Dune II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dune II: Battle for Arrakis
Dune2.jpg
Immagine del gioco
Sviluppo Westwood Studios
Pubblicazione Virgin Interactive
Data di pubblicazione 1992 (DOS)

1993 (Amiga)
1993 (Mega Drive/Genesis)

Genere Strategia in tempo reale
Tema Dune
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma MS-DOS, Amiga, Sega Mega Drive, RISC OS
Periferiche di input tastiera, mouse, joypad
Preceduto da Dune
Seguito da Dune 2000

Dune II: The Building of a Dynasty[1] (noto anche come Dune II: Battle for Arrakis nella versione Europea e quella per Sega Mega Drive) è un videogioco pubblicato da Westwood Studios nel 1992. Sviluppato originariamente per il sistema operativo DOS, negli anni successivi ne venne fatto il porting per Amiga, Sega Mega Drive e RISC OS. Una versione migliorata per Windows e Playstation fu realizzata nel 1998 col titolo di Dune 2000.

Basato sul romanzo di fantascienza Dune di Frank Herbert, Dune II viene considerato il primo esempio di videogioco strategico in tempo reale (RTS) secondo l'accezione corrente del termine[2]. Dal grande successo di Dune 2 iniziò un intero filone di videogiochi, rappresentato da serie di successo come Command & Conquer (anch'essa realizzata da Westwood), Warcraft o Age of Empires, tutti aventi una struttura di base fondamentalmente uguale a quella di Dune 2.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ambientazione è il pianeta Arrakis, ma la trama è solo vagamente ispirata a quella del romanzo. L'imperatore Frederick IV offre il controllo completo di Arrakis, l'unico pianeta in grado di produrre la preziosissima Spezia, a chi prevarrà tra le tre maggiori casate, Casa Atreides, Casa Harkonnen e Casa Ordos (quest'ultima non presente nei romanzi, ma divenuta poi una presenza fissa nei videogiochi di Dune). Non ci sono regole in questa sfida, e le tre case trasportano grandi armate sulla superficie del pianeta per conquistarlo con la forza. Qualunque casa scelga, il giocatore si troverà a combattere alternativamente contro una delle altre due, e infine contro una coalizione delle altre due e dei Sardaukar dell'imperatore stesso. Gli unici personaggi con un nome, comunque diverso da quello del romanzo, sono l'imperatore e i mentat delle tre case, che nel gioco svolgono la funzione di dare istruzioni e consigli al giocatore. I Fremen compaiono come unità speciali degli Atreides.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Fra gli elementi chiave di Dune II che rimasero poi come tratti distintivi del genere RTS, si possono citare:

  • raccolta di risorse (in questo caso di un solo tipo) per finanziare la costruzione di edifici e unità militari;
  • dipendenze fra le costruzioni (albero tecnologico);
  • diverse fazioni ciascuna con edifici e unità proprie;
  • presenza di nebbia di guerra e minimappa;
  • varietà di unità e edifici sempre maggiore man mano che si procede con le missioni, favorendo l'apprendimento del gioco.

La Spezia raccolta consente di finanziare la costruzione di nuovi edifici nella propria base o la creazione di nuove unità militari da utilizzare per affermare la propria supremazia nei confronti delle fazioni rivali. Le basi si possono costruire solo sulle aree di roccia, mentre la sabbia può contenere i giacimenti di Spezia ma anche i vermi delle sabbie, che divorano le unità di qualunque fazione.

A differenza della maggior parte degli RTS moderni, Dune 2 non prevede una modalità di gioco schermaglia: vengono fornite tre campagne per le tre diverse fazioni. Tra una fazione e l'altra cambia la disponibilità di alcune delle unità e edifici base, inoltre negli ultimi livelli ogni fazione disporrà di due tipi di unità riservate.

Esiste una versione in italiano del gioco, ma soltanto del testo scritto, non del parlato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dune II: The Building of a Dynasty for Acorn 32-bit (1995) - MobyGames
  2. ^ (EN) GameSpot Presents: A History of Real-Time Strategy Games

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi