Enrico Mattei - L'uomo che guardava al futuro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enrico Mattei
L'uomo che guardava al futuro
Enrico Mattei - L'uomo che guardava al futuro logo.png
PaeseItalia
Anno2009
Formatominiserie TV
Generebiografico
Puntate2
Durata200 min
Lingua originaleitaliano
Rapporto16:9
Crediti
RegiaGiorgio Capitani
SoggettoMonica Zapelli, Claudio Fava
SceneggiaturaClaudio Fava, Giorgio Mariuzzo, Monica Zapelli, liberamente ispirata alla vita di Enrico Mattei
Interpreti e personaggi
FotografiaGiovanni Galasso
MontaggioAlessandro Lucidi
MusicheAndrea Guerra
ScenografiaAntonello Geleng
CostumiEnrica Biscossi, con la collaborazione di Monica Saracchini
ProduttoreMatilde Bernabei, Luca Bernabei
Produttore esecutivoDaniele Passani
Casa di produzioneRai Fiction
Prima visione
Dal3 maggio 2009
Al4 maggio 2009
Rete televisivaRai Uno

Enrico Mattei - L'uomo che guardava al futuro è una miniserie televisiva italiana andata in onda in prime time su Rai 1 il 3 maggio e il 4 maggio 2009.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film comincia con uno sguardo alle ultime ore di vita dell'ingegnere, fondatore dell'Eni, Enrico Mattei. La mattina del 27 ottobre del 1962, Enrico Mattei, dopo la sua visita a Gagliano Castelferrato dove tiene il suo ultimo discorso, prende un aereo che lo condurrà da Catania a Milano, intanto il giornalista William McHale che intende intervistarlo, sale a bordo con lui, insieme al pilota Irnerio Bertuzzi e all'ingegner Mattei. Inizia così un lungo flashback che riporta Mattei al 1936, a Milano, quando iniziava la sua attività lavorativa, passando poi al momento in cui fa la conoscenza di sua moglie Greta e la sposa, ai difficili momenti in cui tenta di riportare, dopo la Guerra, l'Agip alla vetta, mettendosi contro tutti. Ma ben presto tutti quei sogni finiscono per infrangersi, quando, terminata l'intervista, l'aereo precipita a Bascapè la sera del 27 ottobre del 1962, precipitando in aperta campagna. A ricevere per primo la notizia della scomparsa del suo caro amico sarà Marcello Boldrini che, col semplice sguardo, lo comunicherà inaspettatamente a sua moglie Greta che sperava di rivedere il marito nonostante sapesse i pericoli a cui andava incontro. La morte di Mattei verrà archiviata come puro incidente. Solo 32 anni dopo l'accaduto, nel 1994, la Procura di Pavia riaprirà l'inchiesta e la richiuderà nel 2005 accertando la presenza di esplosivi sui resti dell'aereo e dell'orologio di Mattei e archiviandola quindi con omicidio colposo, tuttora senza colpevoli.

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Puntata Prima TV Italia Rete Spettatori Share
1
3 maggio 2009 Rai Uno 6.205.000 24,37%
2
4 maggio 2009 Rai Uno 6.709.000 26,64%
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione