Denise Capezza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Denise Capezza

Denise Capezza (Napoli, 7 novembre 1989) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si avvicina alla recitazione dopo aver praticato danza classica moderna e contemporanea fino a 20 anni, poi abbandonata in seguito a un infortunio.[1] Dopo aver frequentato il Teatro Elicantropo di Napoli e aver studiato alla scuola aperta da Beatrice Bracco a Roma, inizia quindi a prendere parte alle prime produzioni teatrali.[1][2]

Nel 2011, dopo aver preso parte a una campagna pubblicitaria della Qatar Foundation[3] e a un episodio dell'ottava stagione di Don Matteo, entra nel cast principale della serie televisiva turca Uçurum, trasmessa l'anno seguente.[4] In Turchia è in seguito protagonista di altri progetti sia televisivi che cinematografici, tra i quali la miniserie Düşler ve Umutlar[5][6] e i film Hep Yek e Darbe.[7][8]

Dal 2016 veste i panni di Marinella nella serie televisiva italiana Gomorra.[1] Nel 2017 prende parte nel cortometraggio pubblicitario di Paolo Sorrentino Killer in Red per Campari.[9]

Nel 2018 interpreta Chiara, protagonista di uno dei tre episodi del film commedia San Valentino Stories con sceneggiatura di Alessandro Siani.[10] Nel 2019 interpreta il personaggio di Natalia nella seconda stagione della serie televisiva italiana Baby, diretta da Andrea De Sica e Letizia Lamartire, prodotta da Fabula Pictures, distribuita da Netflix. [11] Nel 2020 è tra i protagonisti di Cobra non è, opera prima del regista Mauro Russo, uscita il 30 aprile su Amazon Prime Video.[12]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Benzina, regia di E. Di Pietro. Napoli. (2016)

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

  • Che Dio mi benedicaLuchè (2016), regia di J. Dama[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Paolo De Luca, Denise Capezza, dalla TV turca a Gomorra la serie, in Repubblica Napoli, 7 giugno 2016. URL consultato il 24 marzo 2017.
  2. ^ Claudia Gagliardi, Salvatore Esposito e le regine di Gomorra (video): Scianel, Marinella e il ricordo di Donna Imma, in Optimagazine, 1º giugno 2016. URL consultato il 24 marzo 2017.
  3. ^ Denise Capezza da «Gomorra» al Festival del Cinema di Roma, in Il Mattino, 15 ottobre 2016. URL consultato il 24 marzo 2016.
  4. ^ (TR) Uçurum Oyuncuları, in ATV.com. URL consultato il 24 marzo 2017.
  5. ^ (TR) Düşler ve Umutlar, in dizifilm.com, 10 marzo 2014. URL consultato il 24 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2017).
  6. ^ (TR) Anibal Güleroğlu, Dizicilere, Düşler ve Umutlar dersi, in medyafaresi, 26 aprile 2014. URL consultato il 24 marzo 2017.
  7. ^ (TR) Hep Yek, in SinemaTürk. URL consultato il 24 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 6 dicembre 2015).
  8. ^ (TR) Tolga Gürsoy, Darbe Filmi Yakında Sinemalarda!, in Sinemajor, 20 luglio 2015. URL consultato il 24 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2017).
  9. ^ Clive Owen e Paolo Sorrentino portano al cinema la ri(e)voluzione di Campari Red Diaries 2017, in Il Fatto Quotidiano, 24 gennaio 2017. URL consultato il 24 marzo 2017.
  10. ^ Da “Gomorra” a “San Valentino Stories”: l’attrice Denise Capezza si racconta, in napolitoday, 23 dicembre 2017. URL consultato il 27 agosto 2018.
  11. ^ “Baby”: trama, trailer, cast, personaggi e immagini della seconda stagione, su sorrisi.com. URL consultato il 22 ottobre 2019.
  12. ^ IMDB scheda film, su imdb.com.
  13. ^ Daniele Urciuolo, Il giovane cinema italiano sbarca a Roma con "Radice di 9″, in formiche.net, 17 ottobre 2016. URL consultato il 24 marzo 2017.
  14. ^ “Che Dio mi benedica” fuori il video di Luchè… e oggi esce “Malammore”, in hano.it-Rap news, 15 luglio 2016. URL consultato il 6 novembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]