CryptoNote

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

CryptoNote è un protocollo Internet di livello applicativo che potenzia la valute digitali orientate alla privacy decentralizzata. Concettualmente è un'evoluzione delle idee sottostanti a Bitcoin[1][2]. Si discosta da Bitcoin nel fatto che la catena di blocchi (Blockchain) in cui vengono memorizzate le transazioni è quasi anonima.

Le valute basate su Cryptonote usano una "contabilità pubblica" distribuita che registra tutti i bilanciamenti e le transazioni della propria valuta, ma non possono essere seguita come in una catena di Blockchain per sapere chi ha inviato o ricevuto denaro.

Il conto approssimato della transazione è conosciuto ma non l'origine, la destinazione e il conto attuale. Le uniche persone che hanno accesso a tutte le informazioni sono solo chi invia e chi riceve il denaro per quella transazione e la persona che possiede una o entrambe le chiavi segrete.

Si discosta da Bitcoin per avere integrato un algoritmo proof-of-work basato su hash. Cryptonote usa la funzione di hash legata alla memoria "Cryptonight", a differenza di Bitcoin che ne usa una basata su CPU (SHA256).[3]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

La tecnologia di CryptoNote fu descritta la prima volta in un whitepaper CryptoNote v 1.0. Una versione aggiornata fu pubblicata successivamente: CryptoNote v 2.0[6]. The CryptoNote fu prima sviluppata in Java fe poi riscritta in C++ nel 2013[4].

Valute basate su CryptoNote[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Godwin, CryptoNote, su en.bitcoin.it. Bitcoin.it
  2. ^ Infographics: Bytecoin and Bitcoin, su bytecoiner.org (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2014).
  3. ^ Bitcoin mining hardware comparison, bitcoin.it.
  4. ^ Programming Languages Comparison: Cryptocurrency Perspective, su codeproject.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]