D Ellie Stewart
7 Inghilterra A Chantelle Boye-Hlorkah
8 Inghilterra C Michelle Hinnigan (capitano)
11 Inghilterra C Kelly Jones
13 Inghilterra P Kirstie Levell
N. Ruolo Giocatore
20 Inghilterra C Megan Finnigan
21 Inghilterra C Millie Turner
25 Galles A Emily Hollinshead
28 Inghilterra C Lauren Davies
? Inghilterra D Gabrielle George
? Inghilterra C Claudia Walker
? Irlanda del Nord A Simone Magill

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

  • Inghilterra Andy Spence - Allenatore
  • Inghilterra Martin Ho - Assistente Allenatore
  • Inghilterra Jordan Parker - Assistente Allenatore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Toffee ladies make Everton history, su liverpoolecho.co.uk, 29 febbraio 2008. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  2. ^ (EN) Everton upset Arsenal to win FA Women's Cup, su BBC, 3 maggio 2010. URL consultato il 13 aprile 2016.
  3. ^ (EN) Lincoln Ladies FA Women's Super League bid success, su BBC, 22 marzo 2010. URL consultato il 2 aprile 2010.
  4. ^ (EN) Women's Super League: Tears flow as Everton are relegated, su BBC, 28 settembre 2014. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  5. ^ (EN) Everton have been elected to FA Women's Super League 1, su fawsl.com, 9 giugno 2017. URL consultato il 16 luglio 2017.
  6. ^ (EN) Everton Ladies FC Player Squad, su Everton Ladies F.C.. URL consultato il 20 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]