Exército Brasileiro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Exército Brasileiro
Esercito brasiliano
Sigillo dell'esercito brasiliano
Sigillo dell'esercito brasiliano
Descrizione generale
Attiva 1822 -
Nazione Brasile
Servizio Esercito
Dimensione 219.663 soldati (2014)[1][2]
1,800,000 riservisti (2013)
82 velivoli
Quartier Generale di Comando Brasilia, DF
Patrono Duca di Caxias
Motto Braço Forte, Mão Amiga (Braccio Forte, Mano Amica)
Marcia Canção do Exército (Canzone dell'Esercito)
Battaglie/guerre Guerra di Indipendenza (1821-24)
Confederazione dell'Equatore (1824)
Guerra argentino-brasiliana (1825-28)
Rivolta Malê (1835)
Rivolta Cabanagem (1835-40)
Guerra dei Farrapos (1835-45)
Rivolta Sabinada (1837-38)
Rivolta Balaiada (1838-41)
Rivolta Praieira (1848-49)
Guerra platinense (1851-52)
Guerra uruguaiana (1864-65)
Guerra della Triplice Alleanza (1865-70)
Rivolta della Marina (1893-94)
Rivoluzione federalista del Rio Grande (1893-95)
Guerra di Canudos (1896-97)
Rivoluzione Acriana (1899-1903)
Guerra di Contestado (1912-16)
Prima guerra mondiale (1918)
Rivolte dei tenenti (1922-27)
Rivoluzione brasiliana (1930)
Rivoluzione costituzionalista (1932)
Rivolta comunista (1935)
Seconda guerra mondiale (1944-45)
Guerra fredda (1964-85)
Operazione Powerpack (1965-66)
Guerriglia Araguaia (1972-74)
Operazione Traìra (1991)
Missioni di peacekeeping Suez (1956-67)
Mozambico (1992-94)
Angola (1995-97)
Timor Est (1997-99)
Haiti (2004-presente)
Anniversari 25 agosto (Giornata del soldato)
19 aprile (Giornata dell'Esercito brasiliano)
Parte di
Ministero della Difesa
Comandanti
Comandante in capo Presidente Dilma Rousseff
Comandante Generale Eduardo Villas Bôas
Comandanti degni di nota Duca di Caxias
Marchese d'Herval
Floriano Peixoto
Hermes da Fonseca
Eurico Gaspar Dutra
Artur da Costa e Silva

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'Exército Brasileiro è l'arma di terra delle forze armate brasiliane.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la dichiarazione brasiliana di indipendenza dal Portogallo nel 1822, l'Esercito brasiliano fu essenziale per evitare la frammentazione del nuovo Impero. Esso distrusse ogni tendenza separatista dei primi anni, sostenendo l'autorità dell'imperatore Dom Pedro I da un capo all'altro del suo vasto impero.

Verso l'Epoca della Reggenza fu completato dalla Guardia Nazionale, una milizia paramilitare.

Il 1º maggio 1865, il Brasile, l'Uruguay e l'Argentina firmarono la Triplice Alleanza per difendersi dall'aggressione del Paraguay, che era governato dal dittatore Francisco López, che invase lo Stato brasiliano del Mato Grosso, il nord dell'Argentina e si stava dirigendo verso l'Uruguay. Sostenuta dal Regno Unito e con numeri schiaccianti, l'Alleanza sconfisse Lopez.

Dopo la Prima guerra mondiale, in base ad un contratto in cui ufficiali dell'esercito francese venivano in Brasile, l'Esercito brasiliano fu ristrutturato secondo le lezioni apprese dai Francesi nella guerra.

Nel 1942, dopo che i siluri tedeschi avevano affondato molte navi mercantili brasiliane, il Brasile dichiarò guerra alle Potenze dell'Asse. Nel 1944 la FSB (Forza di Spedizione brasiliana) fu mandata in Italia per combattere a fianco della Quinta Armata degli Stati Uniti a Monte Castello. Durante gli otto mesi della campagna, la Forza di Spedizione brasiliana riuscì a catturare 20.573 prigionieri dell'Asse (2 generali, 892 ufficiali e 19.679 di altri gradi) ed ebbe 443 dei suoi uomini uccisi in azione. Ebbe inoltre il supporto della FAB (Força Aérea Brasileira), recentemente creata proprio per combattere in quella guerra.

Nel 1964 il Generale dell'Esercito brasiliano Humberto de Alencar Castelo Branco prese il potere con un colpo di stato, iniziando la dittatura militare in Brasile, che durò fino al 1985.

Reclutamento[modifica | modifica wikitesto]

Fanti cacciatori. I combattenti sono specialisti nel tiro di precisione dell'Esercito, che operano generalmente in doppia capienza e sono responsabili per tendere imboscate e disorganizzare le truppe nemiche.

L'esercito brasiliano ha avuto una consistenza di effettivi registrata di 219.585 uomini attivi nel 2014.[3] In più vi erano circa 1.800.000 soldati di riserva.[4] In linea di principio, la Costituzione brasiliana designa la Polizia Militare brasiliana, forte di 400.000 uomini, come forza di riserva dell'esercito, anche se in pratica rimangono entità separate.

Coscrizione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo l'articolo 143 della Costituzione brasiliana del 1988, il servizio militare è obbligatorio per gli uomini, ma è permessa l'obiezione di coscienza. Donne e uomini di chiesa sono esenti dal servizio militare obbligatorio. L'anno in cui compiono diciotto anni, gli uomini sono tenuti a registrarsi per l'arruolamento ed è previsto che servano al raggiungimento di diciannove anni. Circa il 75 per cento di chi si iscrive riceve rinvii. Un numero crescente di reclute sono volontari, che rappresentano circa un terzo del totale. Coloro che servono generalmente spendono un anno di arruolamento regolare in una guarnigione dell'esercito vicino alla loro casa. Alcuni hanno permessi di servizio di nove mesi, ma sono tenuti a completare le scuole superiori, allo stesso tempo. Questi sono chiamati "Tiros de Guerra" o "scuole di ripresa", che sono per i ragazzi delle scuole superiori nelle città interne di medie dimensioni, gestite dai Sottufficiali Anziani dell'Esercito, dai Primi Sergenti o dai Sottotenenti, e raramente da un tenente. Nelle forze armate brasiliane, i Primi Sergenti possono essere promossi al grado di Ufficiali, come sottotenente, primo tenente e capitano, entrando a far parte degli ufficiali del Corpo Ausiliario. L'esercito è l'unico servizio con un gran numero di soldati di leva; la marina e l'aviazione ne hanno molto pochi.

Il sistema di leva è soprattutto un mezzo per fornire l'addestramento militare di base a un gruppo considerevole di giovani che poi ritornano alla vita civile e sono trattenuti nella riserva fino ai quarantacinque anni. L'esercito riconosce che fornisce un servizio pubblico attraverso l'insegnamento di un gran numero di militari di leva a competenze di base che possono essere preziose per l'economia in generale, quando i giovani tornano alla vita civile.

Responsabile del reclutamento[modifica | modifica wikitesto]

Campo del periodo del corso di addestramento per i sergenti.
Soldati della 3ª Divisione in addestramento nel Brasile meridionale.

Poiché l'unica entrata nel normale corpo degli ufficiali è l'Academia Militar das Agulhas Negras - Accademia Militare degli Aghi Neri (AMAN), i suoi registri forniscono un quadro preciso del corpo ufficiali. Nei decenni successivi alla seconda guerra mondiale, i cadetti provenienti dalle famiglie della classe media sono aumentati, mentre quelli dalla classe superiore e dalle famiglie non qualificate di classe inferiore sono diminuiti. Il numero totale di richiedenti è diminuito anche a causa della diversificazione dello sviluppo economico, che ha dato ai diplomati opzioni più interessanti rispetto ad entrare nelle forze armate. Sempre più spesso, i cadetti dell'AMAN provenivano tra i diplomati delle Scuole Militari supportate dall'Esercito, quali figli del personale militare che partecipavano all'insegnamento gratuito. Molti di questi studenti erano figli di sottufficiali le cui origini non erano proprio della classe media, in modo che esistesse da forma di mobilità intra-istituzionale verso l'alto.

La tendenza degli anni '60 di reclutare da fonti civili diminuì. I test attitudinali mentali, sanitari e fisici esclusero un gran numero di diplomati civili: nel 1977 su 1.145 civili che effettuarono le prove, solo trentaquattro, o 3 per cento, vennero ammessi. Nel 1985 solo 174, o 11 per cento, di 1.555 cadetti della AMAN erano diplomati nelle scuole civili; il resto veniva dal sistema scolastico militare dell'esercito, la Scuola Preparatoria dei Cadetti (Escola preparatoria de Cadetes-EPC), o dalle scuole secondarie delle forze aeree o della marina. Nei primi anni '90, i cadetti AMAN vennero scelti esclusivamente da coloro che avevano completato il CPE. Verso la metà degli anni '90, la popolazione dei cadetti dell'AMAN era di circa 3.000 persone.

Nel XX secolo, il corpo degli ufficiali era composto prevalentemente da uomini del sud-est e del sud del Brasile, dove erano concentrate le unità militari e maggiori opportunità educative. Nel 1901-1902 il Nord-Est contribuì con il 38 per cento degli studenti nella scuola di preparazione dell'esercito a Realengo, mentre nel 1982 fornì solo il 13 per cento per la scuola preparatoria a Campinas. Negli stessi anni, il Sud-Est fornì il 40,4 per cento e il 77 per cento, mentre il Sud diede l'8,6 per cento e il 6,3 per cento. Anche se San Paolo, secondo Alfred Stepan e altri osservatori, non venne notata per l'invio dei suoi giovani uomini nel corpo degli ufficiali, il suo contributo aumentò dal 4,3 per cento di studenti nel 1901-1902 al 33,5 per cento nel 1982. La zona d'origine dei cadetti all'AMAN era abbastanza consistente nel periodo 1964-1985. Di gran lunga il più grande contingente veniva dallo stato e dalla città di Rio de Janeiro.

Anche se i teorici sociali potrebbero essere soddisfatti dalle indicazioni che l'esercito sta usando come veicolo di mobilità sociale, i capi dell'esercito sono preoccupati. Gli ufficiali hanno sottolineato la tendenza verso il reclutamento delle classi inferiori nel Centro di formazione degli Ufficiali della Riserva (Centro de Preparação de Oficiais da Reserva-CPOR) ed i problemi associati a tali ufficiali. In un'intervista del 1986, l'ex ministro dell'esercito, il generale Leônidas Pires Gonçalves, osservò che non voleva ufficiali che avrebbero dato solo cinque o dieci anni all'esercito; voleva individui con una vocazione militare, che sarebbero rimasti per una carriera piena di trenta e più anni. Molti ufficiali hanno espresso la preoccupazione che coloro che cercano di usare l'esercito per migliorare il loro status non sono sufficientemente dedicati all'istituzione. Infatti, alcuni ufficiali cercano il ritiro il prima possibile al fine di ottenere un secondo lavoro (secondo stipendio) per sbarcare il lunario.

Le donne nell'esercito[modifica | modifica wikitesto]

Le donne non parteciparono alle forze armate del Brasile fino agli inizi degli anni '80. L'esercito brasiliano divenne il primo esercito del Sud America ad accettare le donne nei ranghi permanenti e di carriera. Nel 1992, ad esempio, 2.700 donne su 5.000 candidati erano in competizione per 136 posizioni all'interno del Corpo Complementare degli Ufficiali (Quadro Complementar de Oficiais—QCO).

Per iniziare una carriera con l'esercito, le donne devono aver completato un diploma di laurea in settori quali diritto, informatica, economia, o contabilità. Il concorso è di portata nazionale, e nessun candidato può avere più di 36 anni di età. Quelli accettati nel programma di studio alla Scuola di Formazione Complementare dell'Esercito (ex Scuola dell'Amministrazione dell'Esercito) a Salvador, cominciando come primi tenenti (riserva). La Scuola di Formazione Complementare è aperta anche agli uomini. Alla fine del corso di un anno, il laureato è promosso a tenente nei ranghi permanenti.

Organizzazione, formazioni e struttura[modifica | modifica wikitesto]

Brazilian Army - CoOpTer 12,5.png
Ingrandisci
Struttura dell'esercito brasiliano

Alto Comando[modifica | modifica wikitesto]

Quartier generale dell'esercito brasiliano a Brasília.
  • Quartier Generale dell'Esercito (Quartel-General do Exército) – Brasília
    • Comando delle Operazioni Terrestri (Comando de Operações Terrestres) – Brasília
    • Stato Maggiore dell'Esercito (Estado Maior do Exército) – Brasília

Comandi militari[modifica | modifica wikitesto]

L'esercito è strutturato in otto comandi militari. Ciascuno degli otto comandi militari è responsabile per una o più regioni militari.

Regioni Militari (Divisioni)[modifica | modifica wikitesto]

US Navy 100316-N-9116F-001 A Brazilian U.N. peacekeeper walks with Haitian children during a patrol in Cite Soleil.jpg Brazilian soldier in Port-au-Prince 2010-02-26.JPG
Un peacekeeper brasiliano dell'Onu passeggia con i bambini di Haiti durante un pattugliamento a Cité Soleil.
Un soldato peacekeeping dell'esercito brasiliano a Port-au-Prince, Haiti.
Il comandante della forza MONUC, il generale Carlos Alberto dos Santos Cruz, durante una missione di osservazione della Brigata d'intervento delle Nazioni Unite come le FARDC conducono un attacco alle posizioni dei ribelli M23 a Kanyaruchinya vicino a Goma, July 15, 2013.

Il territorio brasiliano è ulteriormente suddiviso in dodici regioni militari. Ogni regione militare ha il dovere di offrire un supporto logistico alle Divisioni dell'Esercito (Divisões de Exercito), che sono quelle il cui ruolo è più operativo e legato al combattimento stesso. Pertanto, le Regioni militari sono solitamente composte da unità responsabili per la fornitura di amministrazione, logistica, trasporti, sanità ed istruzione, così come qualsiasi altra cosa le divisioni dell'esercito richiedono. D'altra parte, le divisioni dell'esercito sono composte da unità operative, di prima linea che effettivamente combattono. Entrambe le divisioni dell'esercito e le regioni militari sono unità delle dimensioni di una Divisione, comandati da Tenenti Generali (Generais de divisão). Queste sono le attuali regioni militari:

Unità principali[modifica | modifica wikitesto]

Brigate:

  • 1 Brigata Paracadutisti, con:
    • 3 Battaglioni Paracadutisti
    • 1 Squadrone di Cavalleria Paracadutista.
  • 1 Brigata Operazioni Speciali, con:
  • 1 Brigata Fanteria Leggera (Assalto Aereo) (truppe aereomobili), con:
    • 3 Battaglioni Fanteria Leggera Aviotrasportata
    • 1 Reggimento Cavalleria Leggera Aviotrasportata (formato battaglione).
  • 1 Brigata Fanteria Leggera, con:
    • 3 Battaglioni Fanteria Leggera
    • 1 Reggimento Cavalleria Meccanizzata (con ruote) (formato battaglione).
  • 1 Brigata Fanteria di Frontiera (Fanteria Palustre), con:
    • 3 Battaglioni Fanteria di Frontiera.
  • 2 Brigate Cavalleria Corazzata, ognuna con:
    • 2 Reggimenti Cavalleria Corazzata (formato battaglione)
    • 2 Battaglioni Fanteria Corazzata
    • 1 Squadrone Cavalleria Meccanizzata (con ruote).
  • 4 Brigate Cavalleria Meccanizzata (con ruote), ognuna con:
    • 3 Reggimenti Cavalleria Meccanizzata (formato battaglione)
    • 1 Reggimento Cavalleria Corazzata (formato battaglione).
  • 6 Brigate della Giungla, ognuna con:
    • 3 – 4 Battaglioni Fanteria della Giungla
    • 1 Squadrone Cavalleria Meccanizzata o della Giungla.
  • 5 Brigate Fanteria Leggera (Motorzzata), ciascuna con:
    • 3 Battaglioni Fanteria Motorizzata
    • 1 Squadrone Cavalleria Meccanizzata.
  • 4 Brigate Fanteria Meccanizzata (con ruote), ognuna con:
    • 3 Battaglioni Fanteria Meccanizzata
    • 1 Squadrone Cavalleria Meccanizzata.
  • 1 Brigata Fanteria di Montagna Leggera (Motorizzata), ognuna con:
    • 3 Battaglioni Fanteria di Montagna
    • 1 Squadrone Cavalleria Motorizzata.
  • 4 Brigate d'Artiglieria Divisionale, ciascuna con:
    • 3 – 5 Battaglioni d'Artiglieria Campale o Missilistica (raggruppamenti, nell'esercito brasiliano).
  • 4 Brigate del Genio Costruzioni, ciascuna con:
    • da 3 a 5 Battaglioni del Genio Costruzioni
    • 1 Squadrone Cavalleria Meccanizzata.
  • 2 Brigate d'Artiglieria di Difesa Aerea, con:
    • 5 Battaglioni Artiglieria Antiaerea
  • 1 Comando (Brigata)Aviazione dell'Esercito, con:
    • 4 Battaglioni Aviazione dell'Esercito (Anticarro, ricognizione, polivalente, trasporto, utility).

Forze Mobili d'Azione Strategica[modifica | modifica wikitesto]

12bdalv.pngBrigata Aviotrasportata[modifica | modifica wikitesto]

CFS Patr Amv.jpg Desfile de 7 de Setembro de 2014 (27).jpg
Addestramento della fanteria aviotrasportata.
Aereomobili delle truppe.

La 12ª Brigata Fanteria Aviotrasportata è una delle principali unità d'elite dell'esercito brasiliano. È acquartierata a Caçapava a São Paulo. La sua zona di operazione copre l'intero paese. È sotto la 2ª Divisione/Comando Militare Sudorientale, acquartierato nel São Paulo.

È organizzata, equipaggiata e addestrata per missioni di reazione rapida in qualsiasi punto del paese. Possono muoversi in aereo utilizzando jet privati e aerei civili, ma il loro principale mezzo di trasporto sono gli elicotteri della Força Aérea Brasileira, del Comando Aviazione dell'Esercito, di solito con sede vicino alle loro caserme. Eseguendo la loro funzione principale, l'assalto in volo, la brigata leggera costituisce uno strumento di portata strategica efficace, sempre disponibile, essendo un'unità integrata della Task Force strategica (Força de Ação Rápida Estratégica) dell'Esercito brasiliano.[5]

Bol avex.pngBrigata Aviazione dell'Esercito[modifica | modifica wikitesto]

Apronto Operacional (14381158471).jpg Brazilian military helicopter underway, 2012.jpg
Elicottero d'assalto armato Panther nell'Esercito brasiliano.
Black Hawk dell'Aviazione dell'Esercito nella regione Amazzone.

Il Comando Aviazione dell'Esercito, conosciuto anche come Brigata Ricardo Kirk, è una brigata dell'esercito brasiliano, che si trova a Taubaté e legata al Comando Operazioni Terrestri e al Comando Militare Sudorientale. Il suo nome storico è un riferimento al capitano Ricardo Kirk, pioniere dell'aviazione militare in Brasile, ucciso in battaglia nella Guerra del Contestado.

Il compito del Comando Aviazione dell'Esercito brasiliano è quello di fornire aereomobilità organica e sostenere le forze di terra, fornendo supporto aereo tattico, supporto aereo ravvicinato e ricognizione.[5]

Brasão 11ª Brigada de Infantaria Leve.jpgBrigata Operazioni Legge e Ordine[modifica | modifica wikitesto]

L' 11ª Brigata di Fanteria è una delle brigate che operano nell'esercito brasiliano. La sua sede si trova a Campinas, São Paulo.

Questa brigata di fanteria è specializzata in operazioni in terreno urbano, in grado di intervenire in caso di grave instabilità o pericolo per l'ordine pubblico. Si è addestrata ad operare sia in caso di tumulti che nella lotta contro la criminalità organizzata e il traffico di droga, quando le forze di polizia locali non sono in grado di farlo da sole. Recentemente ha operato a fianco di altre forze d'élite dell'esercito nella pacificazione delle comunità che in precedenza erano sotto il controllo dei trafficanti di Rio de Janeiro.[5]

BRASÃO DO CIGS.pngBrigate di Guerra nella giungla[modifica | modifica wikitesto]

Brazilian FN FALs.jpg Operação Amazônia 2014 (14963681594).jpg
Soldati del Plotone Speciale di Frontiera dell'Esercito brasiliano, guerra nella giungla.
Fanteria della giungla in formazione difensiva.

Il Centro d'Addestramento Guerra nella giungla – Centro de Instrução de Guerra na Selva (CIGS), conosciuto anche come Centro Colonnello Jorge Teixeira, è un'organizzazione militare con sede a Manaus, destinata a qualificare i leader militari di piccoli gruppi, come i guerrieri della regione selvaggia, combattenti in grado di compiere missioni di natura militare nelle zone più inospitali della foresta pluviale brasiliana.

I corsi sono tenuti in operazioni di scenari della giungla in diverse categorie - Ufficiali anziani, Ufficiali, Sottufficiali anziani, sottufficiali, personale medico e sanitario e piccoli corsi per i militari, forze di polizia e civili. Il suo simbolo è il giaguaro.

Il Centro d'Addestramento Guerra nella giungla (CIGS) è strutturato come Dipartimento d'Istruzione, Dipartimento di Dottrina e della Ricerca, Divisione Studenti, Dipartimento di Medicina Veterinaria, Dipartimento di Amministrazione e Compagnia di Supporto.[6]

Anche se gli ufficiali e i sottufficiali provenienti da tutto il Brasile possono chiedere di seguire corsi del CIGS, la maggior parte dei soldati che sostengono la formazione sono locali, sono nativi della zona, che sono principalmente privati e caporali. Poiché sono adattati alle condizioni di vita all'interno della foresta, sono più che in grado di eseguire una vasta gamma di attività, come la caccia, l'imboscata e il movimento attraverso la foresta con facilità. Molti stranieri e militari brasiliani che hanno subito la formazione al CIGS hanno descritto le abilità impressionanti mostrati da questi soldati durante le operazioni. La loro esperienza e le competenze in termini di sopravvivenza nella giungla certamente aiutano a plasmare le Brigate brasiliane della guerra nella giungla nelle più letali unità del loro genere al mondo.

Le Brigate hanno anche esperienza in combattimento. Impegnate nel proteggere i confini settentrionali del Brasile, le truppe sono costantemente esposte ad attacchi dai guerriglieri dei paesi confinanti, dagli spacciatori e dai delinquenti di ogni genere. L'esercito brasiliano comunemente agisce insieme ad altre organizzazioni delle forze dell'ordine al fine di combattere non solo il traffico di droga, ma anche di animali, di armi, di persone e diverse altre azioni illegali.

Bdainfpqdt.gifBrigata Paracadutisti[modifica | modifica wikitesto]

Paraquedismocpor.jpg Tropas vigiam Alegrete - RS (9919275913).jpg
Paracadutisti brasiliani in addestramento.
Soldati paracadutisti brasiliani.

La Brigata Paracadutisti è una delle principali unità d'élite dell'esercito brasiliano. La sua sede si trova a Vila Militar, nella città di Rio de Janeiro. È subordinata al Comando Militare Orientale, con sede a Rio de Janeiro, in collaborazione con il Comando Operazioni Terrestri, con sede a Brasilia.

La Brigata Paracadutisti è uno delle truppe d'elite dell'esercito brasiliano. È pronta a saltare e ad operare dietro le linee nemiche. È pronta ad agire entro 48 ore in tutto il paese, nella giungla, nella savana, nella palude e sulla montagna, e rimanere senza supporto logistico per un massimo di 72 ore. Dopo il completamento della missione, consegnando il territorio ad un'altra unità convenzionale per mantenere la posizione acquisita, secondo la dottrina di addestramento dell'Esercito brasiliano, di solito un'unità o una brigata di fanteria corazzata saranno responsabili per la sostituzione della Brigata Paracadutisti dopo il trasferimento del territorio ad un'altra unità della Forza Terrestre, la Brigata Paracadutisti viene poi ributtata dietro le linee nemiche, una volta di più per far posto per le truppe alleate.

La Brigata Paracadutisti è una parte fondamentale della Task Force strategica (Força de Ação Rápida Estratégica), essendo in grado di operare velocemente in qualsiasi parte del territorio nazionale, in caso di guerra o di invasione.

A causa della natura mortale e pericolosa delle missioni annuali di questa brigata, i paracadutisti brasiliani hanno una filosofia unica. Per esempio, mentre le truppe di fanteria regolari utilizzano stivali neri e berretti verdi, i paracadutisti usano stivali marroni e berretti rossi. Essi si considerano superiori ai "Pé pretos" (gambe nere), che sono i fanti regolari. Il motto dell'Esercito brasiliano, "Brasil acima de tudo!" (Brasile, sopra ogni altra cosa) è stato originariamente il grido di guerra dei paracadutisti prima che fosse popolare (al giorno d'oggi è un saluto comune tra le forze armate dire questo motto). I paracadutisti sono molto orgogliosi di sé stessi, e si distinguono sempre quando sono tra le altre truppe.[7]

Dist-Bda-Op-Esp.pngBrigata Forze Speciali[modifica | modifica wikitesto]

Shooters Put Rounds Downrange During Three Days of Marksmanship Events at Fuerzas Comando Image 2 of 8.jpg Militares desfilam na cerimônia de posse do general Vilela no Comando de Operações Terrestres (Coter). (7945391348).jpg
Un soldato delle Operazioni Speciali brasiliano spara con il suo fucile a una serie di obiettivi durante l'evento di qualificazione del fucile.
Parata delle truppe speciali a Brasilia.

La Brigata Operazioni Speciali è la forza delle operazioni speciali del Brasile. Anche se amministrativamente assegnata al Comando Militare del Plateau, le operazioni della brigata sono sotto il diretto controllo del Comando Operazioni Terrestri.[8] Le forze speciali vennero inizialmente formate nel 1957 come unità di soccorso paracadutista addestrata, specializzata nella realizzazione di salvataggi nelle giungle profonde lungo il bacino amazzonico. Dopo aver condotto la sua selezione iniziale, un Mobile Team Training (MTT) delle Forze Speciali dell'US Army condusse il primo corso di addestramento dell'unità.[9]

Al giorno d'oggi, è specializzata nella guerra non convenzionale, nell'esecuzione di operazioni psicologiche e nel molestare le unità nemiche più grandi, come le Brigate e le Divisioni. Agendo in piccole cellule e distaccamenti (di solito non più di 20 uomini), le Forze Speciali agiscono in profondità dietro le linee nemiche, e sono in grado di combattere in situazioni estremamente sfavorevoli.

Il loro motto "ogni missione, in qualsiasi luogo, in qualsiasi momento, a ogni modo" dice tutto. Relative truppe di Commandos, formato battaglione, della Brigata Operazioni Speciali hanno un motto analogo, che è "la massima confusione, morte e distruzione nella profonda retroguardia del nemico".

Sono inoltre in grado di eseguire altri tipi di missioni, come la lotta al terrorismo, l'esplorazione strategica, trovare e attaccare obiettivi di alto valore e catturarli, l'estrazione e la loro elusione. A causa del livello estremamente elevato di pericolo di tali missioni, questa unità è composta solo da pochi membri, che devono aver completato il Commandos e Paraquedista (Commandos e paracadutisti). Essi sono altamente specializzati e pronti ad operare in qualsiasi parte del mondo in meno di 45 ore. A causa di questo, essi sono riconosciuti come una delle più prestigiose unità nell'esercito brasiliano.

4bdaimz.pngBrigata Operazioni di Montagna[modifica | modifica wikitesto]

Fanteria leggera di montagna

Si tratta di una brigata di fanteria specializzata dell'esercito brasiliano. La sua sede si trova a Juiz de Fora, Minas Gerais. Il suo bacino di utenza si estende allo stato di Minas Gerais e di Petropolis. È amministrata dalla 1ª Divisione/Comando Militare Orientale, con sede a Rio de Janeiro.

La 4ª brigata di fanteria di montagna è un'unità dell'Esercito brasiliano, specializzata in operazioni di combattimento in montagna, nel migliorare e sviluppare tecniche speciali delle operazioni di montagna e con equipaggiamenti e armi specifiche per questo teatro di operazioni, si è affermata nel corso degli anni come truppa d'elite, e moltiplicando anche le loro tecniche speciali per altre unità militari brasiliane, che frequenteranno i loro corsi e stage, assistendo l'addestramento delle unità membri della Task Force strategica (Força de Ação Rápida Estratégica) dell'Esercito brasiliano.

Durante la Seconda Guerra Mondiale la fanteria brasiliana ebbe il momento culminante nella conquista della città di Montese, situata su un terreno montagnoso e fortemente difeso dai tedeschi come l'ultimo bastione fermante l'avanzata delle truppe alleate verso la Pianura Padana . Il 14 aprile 1945, la massiccia Montese divenne teatro della più ardua e sanguinosa battaglia delle forze armate brasiliane in Italia, secondo le parole del loro comandante della Forza di Spedizione Brasiliana, il maresciallo Mascarenhas de Morais. Avendo elevato lo sforzo principale dell'attacco, anche combattendo in campi minati densi e sotto un pesante fuoco di mitragliatrici tedesche, furono finalmente in grado di conquistare Montese.

3bdaimz.png3ª Brigata di Fanteria Meccanizzata[modifica | modifica wikitesto]

Apronto Operacional (14197893898).jpg Apronto Operacional (14383520374).jpg
Grande 3ª Brigata di Fanteria dell'Esercito brasiliano a Brasilia, 2014.

La 3ª Brigata di Fanteria Meccanizzata, conosciuta anche come Brigata di Proprietà del Visconte di Porto Seguro, è una delle Brigate dell'Esercito brasiliano. La sua sede si trova a Crystal, nello Stato di Goiás. Essa è soggetta al Comando Militare del Planalto, con sede a Brasilia. Le sue organizzazioni militari subordinate si trovano nel Distretto Federale e negli stati di Goiás, Tocantins e Minas Gerais, regione conosciuta come Triangulo Mineiro. Il suo nome storico è un omaggio al Visconte di Porto Seguro, Francisco Adolfo Varnhagem.

La 3ª Brigata è parte della riserva strategica dell'esercito brasiliano, ma dovrebbe essere in grado di essere impiegata in qualsiasi momento ed in qualsiasi parte del Brasile. Essendo una formazione meccanizzata, può essere distribuita abbastanza velocemente da qualsiasi parte a livello nazionale sia per le operazioni convenzionali che per rafforzare la polizia militare per mantenere l'ordine pubblico, e può ancora effettuare tempestivamente qualsiasi azione motorizzata, aeromobile o aviotrasportata.

Battaglioni e Reggimenti specializzati[modifica | modifica wikitesto]

1º Battaglione di Difesa Chimica, Biologica, Radiologica e Nucleare[modifica | modifica wikitesto]

Truppe dell'esercito brasiliano preparate per la guerra biologica.

Il 1º Battaglione di Difesa Chimica, Biologica, Radiologica e Nucleare, cresciuto nel 2012 dalla nuova delimitazione dell'Esercito, la Compagnia di Difesa CBRN, è l'unico del suo genere nel Esercito brasiliano, e i suoi membri sono addestrati per il combattimento nella guerra chimica, biologica e nucleare (come suggerisce il nome), principalmente nel controllo e nella decontaminazione delle armi, dei locali e delle attrezzature militari.

L'origine del battaglione risale al 1953, quando la Compagnia Guerra Chimica, originariamente rientrante nella Scuola dell'Unità di Raggruppamento (RSU), venne istituita presso la sede della Scuola di Pedagogia Speciale (SES)

Il 31 dicembre 1987, la Scuola di Guerra Chimica si spense e, al suo posto, venne creata la Compagnia CBRN, con sede nella città di Rio de Janeiro e subordinata al Consiglio di Specializzazione e di Estensione.

17bfron.jpg17º Battaglione di Frontiera (Operazioni Palustri)[modifica | modifica wikitesto]

Fanteria di Frontiera del Pantanal.

Il 17 BB è un'unità d'elite dell'esercito brasiliano, specializzato in operazioni palustri, che si trova nella città di Corumbá, nello stato del Mato Grosso do Sul.

Le sue principali missioni sono garantire il confine occidentale del Brasile, lo sviluppo e il miglioramento delle dottrine tecnici e operative e il combattimento speciale nello specifico nell'ambiente palustre (presente in molti luoghi del mondo) e moltiplicare le sue operazioni tecniche anche in unità palustri membri della Task Force strategica (Força de Ação Rápida Estratégica) dell'Esercito brasiliano, ma in particolare, di offrire un corso di Operazioni Palustri (Operações no Pantanal) alle operazioni della Brigata Speciale, della Brigata Paracadutisti e della 12ª Brigata di Fanteria Leggera (Aviotrasportata), unità all'interno della Task Force strategica, e anche unità militari provenienti da altre regioni, in particolare il Comando Militare Occidentale, che è responsabile per la protezione del confine occidentale del territorio brasiliano. Oltre a questo, ci sono anche lo scambio di tecniche ed esperienze con i Marines brasiliani, che si applicano anche nel corso delle operazioni nelle zone umide e sono notevolmente specializzati nelle operazioni anfibie.

Simbolo Caatinga.jpg72ª Brigata Fanteria Meccanizzata (Operazioni Caatinga/Savanna)[modifica | modifica wikitesto]

Combattenti della Caatinga.

La 72a MIB è un'unità d'elite dell'esercito brasiliano con sede a Petrolina, essendo l'unica unità dell'Esercito brasiliano ad addestrare i combattenti per l'ambiente operativo della Caatinga e della Savana.

Ha un Centro Istruzioni Operazioni Caatinga, che copre una superficie di circa 28,000 km ².

Le strutture del Centro Istruzioni Operazioni Caatinga sono comprese in una zona che appartiene al Ministero della Difesa, chiamata Campo Istruzione Deposito Carro di Ferro, responsabile dell'addestramento del combattimento dei combattenti Caatinga in questo ambiente. La vegetazione è aggressiva e spinosa, il sole è molto duro per la maggior parte del giorno e l'acqua è scarsa. Le condizioni di questa zona sono molto difficili da sopportare e i soldati che terminano questo corso sono riconosciuti come guerrieri Caatinga dell'esercito brasiliano, come descritto dall'Esercito brasiliano nel suo sito web (in portoghese).[10]

Bgp - 2.pngGuardia Presidenziale[modifica | modifica wikitesto]

Battaglione della Guardia Presidenziale nel corso di una cerimonia delle bandiere in Piazza delle Tre Potenze

Il Battaglione della Guardia Presidenziale è un'unità dell'esercito brasiliano e guardia d'onore del presidente del Brasile. Altre due unità, il 1 ° Reggimento Guardie di Cavalleria e la Batteria Cayenne, sono anche parte del gruppo d'onore della guardia presidenziale, e tutti rapportano al QG dell'Esercito.

Il BGP ha le sue origini nel Battaglione dell'Imperatore, organizzato nel 1823 durante le campagne di pace che seguirono la Dichiarazione d'Indipendenza come unità di guardie della Famiglia Imperiale del Brasile, e come tale porta le sue uniformi dal XIX secolo. Si sciolse nel 1827, venne riformato nel 1933.

1º Reggimento Guardie di Cavalleria "Dragoni dell'Indipendenza".

Il 1º Reggimento Guardie di Cavalleria, conosciuto anche come "Dragões da Independência" (Dragoni dell'Indipendenza), è lo squadrone formato reggimento delle guardie a cavallo dell'Esercito. Il nome venne dato nel 1927 e si riferisce al fatto che un distaccamento di dragoni scortava il Principe Reale del Portogallo, Pedro VI, nel momento in cui dichiarò l'indipendenza del Brasile dal Portogallo, il 7 settembre 1822. I Dragoni dell'Indipendenza indossano uniformi del XIX secolo simili a quelle della precedente Guardia d'Onore Imperiale, che vengono utilizzati come uniforme reggimentale totale dal 1927. La divisa è stata progettata da Debret, in bianco e rosso, con elmi di bronzo piumati. I colori ed il modello sono stati influenzati dai dragoni austriaci del periodo, dato che l'imperatrice consorte brasiliana era anche l'arciduchessa austriaca. Il colore dei pennacchi varia secondo il grado. I Dragoni dell'Indipendenza sono armati di lance e sciabole, queste ultime solo per gli ufficiali e la guardia di colore.

Il reggimento venne fondato nel 1808 dal principe reggente e futuro re del Portogallo, Giovanni VI, con il compito di proteggere la famiglia reale portoghese, che aveva cercato rifugio in Brasile durante le guerre napoleoniche. Tuttavia i dragoni esistevano in Portogallo almeno dal XVIII secolo e, nel 1719, le unità di questo tipo di cavalleria vennero inviate in Brasile, inizialmente per scortare le spedizioni di oro e diamanti e custodire il viceré che risiedeva a Rio de Janeiro (1º Reggimento di Cavalleria - Squadrone Guardie a Cavallo del Viceré). In seguito, vennero inviati anche al sud per servire contro gli spagnoli durante gli scontri di frontiera. Dopo la proclamazione d'indipendenza del Brasile, il titolo del reggimento venne cambiato a quello di Guardia d'Onore Imperiale, con il ruolo di proteggere la famiglia imperiale. La Guardia fu poi sciolta dall'imperatore Pedro II e sarebbe stata ricreata solo più tardi in età repubblicana, questa volta come unità di guardie a cavallo incaricata di difendere e proteggere il Presidente del Brasile e la sua famiglia, il Vice Presidente del Brasile e tutti gli uffici del governo nazionale. Al momento della proclamazione della Repubblica nel 1889, il cavallo #6 della Guardia d'Onore Imperiale venne cavalcato dal funzionario che effettuava la dichiarazione, il sottotenente Eduardo José Barbosa, con il permesso del maresciallo Deodoro da Fonseca. Questo è ricordato da consuetudine in base al quale il cavallo con questo numero è utilizzato solo dal comandante del reggimento moderno, di solito un ufficiale superiore, con il grado di tenente colonnello.

Il reggimento mantiene la sua banda, che serve anche come banda presidenziale ufficiale.

14ciape.pngBattaglioni e Plotoni della Polizia dell'Esercito[modifica | modifica wikitesto]

Plotone antisommossa della polizia dell'esercito.

Il Ramo della Polizia dell'Esercito è composto da unità specializzate della fanteria dell'esercito brasiliano, che sviluppano la missione di polizia militare lungo le sedi di importanti comandi e delle principali unità di guarnigioni della Forza Terrestre.

Come unità operative della Polizia dell'Esercito, ci sono diversi battaglioni, compagnie e plotoni. La Polizia Militare dell'Esercito brasiliano è identificata mediante l'uso di una fascia nera al braccio con le lettere "PE" in bianco (o un bracciale bianco con lettere rosse).

Equipaggiamento[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggiamento principale[modifica | modifica wikitesto]

Equipaggiamento Origine Tipo Versione In servizio[11] Note
Carro armato Leopard Germania Germania Carro armato 1A1 128
Carro armato Leopard Germania Germania Carro armato 1A5 250
M-60 Stati Uniti Stati Uniti Carro armato A3 91
VBTP-MR Guarani Brasile Brasile Autoblindo e Ricognizione molti 2,044
EE-9 Cascavel Brasile Brasile Autoblindo e Ricognizione EE-9 409 45 in corso di potenziamento
EE-11 Urutu Brasile Brasile Trasporto truppe blindato EE-11 723 121 in corso di potenziamento
M-113 Stati Uniti Stati Uniti Trasporto truppe blindato M-113 584 M-113B modernizzato
M-108 Stati Uniti Stati Uniti Artiglieria ad autopropulsione 105 mm 72 modernizzato
M-109 Stati Uniti Stati Uniti Artiglieria ad autopropulsione 155 mm 40
ASTROS II Brasile Brasile Lanciarazzi multiplo 108/180/300 mm 20
M578 Stati Uniti Stati Uniti Veicolo comando blindato 17
M114 Stati Uniti Stati Uniti Obice trainato 155 mm 92
L118 Regno Unito Regno Unito Obice trainato 105 mm 36
OTO Melara Mod. 56 Italia Italia Obice trainato 105 mm 72
M101 Stati Uniti Stati Uniti Obice trainato 105 mm 320
M2 Brasile Brasile Mortaio trainato 120 mm 60
M30 Stati Uniti Stati Uniti Mortaio trainato 107 mm 209
M936 AGR Brasile Brasile Mortaio trainato 81 mm  ?
RO Regno Unito Regno Unito Mortaio trainato 81 mm  ?
M949 AGR Brasile Brasile Mortaio leggero 60 mm  ?
Brandt 60 Francia Francia Mortaio leggero 60 mm  ?
Oerlikon 35mm Svizzera SvizzeraItalia Italia Artiglieria AA trainata 35 mm 38
Bofors 40mm L/70 Svezia Svezia Artiglieria AA trainata 40 mm 24 modernizzato (Radar e guida laser)
Pantsir S1 Russia Russia Artiglieria AA trainata 18
Gepard Germania Germania Artiglieria AA trainata 36
M40 Stati Uniti Stati Uniti Fucile anticarro 106 mm 105
Carl Gustav Svezia Svezia Fucile anticarro 84 mm 127
AT4 Svezia Svezia Lanciarazzi 84 mm  ?
Eryx Francia Francia Missile filoguidato anti carro 20
MSA 3.1 Brasile Brasile Missile filoguidato anti carro molti
MAS 5.1 Brasile Brasile Missile filoguidato anti carro molti
MSS 1.2 Brasile Brasile Missile filoguidato anti carro 66
ALAC Brasile Brasile Missile filoguidato anti carro molti
MILAN Unione europea Unione europea Missile filoguidato anti carro 12
Igla Russia Russia Missile SAM SA-18/SA-24 138/20
Roland Unione europea Unione europea Missile SAM Roland II 4

Armi individuali[modifica | modifica wikitesto]

  • FN M2HB, Mitragliatrice pesante.
  • FN MAG, Mitragliatrice di squadra ideata dalla M971.
  • M964 FAP, Licenza di fabbricarlo sulla base dell'arma automatica di squadra FN FAL.
  • Fucile M964, Licenza di fabbricarlo sulla base del FN FAL.
  • Fucile M964A1, Licenza di fabbricarlo sulla base del FN PARAFAL.
  • IMBEL MD97, Simile esternamente al FN FAL ma con calibro 5.56 × 45 mm NATO.
  • Fucile d'assalto M4, Usato da alcune unità delle Forze speciali.
  • Fucile mitragliatore M972, Licenza di fabbricarlo sulla base del Beretta M12.
  • Pistola M973, Licenza di fabbricarla sulla base della Colt M1911 modificata per il calibro 9 mm Parabellum.
  • Pistola M975, Licenza di fabbricarla sulla base della Beretta 92.
  • Barrett M82A1, Fucile di precisione usato dalle Forze speciali.
  • Heckler & Koch PSG1, Fucile di precisione usato dalle Forze speciali.
  • Fucile di precisione AGCL (calibro 7.62x51), Usato dai cecchini dell'Esercito.
  • Varie pistole e fucili mitraglliatori utilizzati dalle Forze speciali.

Aeromobili in uso[modifica | modifica wikitesto]

L'Esercito possiede 82 elicotteri, dei quali i 16 Helibras HB 350 sono gli unici prodotti in Brasile. Questi elicotteri sono gestiti dall'Aviazione dell'Esercito brasiliano.

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio[12] Note
Eurocopter Cougar Francia Francia Elicottero da trasporto AS 532UE 8
Eurocopter Fennec Francia Francia Elicottero da ricognizione, collegamento e attacco AS 550A-2 20
Eurocopter Panther Francia Francia Elicottero da trasporto e attacco AS 365K 34
Helibras HB 350 Brasile Brasile Elicottero d'attacco e di utilità HB 350-1 16
Sikorsky S-70 Stati Uniti Stati Uniti Elicottero da trasporto S-70A 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Diario Ufficiali della Unione, Governo Federale. URL consultato il 28 ottobre 2014.
  2. ^ Site brasil.gov.br
  3. ^ Decree 8.399, February 4th 2015.
  4. ^ Os pés de barro de um gigante Revista Época. Retrieved on 2009-02-01. (PT)
  5. ^ a b c http://www.eb.mil.br/web/guest%3bjsessionid=126DB3C72C16DB4F9E961D0EDEC17535.lr1
  6. ^ Jungle Warfare Training Center Brazilian Army, accessed on May 8, 2008. (in Portuguese)
  7. ^ http://www.eb.mil.br/
  8. ^ Land Operations Command Brazilian Army, accessed on May 8, 2008. (in Portuguese)
  9. ^ Special Operations Brigade Brazilian Army, accessed on May 8, 2008. (in Portuguese)
  10. ^ http://www.cporr.ensino.eb.br/index.php/atividades/144-estagio-de-adaptacao-a-caatinga
  11. ^ "Armamentos e Munições", Portal do Exército Brasileiro, Centro de Comunicação Social do Exército, 2 maggio 2007.
  12. ^ "World Military Aircraft Inventory", Aerospace Source Book 2007, Aviation Week & Space Technology, 15 gennaio 2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]