Edward St Aubyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Edward St Aubyn

Edward St Aubyn (Cornovaglia, 14 gennaio 1960) è uno scrittore e giornalista britannico. È l'autore di sette romanzi, di cui Mother's Milk figura tra i titoli finalisti per il Man Booker Prize 2006, ha vinto il Prix Femina Étranger 2007 e si è aggiudicato il premio South Bank Sky Arts del 2007 nella categoria letteratura. Il suo primo romanzo, Never Mind (1992) gli è valso il premio Betty Trask. On the Edge (1998) è stato uno dei finalisti per il Guardian Fiction Prize.

Educazione[modifica | modifica wikitesto]

Ha frequentato la Westminster School e il Keble College, presso l'Università di Oxford[1].

I Melrose[modifica | modifica wikitesto]

Cinque dei romanzi di St Aubyn, Never Mind, Bad News, Some Hope, Mother's Milk, e At Last compongono il ciclo narrativo de I Melrose. Nel 2013, essi sono stati pubblicati in un unico tomo da Neri Pozza, per la collana Bloom, fatta eccezione per l'ultimo capitolo, uscito separatamente. I romanzi si basano sulla vita dell'autore, cresciuto in una disfunzionale famiglia dell'alta borghesia britannica, il quale ha affrontato la morte di entrambi i genitori, problemi di alcolismo, una dipendenza da eroina, e successivamente la guarigione, il matrimonio e la paternità[2].

Nel 2012, Mother's Milk è stato adattato per il grande schermo. La sceneggiatura è stata scritta da St Aubyn e dal regista Gerald Fox. Vi compaiono Jack Davenport, Adrian Dunbar, Diana Quick, e Margaret Tyzack nel suo ultimo ruolo.

Nel 2018 il ciclo de I Melrose è diventato una serie televisiva britannica di cinque episodi ideata da David Nicholls e avente per protagonista Benedict Cumberbatch[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Profilo dell'autore, su goodreads.com. URL consultato il 23 maggio 2018.
  2. ^ (EN) Ian Parker, Inheritance. How Edward St. Aubyn made literature out of a poisoned legacy, su newyorker.com, 2 giugno 2014. URL consultato il 23 maggio 2018.
  3. ^ (EN) Mick Brown, Edward St Aubyn on the childhood trauma behind Patrick Melrose: 'I thought about committing suicide every day', su telegraph.co.uk, 14 maggio 2018. URL consultato il 23 maggio 2018.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Pentalogia Melrose[modifica | modifica wikitesto]

  • Never Mind (1992)
  • Bad News (1992)
  • Some Hope (1994)
  • La famiglia Melrose (Mother's Milk, 2005), Torino, Einaudi, 2007 traduzione di Maurizio Bartocci ISBN 978-88-06-18913-6.
    • I Melrose (comprendete Never Mind, Bad News, Some Hope, Mother's Milk), Vicenza, Neri Pozza, 2013 traduzione di Luca Briasco ISBN 978-88-545-0658-9.
  • Lieto fine (At Last, 2012), Vicenza, Neri Pozza, 2013 traduzione di Luca Briasco ISBN 978-88-545-0657-2.

Altri romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • On The Edge (1998)
  • Via d'uscita (A Clue to the Exit, 2000), Vicenza, Neri Pozza, 2018 traduzione di Luca Briasco ISBN 978-88-545-1270-2.
  • Senza parole (Lost for Words, 2014), Vicenza, Neri Pozza, 2014 traduzione di Luca Briasco ISBN 978-88-545-0777-7.
  • Dunbar (2017)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85649927 · ISNI (EN0000 0000 7978 5779 · LCCN (ENnr93010722 · GND (DE132692554 · BNF (FRcb12410353r (data)