Davide Umiliata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Davide Umiliata (Torino, 30 settembre 1974) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1998 e il 2000 studia teatro con la compagnia Anna Bolens di Torino e presso l'Accademia dei Filodrammatici di Milano. Intensifica lo studio sul lavoro dell'attore con Roberto Cajafa e Roberto Brivio. Protagonista di diversi spot pubblicitari, lavora come artista di strada e clown, per poi dedicarsi alla prosa e al cabaret. Numerosi i ruoli da protagonista ricoperti negli anni, nelle opere di William Shakespeare, Niccolò Machiavelli, Luigi Pirandello, Georges Feydeau. Lo ricordiamo nell'episodio La storiella della sit-com Camera Café e su Happy Channel diretto da Beppe Recchia.

Dal 2007 collabora con il Teatro alla Scala di Milano in qualità di mimo, diretto tra gli altri da Pier Luigi Pizzi e Robert Carsen. Il 2010 lo vede impegnato sul set di diverse serie televisive, come Distretto di polizia e Un passo dal cielo diretto da Enrico Oldoini con Terence Hill. Sempre nello stesso anno sul set di Centovetrine soap opera italiana prodotta dal 2001.

Le collaborazioni con i Teatri Lirici si consolidano e prende parte a diverse opere prime con il Teatro Regio di Torino e il Rossini Opera Festival di Pesaro. In Tournèe presso il Teatro Bol'šoj di Mosca e il Tokyo Bunka Kaikan in Giappone collaborando con importanti registi del panorama Internazionale, tra gli altri Mario Martone, il Regista Torinese Davide Livermoore, Federico Tiezzi e dividendo il palcoscenico con Mariella Devia, Plácido Domingo, Lambert Wilson, Juan Diego Flórez, Anna Jur'evna Netrebko.

Per il cinema, oltre alle collaborazioni con la Radiotelevisione svizzera e Lo Zoo di 105 nei panni di Claudio Mazzoli affiancato da Chiara Francini, prende parte alla produzione de Il sogno del Califfo ricoprendo il ruolo del Colonnello Vincent Yves Boutin diretto da Souheil Ben Barka con Rodolfo Sancho, Carolina Crescentini, Marisa Paredes e con la partecipazione di Giancarlo Giannini.

Il 2020 lo vede protagonista dello spot istituzionale di apertura della 77ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, prodotto dalla Direzione Creativa Rai e partecipa alla diretta TV della Prima del Teatro alla Scala “…a rivedere le stelle”, un viaggio in un secolo di musica e di cultura italiana ed europea per dare un segnale ai tanti teatri chiusi in tutto il mondo a causa della Pandemia di COVID-19.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Depravazione da sonno, regia di Gabriele Toresani (2012)

Teatrografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]