Dolci pasquali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In Europa è consuetudine preparare particolari dolci, da consumare con parenti ed amici, nel giorno di Pasqua o nella classica scampagnata di Pasquetta.

In Italia esiste una vasta gamma di preparati casalinghi, artigianali ed industriali con caratteristiche ed ingredienti variabili secondo le diverse cucine regionali.

Torte dolci[modifica | modifica wikitesto]

Pastiera
  • Casadina, dolce tipico della Sardegna realizzato con una sottile sfoglia di pasta racchiuso a mo' di scodellina con i bordi delicatamente frastagliati, ha all'interno un ripieno a base di formaggio (il nome ricorda appunto il nome latino del formaggio) o ricotta e uva passa, così conosciuto nella zona del Logudoro, mentre al centro-sud, nel Campidano è realizzata in forme e ingredienti più o meno simili (sovente con l'aggiunta di zafferano prodotto nel sud dell'isola) col nome di Pàrdula
  • Cassata, tipica della Sicilia
  • Colomba pasquale, prodotto industriale o artigianale
  • Cuzzupa, Anguta o Sguta, dolce tipico della Calabria
  • Focaccia veneta, prodotto industriale o artigianale
  • Pasimata, dolce lucchese tipo pane dolce, consumato tradizionalmente durante la Quaresima e, benedetto in chiesa, nel giorno di Pasqua.
  • Pastiera, tipica della Campania
  • Pie, dolce tipico della Calabria e della tradizione di Mileto fatte da una sorta di pasta frolla a doppio strato contenente all'interno marmellata di uva con noci e aromi naturali
  • Pigna dolce, del Lazio meridionale
  • Pinza triestina, dolce lievitato, di forma rotonda con tre tagli in superficie. Tipico delle province di Gorizia e Trieste
  • Pizza di Pasqua della Tuscia; ne esiste anche una variante di Civitavecchia e zone limitrofe. La pasta lievitata dopo la cottura presenta una pellicola scura e l'interno di color nocciola. Ha un inconfondibile profumo di cannella e i pezzettoni di cioccolato la rendono golosissima. Si può mangiare anche accompagnata da affettati e uova nella classica colazione di Pasqua
  • Scarcella della Puglia o pizz palumm, Cuddura, "cicilio" della Sicilia, sorta di grossa ciambella guarnita con uova sode munite di guscio, parzialmente inglobate nell'impasto e fermate da strisce di pasta frolla decorata, infornate
  • Schiacciata di Pasqua, della Toscana
  • Tortano di Pasqua di Gaeta, dolce tipico della città di Gaeta consistente in una ciambella (tipo plumcake) ricoperta di glassa e zuccherini colorati
  • Zambela romagnola, dolce tipico della Romagna che le azdòre (massaie) andavano a cuocere al forno la Domenica delle Palme

Derivati del cioccolato[modifica | modifica wikitesto]

  • Uovo di cioccolato (fondente o al latte), originario di Torino. Nel 1857 un grande orafo, Fabergé, ne realizzò uno speciale in oro, platino e pietre preziose per regalarlo alla zarina Maria di Russia.[senza fonte]

Derivati del marzapane[modifica | modifica wikitesto]

Altri piatti tipici della Pasqua[modifica | modifica wikitesto]

"Coccoi cun s'ou", dolce di Pasqua con uova sode della Sardegna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ricetta: i papini pasquali di Chioggia, su turismovenezia.it. URL consultato il 18 luglio 2019 (archiviato il 22 maggio 2012).
  2. ^ I papini di Chioggia: storia edescrizione, su cuocaperdiletto.it (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2019).
  3. ^ Torta pasqualina salata, su ricette.giallozafferano.it. URL consultato il 18 luglio 2019 (archiviato il 18 luglio 2019).
  4. ^ Torta pasqualina. storia e descrizione, su soniaperonaci.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina