Delonte West

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Delonte West
Delonte West Celtics.jpg
West in azione con la maglia dei Boston Celtics
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 82 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Guardia
Ritirato 2015
Carriera
Giovanili
Eleanor Roosevelt High School
2001-2004St. Joseph's Hawks
Squadre di club
2004-2007Boston Celtics179 (1.856)
2007-2008Seattle S.Sonics35 (239)
2008-2010Cleveland Cavaliers150 (1.547)
2010-2011Boston Celtics24 (135)
2011-2012Dallas Mavericks44 (421)
2013Texas Legends8 (82)
2013-2014Fujian Xunxing31 (718)
2014Shanghai Sharks4 (50)
2015Guaros de Lara
2015Texas Legends4 (59)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Delonte Maurice West (Washington, 26 luglio 1983) è un ex cestista statunitense.

Alto 191 cm per 82 kg, giocava come guardia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

West giocò nella Saint Joseph's University fino al 2004. Scelto come 24º al Draft NBA, iniziò la sua carriera nella National Basketball Association con la maglia dei Boston Celtics. Durante la sua prima stagione, subì alcuni infortuni che non gli permisero di trovare spazio nel quintetto titolare.

Nella stagione 2005-06, Doc Rivers lo promosse titolare. Durante quella stagione, fece parte della squadra sophomore all'NBA All-Star Weekend. Dopo un tentativo di farlo giocare come guardia tiratrice, West tornò nella sua posizione naturale di play nel 2006-07.

Il 28 giugno 2007 venne ceduto dai Celtics per approdare ai SuperSonics, insieme a Jeff Green e Wally Szczerbiak, in cambio di Ray Allen e Glen Davis.

Il 21 febbraio 2008 venne trasferito ai Cleveland Cavaliers insieme al suo compagno di squadra Wally Szczerbiak, in cambio di Donyell Marshall, Ira Newble e il cestista dei Chicago Bulls Adrian Griffin. Nei play-off del 2008, quando i Cavaliers incontrarono i Washington Wizards, in gara-4 mise a segno la tripla decisiva a 5 secondi dal termine, concludendo la partita con 21 punti a referto. La partita finì con il punteggio di 100 a 97 a favore dei Cavaliers, permettendogli di portarsi sul 3-1 nella serie che poi avrebbero vinto per 4-2.

Nell'estate 2010 tornò Boston Celtics come sesto uomo, non trovando spazio nel quintetto titolare. Dopo una breve parentesi ai Dallas Mavericks, West si ritirò dalla NBA nel 2012.[1]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 ha avuto un eccesso di rabbia contro un arbitro in un'amichevole durante il training camp. In seguito a quest'episodio, lasciò la squadra per iniziare le cure per la sindrome bipolare di cui era sofferente[2][3].

Nel settembre 2009 venne arrestato per possesso illegale di armi da fuoco. Inizialmente, fu fermato per guida pericolosa in moto, ma in seguito la polizia gli trovò addosso due pistole e un fucile, nascosto nella custodia di una chitarra[4].

Nel gennaio 2020 è divenuta pubblica la sua condizione di disturbo mentale, con la quale combatte da anni[1][5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Le botte, le manette, il vagabondaggio e la malattia. Il dramma di Delonte West: "Aiutiamolo", in La Gazzetta dello Sport, 21 gennaio 2020. URL consultato il 21 gennaio 2020.
  2. ^ (EN) Bill Livingston, For a troubled Delonte West, Cavaliers must mix compassion with discipline, cleveland.com, 23 settembre 2009. URL consultato il 2 maggio 2011.
  3. ^ di Born in the post, Delonte West: Breaking Bad, su Gioco Pulito, 13 agosto 2016. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  4. ^ (EN) Brian Windhorst, Cleveland Cavaliers guard Delonte West arrested on weapons charges, cleveland.com, 18 settembre 2009. URL consultato l'11 maggio 2011.
  5. ^ di Born in the post, Delonte West: Breaking Bad, su Gioco Pulito, 13 agosto 2016. URL consultato il 6 febbraio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]