EE-11 Urutu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
EE-11
EE-11 Urutu.JPG
Descrizione
Equipaggio2+12
Dimensioni e peso
Lunghezza6,15 m
Larghezza2,59 circa m
Altezza2,1 m
Peso13 t
Propulsione e tecnica
Motorediesel HDetroit Diesel 6V-53N a 6 cilindri
Potenza212 hp
Trazione6x6
SospensioniEngesa Boomerang
Prestazioni
Velocità90
Autonomia850
Pendenza max60 %
Armamento e corazzatura
Corazzaturaacciaio saldato, spessore max circa 20mm.
War Wheels.net[1]
voci di carri armati presenti su Wikipedia

Il trasporto truppe blindato EE-11 è un mezzo ampiamente diffuso, prodotto dalla ENGESA brasiliana. Ha configurazione 6x6 e un'ampia varietà di armamenti. Soprattutto ha le componenti meccaniche in comune con la EE-9 Cascavel, altro mezzo di successo. Il nome Urutu deriva da una specie di serpente diffusa in Brasile.

A far tempo dal 1970 la Engesa di San Paolo, già impegnata con successo nella trasformazione di veicoli a trazione parziale 4x2 e 6x4 in mezzi a trazione integrale, iniziò a progettare un mezzo blindato con le stesse elevate caratteristiche di mobilità fuoristrada che era riuscita a dare ai suoi veicoli. Queste caratteristiche vertevano sia nella trazione integrale che nelle eccellenti sospensioni Boomerang, capaci di elevata escursione e quindi di mantenere le ruote aderenti al terreno.

Le esigenze delle forze armate nazionali vennero quindi soddisfatte dal nuovo mezzo che rapidamente entrò in produzione, nel 1974. Ai bisogni nazionali si aggiunsero ben presto gli ordini export.

Lo scafo dell'EE-11 è dotato di meccanica e sospensioni simili, con molti componenti uguali, di quelle della blindo EE-9 Cascavel. La disposizione è invece del tutto diversa per lo spostamento in avanti del motore, che ora è davanti a destra, con il pilota a sinistra e lo scomparto truppa a tergo.

Le pareti del veicolo sono costruite in acciaio balistico, con piastre saldate. La truppa entra da un portello laterale tra il primo e il secondo asse delle ruote, oppure dai 2 portelli posteriori, ora che tale parte dello scafo, differentemente dalla Cascavel, è stata liberata dal gruppo propulsore. Sul tetto dello scomparto truppa esistono 2 coppie di portelli, che aiutano sia a operare dal veicolo che eventualmente a ricambiare meglio l'aria nei climi torridi in cui il mezzo opera normalmente. Sul davanti dei portelli vi è l'armamento, basicamente costituito da una mitragliatrice da 12,7mm in installazione a candeliere o circolare. Ma l'installazione delle armi a bordo è proteiforme, perché sono disponibili combinazioni dei tipi più vari che possano essere portati da un mezzo classe 13t.

Tra questi vi sono una torretta con cannone da 20mm e mitragliatrice coassiale, una mitragliatrice leggera con lanciamissili MILAN e nel tipo più pesante, una torretta con cannone da 90mm simile a quella della Cascavel, ma senza gabbione portadotazioni posteriore e con cannone a corto rinculo.

L'equipaggio, di 2 o 3 persone, è presente assieme alla truppa, che trova nel comparto di questo veicolo, piuttosto alto, un certo comfort. Si tratta di un totale di 8 fanti con sedili singoli e ripiegabili, seduti spalle alle pareti ma con la possibilità di usare le armi di bordo da feritoie di tiro con iposcopi di osservazione ai lati del mezzo. L'accesso è agevole per i portelli laterali e posteriori; l'uso delle feritoie, per via della sistemazione dei sedili, assai meno.

Il tipo di meccanica comprende 3 assali a trazione integrale, con uno spazio rilevante tra il primo e il secondo per le portiere laterali, abbinati ad un motore americano diesel con trasmissione manuale. Esistono 2 idrogetti che permettono il movimento in acqua a 8 km/h.

IL tipo EE-11 Mk 2 è apparso pochi anni dopo per migliorare le prestazioni del mezzo base, con possibilità di scegliere tra il Detroit e un modello Mercedes, assieme ad una trasmissione automatica, mentre è stata introdotta una caratteristica tipica dei mezzi sovietici, un sistema di regolazione degli pneumatici. Facoltativi un sistema NBC, apparati di visione notturna, verricello ecc.

Gli armamenti sono stati perfezionati e adesso, oltre al mezzo base vi sono sistemi specializzati come quello controcarro con missili HOT a lunga gittata, il veicolo contraereo con torretta ESD e 2 cannoni da 20mm, e infine il sistema di supporto di fuoco, l'ASFV, che consiste in uno dei tanti tipi di mezzi della categoria armato con cannone da 90mm in torretta biposto. Vi sono anche mezzi ausiliari, come quello recupero ed ambulanza.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Gli Urutu sono ben presto diventati molto popolari, e hanno trovato, spesso assieme alla Cascavel, molti clienti per questo veicolo tra i pochi prodotti da un Paese del Terzo Mondo. Tra i clienti, l'Iraq e la Tunisia, che ha la versione ASFV come mezzo da combattimento e supporto.

Alla fine, oltre 3000 mezzi in 7 versioni dalla Mk 1 alla Mk VII sono stati prodotti per tutto il Sud America e vari altri stati dell'Africa e Asia. L'Urutu si è dimostrato nella sua semplicità uno dei migliori mezzi della categoria a cavallo degli anni '70 e '80.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ EE-11 Urutu Armored Personnel Carrier, su warwheels.net. URL consultato il 6 aprile 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra