Emperor: Battle for Dune

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Emperor: Battle for Dune
videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows
Data di pubblicazioneMicrosoft Windows:
Mondo/non specificato 12 giugno 2001
GenereStrategia in tempo reale
TemaDune
SviluppoIntelligent Games, Westwood Studios
PubblicazioneEA Games
Modalità di giocoSingolo giocatore, Multiplayer
Periferiche di inputMouse, Tastiera
Motore graficoW3D
Supporto4 CD-ROM, DVD-ROM
Preceduto daDune 2000

Emperor: Battle for Dune è un videogioco di strategia in tempo reale pubblicato dalla Westwood Studios nel 2001. È ambientato nell'universo fantascientifico di Dune creato dallo scrittore Frank Herbert.

È il terzo gioco strategico in tempo reale ambientato nell'universo di Dune, seguito di Dune II e Dune 2000. Mentre Dune II aveva una storia distinta rispetto all'originale videogioco Dune e Dune 2000 è stato un remake di Dune II, Emperor è il seguito del precedente. In particolare, si tratta di un seguito di Dune 2000, poiché prosegue la storia da dove si è interrotta, riprendendone molti personaggi e attori.

Come Dune 2000 e molti altri giochi della Westwood, Emperor ha delle scene filmate con attori reali prodotte con effetti speciali professionali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Emperor è ambientato appena dopo Dune 2000. L'imperatore Corrino è stato assassinato da Lady Elara, sua concubina, e il Landsraad è caduto nel caos.

La Gilda Spaziale propone alle tre Case rimanenti (le stesse dei giochi precedenti: Casa Atreides, Casa Harkonnen e Casa Ordos) una sfida all'ultimo sangue: una guerra per il possesso del pianeta Arrakis. La Casata che vincerà la guerra sarà la nuova guida del Landsraad, e il suo capo diventerà il nuovo Imperatore Padishah, imperatore dell'universo conosciuto.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene il gioco abbia un'interfaccia simile ai giochi precedenti, soprattutto a Dune 2000 e alla serie Command & Conquer (sempre della Westwood), una notevole differenza è rappresentata dall'implementazione di un motore grafico tridimensionale. Sono poi state aggiunte la possibilità di ricevere rinforzi durante la battaglia, una campagna non lineare, e nuove unità per ognuna delle tre Casate con le quali è possibile giocare.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi