Cammino libero medio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il cammino libero medio, indicato con la lettera greca λ, rappresenta la distanza media percorsa da una particella fra due urti successivi.[1]

Questo parametro è descritto dalla formula generale , dove vm è la velocità media e Z la frequenza collisionale. L'interpretazione rigorosa è pertinenza della meccanica statistica.

La grandezza fisica cammino libero medio è un parametro di fondamentale importanza in ambiti quali la meccanica e dinamica dei fluidi, la cinetica chimica e l'elettronica (λ dell'elettrone).

Cammino libero medio nella teoria cinetica dei gas[modifica | modifica wikitesto]

Considerando il modello di un gas con comportamento ideale, costituito da un unico insieme di particelle omogenee con distribuzione maxwelliana delle velocità, l'equazione precedente viene esplicitata nella forma:

dove kB è la costante di Boltzmann, T la temperatura assoluta, σ il diametro di collisione (uguale al doppio del raggio della particella, assunta come avente forma sferica) e P la pressione del gas.

Il cammino libero medio è noto anche nella forma:

dove è il numero di Avogadro, e è la costante universale dei gas, correlata alla costante di Boltzmann, dalla seguente equivalenza: .

Se indichiamo con n il numero di particelle per unità di volume, l'equazione si può riscrivere così:[1]

Per miscele di più gas è possibile calcolare il cammino libero medio di ogni singola molecola (atomo o ione) utilizzando opportunamente l'equazione generale di λ. L'equazione è anche applicabile al modello di liquido ideale.

Cammino libero medio in fisica delle particelle[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lunghezza di attenuazione e Cammino libero medio anaelastico.

Nella fisica delle particelle, il concetto di cammino libero medio non è comunemente usato. Al suo posto è invece adottato il concetto di lunghezza di attenuazione (indicato anch'esso con la lettera , dato che si equivalgono).

Un altro concetto usato è quello del cammino libero medio anaelastico (abbreviato in IMFP, dall'inglese inelastic mean free path), che è un indice di quanto un elettrone può viaggiare dentro un solido prima di perdere la sua energia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]