Finanza decentralizzata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La finanza decentralizzata (comunemente denominata anche Decentralized Finance - DeFi) è una forma sperimentale di sistema finanziario che non si basa su intermediari finanziari centrali come broker, exchange o banche e utilizza invece smart contract sulla blockchain[1].

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Le piattaforme DeFi consentono alle persone di prestare o prendere in prestito fondi da altri, speculare sui movimenti dei prezzi su varie attività utilizzando derivati, scambiare criptovaluta, assicurarsi contro i rischi e guadagnare interessi in un conto di risparmio. Alcune applicazioni DeFi, soggette ad alto rischio, promuovono tassi di interesse elevati. A partire da ottobre 2020[2], oltre $ 11 miliardi sono stati depositati in vari protocolli di finanza decentralizzata, che rappresenta una crescita più che decuplicata nel corso del 2020.

Attualmente l'economia DeFi vale circa 195 miliardi di dollari. A tal proposito Nasdaq ha deciso di creare un indice (DEFX) per tenere traccia dei maggiori prodotti DeFi. In questo momento esistono circa 200 progetti DeFi ed il 55% sfrutta la rete Ethereum[3].

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia