Ebullioscopio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ebullioscopio di Vidal

L'ebullioscopio o ebulliometro è uno strumento di misura del punto di ebollizione di una soluzione, e per la determinazione di pesi molecolari mediante ebullioscopia.

Il primo ebullioscopio fu inventato nel 1838 da Brossard-Vidal, e fu usato per la misura del grado alcolico. Il vantaggio di questo metodo è dato dalla scarsa influenza sul punto di ebollizione di altri componenti, come ad esempio il sughero. Infatti i vecchi alcolimetri basavano le loro misurazioni sulla densità, che è più sensibile alla presenza di altri soluti.

Una versione successiva fu costruita dal chimico francese François-Marie Raoult, ma la difficoltà di determinazione dell'esatta temperatura fu superata dall'invenzione del termometro di Beckmann nel 1887 da parte di Ernst Otto Beckmann. Un altro tipo di ebullioscopio è stato inventato da Malligand.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia