Michele Rosiello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Michele Rosiello (Napoli, 18 febbraio 1989) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato e cresciuto a Napoli con la passione per il cinema, nel 2014 consegue la Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale presso l’Università Federico II . Inizia a studiare recitazione a Napoli, poi nel 2011 viene selezionato da Elio Germano e Valerio Mastandrea per prendere parte al corso di recitazione della Scuola d'arte cinematografica Gian Maria Volonté di Roma[1]. Diplomatosi come attore nel 2013, viene scelto da Ettore Scola per interpretare il ruolo di Agenore Incrocci, sceneggiatore della coppia storica Age & Scarpelli, nell'ultimo film del regista Che strano chiamarsi Federico, presentato alla 70esima Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia[2]. Nel 2015 veste i panni di Mario Cantapane nella seconda stagione della serie TV Sky Italia Gomorra [3]. Dal 2017 interpreta per due stagioni il commissario Alessandro Ferras, uno dei protagonisti de L'isola di Pietro, miniserie TV ambientata nell'Isola di San Pietro, trasmessa su Canale 5 e prodotta da Lux Vide, per la regia di Umberto Carteni [4]. Nel 2019 è nel cast de La Compagnia del Cigno, serie TV creata e diretta da Ivan Cotroneo e trasmessa su Rai 1[5]. Nel Luglio 2020 sono iniziate le riprese della seconda stagione[6].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista Napoli Today, su napolitoday.it. URL consultato il 18 novembre 2020.
  2. ^ Che strano chiamarsi Federico - Scola racconta Fellini - MYmovies, su mymovies.it. URL consultato il 18 novembre 2020.
  3. ^ IMDB Gomorra Season 2, su imdb.com. URL consultato il 18 novembre 2020.
  4. ^ Intervista la Repubblica, su napoli.repubblica.it. URL consultato il 18 novembre 2020.
  5. ^ Indigo Film – Cast artistico, su indigofilm.it. URL consultato il 18 novembre 2020.
  6. ^ ansa.it - Inizio riprese, su ansa.it. URL consultato il 18 novembre 2020.
  7. ^ cinemaitaliano.info. URL consultato il 18 novembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]