Guanto di gomma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guanto protettivo in lattice

Il guanto di gomma è un guanto, generalmente fatto di gomma o lattice, ma facilmente reperibile anche in vinile o nitrile (materiali ipoallergenici) il cui scopo consiste nel proteggere la mani da agenti di vario tipo, principalmente dannosi per la pelle, oppure per proteggere i materiali manipolati, p.es. cibi, da possibili contaminazioni.

I guanti in gomma si dividono in due tipi principali:

  • monouso, cioè "usa e getta", di ridotto spessore, corti sopra il polso, calzano stretti
  • multiuso, per ripetuti e vari utilizzi, di maggior spessore e robustezza, di lunghezza variabile ma sempre sufficiente a coprire una parte dell'avambraccio, calzano con maggior agio vista la necessità di essere infilati e sfilati più volte

Essi vengono usati in diversi luoghi, dalle comuni abitazioni private ai luoghi di lavoro, dagli ospedali ai laboratori.

I primi possono essere dotati internamente di polvere di amido, o no. Esternamente sono lisci. I secondi possono avere varie finiture interne: felpata, satinata ecc. Esternamente presentano una zigrinatura per facilitare la presa.

I guanti chirurgici hanno lo spessore ridotto dei primi e la lunghezza maggiore dei secondi, oltre ad essere sterili per evitare infezioni ai pazienti.

Nel caso di uso domestico vengono impiegati per lo più nelle versioni multiuso, ad esempio, per lavare i piatti e per pulire; nei laboratori son adottati per lo più in versione monouso per lavorare con sostanze dannose che mettono in pericolo l'incolumità della pelle di chi le maneggia; negli ospedali e ambulatori medici e veterinari per eseguire interventi chirurgici, visite specialistiche, eccetera., sulle ambulanze per proteggere da sangue e altri umori i soccorritori

Questo tipo di guanto viene anche utilizzato in altri campi professionali, come per esempio in archeologia per maneggiare delicati reperti, in farmacia per produrre medicinali o in gastronomia per la preparazione di pasta, dolci e altri alimenti nel pieno rispetto delle norme igieniche.

Fermi restando i limiti di utilizzo descritti in apposite tabelle riguardo alle sostanze chimiche con cui possono essere proficuamente utilizzati, i guanti in gomma presentano poche controindicazioni; la più nota e percepita, soprattutto con i monouso, più aderenti, è la non traspirabilità, il conseguente sudore e i cattivi odori sul derma,

Nel caso di guanti multiuso il problema è facilmente risolvibile con frequenti lavaggi e asciugatura al rovescio. In aggiunta è consigliabile indossare al di sotto appositi guanti in filo di cotone sottile (analoghi alla fodera interna dei guanti sintetici "accoppiati con tessile"), da asportare e far asciugare naturalmente all'aria alla fine del lavoro, il che rend epossibile lavari ad intervalli maggiori di quelli che sarebbero richiesti al guanto in gomma esterno quando usato a contatto diretto della pelle.

I guanti in gomma soffrono il contatto con oli e grassi, che provoca degradazione, nei quali casi sono preferibili quelli in vinile.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]