eToro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
eToro
Logo
StatoIsraele Israele
Forma societariaAzienda privata
Fondazione2007 a Tel Aviv
Fondata daYoni e Ronen Assia, David Ring
Sede principaleLimassol
SettoreServizi finanziari e Investimenti online
FatturatoUS$605 million[1][2] (2020)
Utile nettoUS$82,9 million [3] (2020)
Dipendenti1200[4]
Sito webwww.etoro.com/

eToro è una società multinazionale di social trading e brokeraggio multi asset[5]. Ha sedi legali a Cipro, Israele, Regno Unito, Stati Uniti e Australia. Nel 2018, la valutazione della società era di 800 milioni di dollari,[6] triplicato a 2,5 miliardi di dollari nel 2020.[7]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

eToro nasce a Tel Aviv nel 2007,[8] inizialmente come RetailFX, dall’iniziativa dei fratelli Yoni e Ronen Assia e di David Ring.[9]
Nel 2010, eToro ha lanciato la piattaforma di investimenti eToro Open Book, che comprende la funzionalità Copy Trading.
Questa piattaforma permette agli investitori di cercare, seguire e copiare in modo automatico i trader di successo.[10] In seguito, nello stesso anno, eToro ha introdotto la sua prima app per Android, per permettere agli utilizzatori di acquistare e vendere azioni via cellulare.[11]

La piattaforma mette a disposizione un conto demo per la simulazione finanziaria con denaro virtuale.

Tra il 2007 e il 2013, la società ha raccolto 31,5 milioni di dollari con quattro campagne di finanziamento.[12][13][14]

Nel dicembre del 2014, eToro ha ottenuto 27 milioni di dollari da investitori in gran parte russi e cinesi.[15]

Tre anni dopo, a Dicembre 2017, eToro e CoinDash hanno stipulato un accordo di partnership per sviluppare un progetto di social trading basato su Blockchain.[16]

Ulteriori 100 milioni di dollari sono stati raccolti nel 2018, attraverso un'azione di finanziamento condotta su privati.[17]

Complessivamente, oltre 222 milioni di dollari sono stati investiti in eToro da società di investimento, come CommerzVentures, Spark Capital, SBI Holdings, la banca cinese Ping An Insurance, la società finanziaria statale russa Sberbank,[18] Korea Investment Partners, BRM Group focalizzato sulla tecnologia, e China Minsheng Financial Holdings.[6][19] Tra gli altri investitori Eli e Nir Barkat, Alona Barkat, Chemi Peres e Pitango VC fund, Digital Currency Group, Softbank, Betsy Z. Cohen, Eddy Shalev e Genesis Partners, Avner Stepak (Meitav Dash Investment House), Bracket Capital.[7][20][21]

Nel 2013 eToro ha aperto le porte agli investimenti in titoli azionari e CFD, con un'offerta iniziale di 110 prodotti azionari.[22] Nello stesso anno, l’apertura della filiale di Londra, autorizzata dalla FCA (Financial Conduct Authority), ha consentito a eToro di offrire i suoi servizi anche nel Regno Unito.[23]

Nel 2014, eToro ha aggiunto, a gennaio, Bitcoin al suo pacchetto di investimenti,[24][25][26] Ad aprile la selezione di titoli azionari della società è stata ampliata con l’inserimento delle 130 aziende tedesche e inglesi che compongono gli indici DAX30 e FTSE100.[27]

Nel 2017 eToro ha lanciato la sua funzione CopyPortfolio, che consente agli investitori di copiare i portafogli di investimento dai trader più performanti.[28] La funzione utilizza parzialmente l'apprendimento automatico.[29]

Alla fine del 2013, il numero dei conti attivi aperti c/o eToro era superiore ai 3 milioni,[30] per arrivare a 8 milioni alla fine del 2017.[31]

Il sito web degli Stati Uniti Business Insider ha pubblicato, nel Marzo 2019, la notizia del superamento, da parte di eToro, dei 10 milioni di utenti.[32]

Nel 2018 eToro lancia un portafoglio digitale di criptovalute per Android e iOS.[33] A maggio 2018, eToro è entrato nel mercato degli Stati Uniti offrendo 10 criptovalute: Bitcoin, Ethereum, Litecoin, XRP, Dash, Bitcoin Cash, Stellar, Ethereum Classic, NEO, EOS.[34]

Nel 2018 eToro ha lanciato Gooddollar, una piattaforma online di ricerca che si propone di ridurre le disuguaglianze economiche fra i ricchi e i poveri del mondo, attraverso una forma di reddito di base universale,[35] resa possibile dall’utilizzo della tecnologia Blockchain. Questa iniziativa è stata annunciata da Yoni Assia al Web Summit di Lisbona con 1 milione di dollari in finanziamenti dalla società.[36][37][38]

Nel mese di dicembre 2018, eToroX, società di cripto valute controllata da eToro, ha ottenuto la licenza di provider DLT (Distributed ledger Technology) dalla Commissione per i Servizi Finanziari di Gibilterra, ed è perciò autorizzata a gestire attività DLT.

Nel marzo 2019 eToro ha acquisito la società danese Firmo, a tecnologia Blockchain, per una somma di denaro non resa pubblica.

A settembre 2019, eToro ha presentato Lira, un nuovo linguaggio di programmazione open source per i contratti finanziari.[39] A novembre 2019, eToro ha acquisito Delta, una società belga di applicazioni di criptaggio del portafoglio.[40]

Nel 2019, eToro ha nominato Alec Baldwin come ambasciatore del marchio negli Stati Uniti, promuovendo i propri prodotti di copyfund e criptovaluta.[41][42]

Nel marzo 2021, eToro ha annunciato il suo piano per diventare una società pubblica attraverso una fusione SPAC da 10,4 miliardi di dollari.[43]

Operazioni[modifica | modifica wikitesto]

I principali uffici di eToro sono a Limassol (Cipro), Londra (Regno Unito) e Tel Aviv (Israele). Uffici regionali si trovano a Sydney (Australia), Hoboken (New Jersey, Stati Uniti), Hong Kong e Pechino in Cina.

eToro è regolato dall'autorità CySEC nell'UE.[44] È autorizzato dalla FCA nel Regno Unito, da FinCEN negli Stati Uniti[23][45] e dall'ASIC in Australia.[46] Quest’ultima, nel 2013, ha obbligato eToro al pagamento di una penale di 50.000 € per alcuni illeciti rilevati nell’organizzazione e nella struttura operativa relativamente all’anno 2010.[47].

La società ha riferito di operare in 140 paesi e di avere 20 milioni di utenti.[43][48]

Attività recenti e sviluppi[modifica | modifica wikitesto]

Ad agosto 2018, eToro ha annunciato un accordo di sponsorizzazione con sette squadre della Premier League del Regno Unito, tra cui Tottenham Hotspur, Brighton & Hove Albion, Cardiff City, Crystal Palace, Leicester City, Newcastle e Southampton. La collaborazione con la Premier League è continuata per il 2019-2020 con l'Aston Villa e l'Everton che si sono unite al Southampton, Tottenham Hotspur, Crystal Palace e Leicester City.[49]

Nel 2019 ha siglato accordi di sponsorizzazione con il team americano KTM della MotoGP, l'Ultimate Fighting Championship,[50] il tennista francese Gaël Monfils[51] e la squadra di calcio tedesca Eintracht Frankfurt.[52] Nel 2020 ha lanciato dodici nuovi accordi di sponsorizzazione con club sportivi britannici, tedeschi, francesi e danesi, tra cui West Bromwich Albion, Burnley, FC Augsburg, 1. FC Köln, Hamburger SV (2. Bundesliga), Union Berlin, VfL Wolfsburg, AS Monaco e Midtjylland.[53] Nell'ottobre 2020, Rugby Australia ha annunciato che eToro sarebbe stato un Presenting Partner per la serie di rugby Tri Nations 2020,[54] estendendo nel 2021 come partner principale per tre anni.[51] Nel 2021 ha avviato anche una partnership con il team DS Techeetah di Formula E.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The eToro IPO: what you need to know, su City Index.
  2. ^ Next generation social investment platform, su eToro.
  3. ^ Investor Update, su eToro.
  4. ^ Israel's tech industry suffers from a chronic employee shortage, report warns, su Calcalist.
  5. ^ Arjun Karpal, Start-ups take on hedge funds with ‘social trading’, su cnbc.com. URL consultato il 28 giugno 2019.
  6. ^ a b (EN) Reuters Staff, Israeli social trading firm eToro raises $100 million in private funding, in Reuters, 23 marzo 2018. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  7. ^ a b Sophie Shulman, Is eToro really worth more than $10 billion?, su CTECH - www.calcalistech.com, 17 marzo 2021. URL consultato il 17 agosto 2021.
  8. ^ Dotan Levy, Social Trading Company eToro Expands Offices, su CTECH - www.calcalistech.com, 28 ottobre 2019. URL consultato il 12 agosto 2020.
  9. ^ Donnie Rust, eToro. Seriously? Is It That Easy?, su littlegatepublishing.com. URL consultato il 28 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2014).
  10. ^ Michael Greenberg, eToro launches its own Forex Social Community, su financemagnates.com. URL consultato il 29 giugno 2019.
  11. ^ Michael Greenberg, eToro’s OpenBook goes mobile, su financemagnates.com. URL consultato il 29 giugno 2019.
  12. ^ eToro, Crunch Base, su crunchbase.com. URL consultato il 30 giugno 2019.
  13. ^ Michael Arrington, eToro Adds $2.4 Million To The Coffers: "Zynga For Real Men", su techcrunch.com. URL consultato il 30 giugno 2019.
  14. ^ Ingrid Lunden, Social Investment Network eToro Is Picking Up Another $15 Million From Spark, Others, su techcrunch.com. URL consultato il 30 giugno 2019.
  15. ^ Oscar Williams-Grut, Silicon Round-Up: eToro plans UK push after snagging $27m from Russians and Chinese, su standard.co.uk. URL consultato il 3 luglio 2019.
  16. ^ eToro Partners CoinDash to Develop Blockchain-Based Social Trading, su financemagnates.com. URL consultato il 3 luglio 2019.
  17. ^ eToro raises $100 million from investors, su thecashdiaries.com, TheCashDiaries. URL consultato il 3 luglio 2019.
  18. ^ (EN) eToro Confirms $27 Million Funding Round with Ping An Ventures and SBT Venture Capital, su Finance Magnates, 10 dicembre 2014. URL consultato il 17 agosto 2021.
  19. ^ (EN) Israeli social trading platfrom eToro raises $100 million, su Tech.eu. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  20. ^ Meir Orbach, eToro joins Israeli unicorn club by tripling valuation in two years to reach $2.5 billion, su CTECH - www.calcalistech.com, 8 dicembre 2020. URL consultato il 17 agosto 2021.
  21. ^ (EN) eToro IPO via SPAC Deal | eToro IPO Date and How to Trade eToro Stock, su www.cityindex.co.uk. URL consultato il 17 agosto 2021.
  22. ^ Breaking: eToro Enters the US Market by Offering Cryptocurrency Trading, su Finance Magnates. URL consultato il 3 luglio 2019-04.
  23. ^ a b 583263 - eToro (UK) Ltd - FCA, su fsa.gov.uk, FCA. URL consultato il 10 luglio 2019.
  24. ^ Premier League Football Clubs Sign Advertising Deal With eToro, su 55brokers.com, 11 aprile 2019. URL consultato il 7 luglio 2019.
  25. ^ eToro launches Bitcoin trade - Tech City News | Tech City News, su web.archive.org, 29 giugno 2017. URL consultato il 12 ottobre 2020 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2017).
  26. ^ (EN) Fiona Reddan, Looking to boost your income? eToro is looking for Irish freelance fund managers, su The Irish Times. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  27. ^ Ron Finberg, eToro Adds Stocks on its Social Trading Network as Operations Evolve, su financemagnates.com, Finance Magnates. URL consultato il 10 luglio 2019.
  28. ^ (DE) eToro legt CopyFund für Kryptowährungen auf - Fondsnews, su boerse.de. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  29. ^ (DE) Wirecard kommt nicht zur Ruhe, su finanzen.net. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  30. ^ CySEC Reaches Settlement With eToro at €50,000 for Undisclosed Violations, su financemagnates.com. URL consultato il 13 luglio 2019.
  31. ^ FXTM and eToro Added to Québec Blacklist by Local Watchdo, su financemagnates.com. URL consultato il 15 luglio 2019.
  32. ^ Eleni Digalaki, eToro has launched in the US, su businessinsider.com. URL consultato il 21 luglio 2019.
  33. ^ eToro rolls out its cryptocurrency wallet for Android and iOS, su thenextweb.com. URL consultato il 14 luglio 2019.
  34. ^ Victor Golovtchenko, Breaking: eToro Enters the US Market by Offering Cryptocurrency Trading, su financemagnates.com. URL consultato il 14 luglio 2019.
  35. ^ Julie Muhn, eToro launches Gooddollar to reduce income inequality, su finovate.com. URL consultato il 26 luglio 2019.
  36. ^ David Assia, eToro USA LLC: Profile & Biography - Bloomberg, su bloomberg.com, Bloomberg News. URL consultato il 13 luglio 2019.
  37. ^ (EN) Universal Basic Income cryptocurrency launched by eToro, su Verdict, 8 novembre 2018. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  38. ^ (EN) New Software Brings Multiple Blockchains Into One Network, Will Target Crypto Investing, su CCN - Capital & Celeb News, 19 novembre 2016. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  39. ^ (EN) eToro Aims to Put Derivatives on the Blockchain With Lira Programming Language. URL consultato il 12 agosto 2020.
  40. ^ (EN) Investment platform eToro acquires crypto portfolio tracker app Delta, su TechCrunch. URL consultato il 12 agosto 2020.
  41. ^ eToro Review, su forexbrokerlisting.com, 18 aprile 2020. URL consultato il 23 novembre 2020.
  42. ^ Alec Baldwin Hired by eToro, but Baldwins are Not New to Crypto, su cryptonews.com, 30 ottobre 2019. URL consultato il 23 novembre 2020.
  43. ^ a b (EN) Victor Chatenay, Trading app eToro goes public via $10.4 billion SPAC deal, su Business Insider. URL consultato il 17 agosto 2021.
  44. ^ Etoro (Europe) Limited - CySEC, su cysec.gov.cy, CySEC. URL consultato il 13 luglio 2015.
  45. ^ (EN) U.S. Crypto Trading Platforms Are About to Get More Competition, in Bloomberg.com, 15 maggio 2018. URL consultato il 12 ottobre 2020.
  46. ^ (EN) Regulation and License, su eToro. URL consultato il 12 ottobre 2020 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2021).
  47. ^ Vidhi Doshi, eToro launches Bitcoin trade, su TechCityNew.finanzen.net. URL consultato il 15 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2017).
  48. ^ (EN) Darren Parkin of Coin Rivet, Facebook announces launch of Libra cryptocurrency to take on bitcoin, su Express.co.uk, 18 giugno 2019. URL consultato il 17 agosto 2021.
  49. ^ (EN) Ian Parker, James Maddison can emerge as a gamechanger for England – Matt Le Tissier, su uk.sports.yahoo.com, 8 ottobre 2019. URL consultato il 2 novembre 2019.
  50. ^ (EN) eToro Signs Six-Month Sponsorship Deal with UFC, su Finance Magnates, 4 ottobre 2019. URL consultato il 10 settembre 2021.
  51. ^ a b (EN) Rugby Australia inks three-year deal with eToro, su SportsPro, 7 maggio 2021. URL consultato il 10 settembre 2021.
  52. ^ (EN) eToro Confirms Sponsorship of MotoGP Team American Racing KTM, su Finance Magnates, 31 maggio 2019. URL consultato il 10 settembre 2021.
  53. ^ (EN) eToro Becomes AS Monaco Esports’ Sleeve Sponsor, su Finance Magnates, 24 agosto 2020. URL consultato il 10 settembre 2021.
  54. ^ (EN) Rugby Australia announce eToro as Presenting Partner for 2020 Tri Nations, su www.rugby.com.au. URL consultato il 31 ottobre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]