Dogecoin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Dogecoin ([1] codice: DOGE, simbolo: Ð[2] e D)

è una criptovaluta[3], il cui logo si rifà graficamente al cane Shiba Inu un meme di internet[4][5][6][7]. Nata come scherzo l'8 dicembre 2013, si sviluppò rapidamente una comunità e nel gennaio 2014 raggiunge una capitalizzazione di mercato di 60 milioni di dollari[8]. A giugno 2017 raggiunge una capitalizzazione di 340 milioni di dollari e a gennaio 2018 arriva a superare il miliardo di dollari[9].

Raccolte fondi[modifica | modifica wikitesto]

La fondazione Dogecoin ha sponsorizzato con successo 4 campagne di raccolte fondi:

  • Olimpiadi invernali 2014
  • Doge4Water
  • NASCAR
  • Doge 4 Family House

La prima ha finanziato la squadra di bob giamaicana per portarla alle olimpiadi, la seconda per la costruzione di un bacino di raccolta dell'acqua sul fiume Tana in Kenya, la terza per supportare il pilota di Nascar Josh Wise mentre la quarta è un sforzo di accrescere i fondi per l'associazione Family House in California[10]. L'obiettivo è raggiungere i 1.500.000 di Dogecoin che verranno donati direttamente alla Family House una volta conseguito il risultato[11].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Filmato audio Dogecoin, su YouTube.
  2. ^ README.md (Source code), su Dogecoin Core, 24 giugno 2015. URL consultato il 2 marzo 2016.
  3. ^ A History of Dogecoin. Dogecoin: rapporto di analisi. Social Science Research Network (SSRN). Consultato il 28 dicembre 2017.
  4. ^ Andrew Couts, Wow. Dogecoin is the most Internet thing to happen, ever., Digital Trends, 12 dicembre 2013. URL consultato il 12 dicembre 2013.
  5. ^ Brittany Hillen, Dogecoin digital currency takes on Bitcoin with a bit of meme flair, Slashgear, 10 dicembre 2013. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  6. ^ Dogecoin Order Book, coinedup.com. URL consultato il 19 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2013).
  7. ^ Cryptocoin Market Capitalization, CoinMarketCap. URL consultato il 19 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 13 dicembre 2013).
  8. ^ Stephen Hutcheon, The rise and rise of dogecoin, the internet's hottest cryptocurrency, su Sydney Morning Herald, Fairfax Media. URL consultato il 5 aprile 2014.
  9. ^ Dogecoin: la criptovaluta nata per scherzo vale più di un miliardo di dollari, in LaStampa.it. URL consultato il 28 gennaio 2018.
  10. ^ (EN) What We Do -. URL consultato il 30 luglio 2017.
  11. ^ Doge 4 Family House | A Dogecoin Initiative, su doge4familyhouse.org. URL consultato il 30 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]