eToro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
eToro
Logo
StatoIsraele Israele
Forma societariaAzienda privata
Fondazione2006 a Tel Aviv
Fondata daYoni e Ronen Assia, David Ring
Sede principaleLimassol
SettoreServizi finanziari e Investimenti online
Dipendenti150-499
Sito webwww.etoro.com/

eToro è una società multinazionale di social trading e brokeraggio multi asset[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

eToro nasce a Tel Aviv nel 2006, inizialmente come RetailFX, dall’iniziativa dei fratelli Yoni e Ronen Assia e di David Ring.[2]
Nel 2010, eToro ha lanciato la piattaforma di investimenti eToro Open Book, che comprende la funzionalità Copy Trading.
Questa piattaforma permette agli investitori di cercare, seguire e copiare in modo automatico i trader di successo.[3] In seguito, nello stesso anno, eToro ha introdotto la sua prima app per Android, per permettere agli utilizzatori di acquistare e vendere azioni via cellulare.[4]

Tra il 2007 e il 2013, la società ha raccolto 31,5 milioni di dollari con quattro campagne di finanziamento.[5][6][7]

Nel dicembre del 2014, eToro ha ottenuto 27 milioni di dollari da investitori in gran parte russi e cinesi.[8]

Tre anni dopo, a Dicembre 2017, eToro e CoinDash hanno stipulato un accordo di partnership per sviluppare un progetto di social trading basato su Blockchain.[9]

Ulteriori 100 milioni di dollari sono stati raccolti nel 2018, attraverso un'azione di finanziamento condotta su privati.[10]

Nel 2013 eToro ha aperto le porte agli investimenti in titoli azionari tramite contratti CFD, con un'offerta iniziale di 110 prodotti azionari.[11] Nello stesso anno, l’apertura della filiale di Londra, autorizzata dalla FCA (Financial Conduct Authority), ha consentito a eToro di offrire i suoi servizi anche nel Regno Unito.[12]

Nel 2014, eToro ha aggiunto, a gennaio, CFD Bitcoin al suo pacchetto di investimenti,[13] e in aprile la selezione di titoli azionari della società è stata ampliata con l’inserimento delle 130 aziende tedesche e inglesi che compongono gli indici DAX30 e FTSE100.[14]

eToro è membro registrato presso l’ente di vigilanza finanziaria NFA (National Futures Association) negli Stati Uniti,[15] e ha ottenuto l’accreditazione finanziaria da FCA nel Regno Unito,[12] e in Europa da CySEC.[16] Quest’ultima, nel 2013, ha obbligato eToro al pagamento di una penale di 50.000 € per alcuni illeciti rilevati nell’organizzazione e nella struttura operativa relativamente all’anno 2010.[17].

Nel 2018 eToro lancia un portafoglio digitale di criptovalute per Android e iOS,[18] a supporto di Bitcoin, Ethereum, Litecoin, XRP, Dash, Bitcoin Cash, Stellar, Ethereum Classic, NEO, EOS.[19]

Alla fine del 2103, il numero dei conti attivi aperti c/o eToro era superiore ai 3 milioni,[20] per arrivare a 8 milioni alla fine del 2017.[21]

Il sito web degli Stati Uniti Business Insider ha pubblicato, nel Marzo 2019, la notizia del superamento, da parte di eToro, dei 10 milioni di utenti.[22]

Nel 2018 eToro ha lanciato Gooddollar, una piattaforma online di ricerca che si propone di ridurre le disuguaglianze economiche fra i ricchi e i poveri del mondo, attraverso una forma di reddito di base universale,[23] resa possibile dall’utilizzo della tecnologia Blockchain. Questa iniziativa è stata annunciata da Yoni Assia al Web Summit di Lisbona.[24]

Nel mese di dicembre 2018, eToroX, società di cripto valute controllata da eToro, ha ottenuto la licenza di provider DLT (Distributed ledger Technology) dalla Commissione per i Servizi Finanziari di Gibilterra, ed è perciò autorizzata a gestire attività DLT.

Nel marzo 2019 eToro ha acquisito la società danese Firmo, a tecnologia Blockchain, per una somma di denaro non resa pubblica.

Secondo quanto riportato - ai sensi di legge - nel sito di eToro, il 75% dei clienti retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore[25].

Uffici[modifica | modifica wikitesto]

I principali uffici di eToro sono a Limassol (Cipro), Londra (Regno Unito) e Tel Aviv (Israele). Uffici regionali si trovano a Sydney (Australia), Hoboken (New Jersey, USA), Hong Kong e Pechino in Cina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Arjun Karpal, Start-ups take on hedge funds with ‘social trading’, su cnbc.com. URL consultato il 28 giugno 2019.
  2. ^ Donnie Rust, eToro. Seriously? Is It That Easy?, su littlegatepublishing.com. URL consultato il 28 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2014).
  3. ^ Michael Greenberg, eToro launches its own Forex Social Community, su financemagnates.com. URL consultato il 29 giugno 2019.
  4. ^ Michael Greenberg, eToro’s OpenBook goes mobile, su financemagnates.com. URL consultato il 29 giugno 2019.
  5. ^ eToro, Crunch Base, su crunchbase.com. URL consultato il 30 giugno 2019.
  6. ^ Michael Arrington, eToro Adds $2.4 Million To The Coffers: "Zynga For Real Men", su techcrunch.com. URL consultato il 30 giugno 2019.
  7. ^ Ingrid Lunden, Social Investment Network eToro Is Picking Up Another $15 Million From Spark, Others, su techcrunch.com. URL consultato il 30 giugno 2019.
  8. ^ Oscar Williams-Grut, Silicon Round-Up: eToro plans UK push after snagging $27m from Russians and Chinese, su standard.co.uk. URL consultato il 3 luglio 2019.
  9. ^ eToro Partners CoinDash to Develop Blockchain-Based Social Trading, su financemagnates.com. URL consultato il 3 luglio 2019.
  10. ^ eToro raises $100 million from investors, TheCashDiaries. URL consultato il 3 luglio 2019.
  11. ^ Breaking: eToro Enters the US Market by Offering Cryptocurrency Trading, su Finance Magnates. URL consultato il 3 Luglio 2019-04.
  12. ^ a b 583263 - eToro (UK) Ltd - FCA, FCA. URL consultato il 10 luglio 2019.
  13. ^ Premier League Football Clubs Sign Advertising Deal With eToro, su 55brokers.com, 11 aprile 2019. URL consultato il 7 luglio 2019.
  14. ^ Ron Finberg, eToro Adds Stocks on its Social Trading Network as Operations Evolve, Finance Magnates. URL consultato il 10 luglio 2019.
  15. ^ ETORO USA LLC - NFA, NFA. URL consultato il 13 luglio 2019.
  16. ^ Etoro (Europe) Limited - CySEC, CySEC. URL consultato il 13 Luglio2015.
  17. ^ eToro launches Bitcoin trade, su techcitynews.com. URL consultato il 15 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2017).
  18. ^ eToro rolls out its cryptocurrency wallet for Android and iOS, su thenextweb.com. URL consultato il 14Luglio 2019.
  19. ^ Victor Golovtchenko, Breaking: eToro Enters the US Market by Offering Cryptocurrency Trading, su financemagnates.com. URL consultato il 14 luglio 2019.
  20. ^ CySEC Reaches Settlement With eToro at €50,000 for Undisclosed Violations, su financemagnates.com. URL consultato il 13 luglio 2019.
  21. ^ FXTM and eToro Added to Québec Blacklist by Local Watchdo, su financemagnates.com. URL consultato il 15 luglio 2019.
  22. ^ Eleni Digalaki, eToro has launched in the US, su businessinsider.com. URL consultato il 21 luglio 2019.
  23. ^ Julie Muhn, eToro launches Gooddollar to reduce income inequality, su finovate.com. URL consultato il 26Luglio 2019.
  24. ^ David Assia, eToro USA LLC: Profile & Biography - Bloomberg, Bloomberg News. URL consultato il 13 luglio 2019.
  25. ^ Disclaimer dal sito eToro, su etoro.com. URL consultato il 29 luglio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]