Cardano (criptovaluta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cardano
software
Logo
GenereMoneta elettronica (non in lista)
SviluppatoreCharles Hoskinson (creatore)
Data prima versione29 settembre 2017
Ultima versione1.4 (19/12/2018)
Sistema operativoMicrosoft Windows
macOS
Linux
LinguaggioHaskell
LicenzaLicenza MIT
(licenza libera)
LinguaInglese, Giapponese
Sito webwww.cardano.org/ e boltposts.com/leading-countries-that-buy-cardano/

Cardano è un progetto open source legato alle criptovalute che punta alla realizzazione di una piattaforma blockchain pubblica per la gestione degli smart contract. La criptovaluta utilizzata da Cardano è ADA[1][2].

Daedalus è il portafoglio elettronico utile a conservare le monete in ambito desktop, Yoroi è quello sviluppato per l'ambito mobile[3].

Il progetto è guidato da IOHK e il suo CEO Charles Hoskinson, ex cofondatore di BitShares e Ethereum, insieme ad altre due entità legali (Cardano Foundation ed Emurgo).

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Cardano ha concluso la sua ICO il 1 gennaio 2017, raccogliendo 62 milioni di dollari. Ci sono un totale di 45 miliardi di token, con quasi il 60% reso disponibile durante la vendita dei token.

Tre grandi organizzazioni supervisionano lo sviluppo del progetto e del suo ecosistema: Input Output Hong Kong (IOHK), Emurgo e la Fondazione Cardano. Ciascuna ha il suo obiettivo specifico nell’agenda generale di Cardano, e sono 3 entità separate ognuna delle quali ha la propria leadership.

IOHK è una società di scienza e ingegneria che ha un contratto per lavorare su Cardano fino al 2020. Il suo scopo principale è quello di affrontare il lato accademico e di ricerca, come lo studio dell’algoritmo di consenso. A IOHK è stata data la responsabilità di progettare Cardano.

La Cardano Foundation, un’entità senza scopo di lucro, si concentra sulla promozione dell’adozione di Cardano, supervisionando lo sviluppo e la crescita dell’ecosistema. Modella anche gli standard legislativi e commerciali e garantisce la responsabilità degli stakeholder[4].

Emurgo, un’incubator con sede in Giappone, è un’impresa a scopo di lucro che sta promuovendo l’adozione di Cardano e del suo ecosistema attraverso iniziative commerciali.

Come criptovaluta di terza generazione, Cardano sta costruendo uno smart contract e una rete blockchain di uso generale che è scalabile e interoperabile con alte prestazioni. La rete è stata costruita con il linguaggio di programmazione Haskell che offre diversi vantaggi, come la modularità, la composability e l’idoneità per le applicazioni di produzione.

Cardano può essere visto come un potenziale aggiornamento degli smart contracts e delle reti di calcolo decentralizzate che abbiamo oggi.

La blockchain che gestisce gli ADA è composta da due strati[5]:

  • Cardano Settlement Layer (CSL): gestisce la parte economica e delle monete contenuti nei wallet
  • Cardano Computation Layer (CCL): in futuro gestirà gli smartcontract e regolerà le identità digitali.

La blockchain utilizza il meccanismo Ouroboros[6] basandosi sul meccanismo Proof-of-stake che, rispetto a quello utilizzato dalla maggior parte delle altre criptovalute (Proof-of-Work), non richiede un consumo di energia così alto[7]. Una caratteristica speciale del protocollo Ouroboros - risultato delle ricerche scientifiche - è che è stato approvato (peer-reviewed) come Proof-of-stake sicuro[8] alla 37ª edizione di EuroCrypt, che si svolge annualmente ed è organizzata dall'Associazione Internazionale per la Ricerca Crittologica.[9][10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cardano (ADA): cos’è? I motivi del successo della criptovaluta, in Money.it, 8 gennaio 2018. URL consultato il 17 marzo 2018.
  2. ^ (EN) The booming cryptocurrency disrupted by science, 30 gennaio 2018. URL consultato il 17 marzo 2018.
  3. ^ Creare Wallet Cardano, su www.monetacrypto.it. URL consultato il 17 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2018).
  4. ^ Cardano (ADA): Cos'è e Come Funziona, su cashlessway.com.
  5. ^ Cardano [ADA] Criptovaluta: cos’è e come funziona, su Criptovalute24. URL consultato il 27 dicembre 2018.
  6. ^ Aggelos Kiayias∗, Alexander Russell† Bernardo David‡ Roman Oliynykov§, Ouroboros: A Provably Secure Proof-of-Stake Blockchain Protocol (PDF).
  7. ^ Differenze tra PoW e PoS, in Tom's Hardware. URL consultato il 17 marzo 2018.
  8. ^ Cardano, la criptovaluta creata dagli scienziati, in aulab.it. URL consultato il 17 marzo 2018.
  9. ^ Bernardo David, Peter Gaži e Aggelos Kiayias, Ouroboros Praos: An adaptively-secure, semi-synchronous proof-of-stake protocol, n. 573, 2017. URL consultato il 27 dicembre 2018.
  10. ^ (EN) Blockchain Takes the Stage at Flagship Cryptography Conference in Israel, in NASDAQ.com, 2 maggio 2018. URL consultato il 27 dicembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]