Distillazione molecolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La distillazione molecolare è una tecnica di distillazione sottovuoto condotta al di sotto della pressione di 0.01 torr. 0.01 torr è di un ordine di grandezza al di sotto del limite superiore dell'alto vuoto, dove i fluidi sono in regime molecolare libero, cioè dove il cammino libero medio delle molecole è paragonabile alle dimensioni del apparecchiature.[1] La fase gassosa non esercita una pressione significativa sulla sostanza da evaporare, e di conseguenza, la velocità di evaporazione non dipende dalla pressione. Vale a dire, poiché le ipotesi del continuum della dinamica dei fluidi non si applicano più, il trasporto di massa è regolato dalla dinamica molecolare piuttosto che dalla dinamica dei fluidi. Pertanto per tale distillazione è necessario un breve percorso tra la superficie calda e la superficie fredda, tipicamente sospendendo una piastra calda sulla quale scorre una pellicola di liquido da distillare, posta accanto a una piastra fredda (con funzione di condensatore) con un breve spazio in mezzo. La distillazione molecolare viene utilizzata industrialmente per la purificazione di oli.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Juraj Lutišan e Ján Cvengroš, Mean free path of molecules on molecular distillation, in The Chemical Engineering Journal and the Biochemical Engineering Journal, vol. 56, nº 2, 1° gennaio 1995, pp. 39–50, DOI:10.1016/0923-0467(94)02857-7. URL consultato il 28 marzo 2016.
  2. ^ Shurong Wang, Yueling Gu e Qian Liu, Separation of bio-oil by molecular distillation, in Fuel Processing Technology, vol. 90, nº 5, 1° maggio 2009, pp. 738–745, DOI:10.1016/j.fuproc.2009.02.005. URL consultato il 28 marzo 2016.
  3. ^ P. F. Martins, V. M. Ito e C. B. Batistella, Free fatty acid separation from vegetable oil deodorizer distillate using molecular distillation process, in Separation and Purification Technology, vol. 48, nº 1, 1° febbraio 2006, pp. 78–84, DOI:10.1016/j.seppur.2005.07.028. URL consultato il 28 marzo 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]