Daryl Dixon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daryl Dixon
Daryl Dixon.png
Universo The Walking Dead
Lingua orig. Inglese
Autore
1ª app. in Bentornato papà (serie TV)
Interpretato da Norman Reedus
Voce italiana Francesco Pezzulli
Sesso Maschio
Professione Cacciatore (serie TV)
Parenti

Daryl Dixon è un personaggio della serie televisiva The Walking Dead, interpretato da Norman Reedus.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Daryl Dixon è un cacciatore ed un esperto segugio dal carattere scontroso. Ha avuto un'infanzia complicata, segnata da un padre spesso e volentieri ubriaco. È stato cresciuto dal fratello, duro nei suoi confronti, anche se spesso era assente perché finiva in riformatorio. Si è unito, insieme a suo fratello maggiore Merle, a dei superstiti dopo la diffusione del virus che ha trasformato in zombie le persone. Dapprima schivo, dopo la scomparsa del fratello comincerà a legare con Rick e il resto del gruppo. Nonostante il suo carattere duro, Daryl ha un forte senso del gruppo, non mira a capeggiare ed è sempre pronto ad aiutare gli altri membri, senza chiedere aiuto o supporto. Nessuno s'impegnerà più di lui nella ricerca della piccola Sophia, quando questa si perderà nei boschi, e rischierà la sua stessa vita nella ricerca e per riportare alla madre la sua bambina.

Storia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

Daryl rimane sconvolto quando scopre che Rick, assieme ad altri sopravvissuti, ha abbandonato il fratello Merle. Ritorna in città per liberarlo assieme a Rick, Glenn e T-Dog, però non lo ritrovano. Trovano invece soltanto la mano di Merle che lui stesso doveva essersi tagliato per fuggire, dato che l'avevano ammanettato sul tetto e avevano maldestramente perso la chiave. L'uomo avrebbe avuto pochissime probabilità di vivere da solo e ferito. Daryl per un po' resterà in disparte ma poi inizierà un legame sempre più stretto con il gruppo e con Rick tanto che l'appoggerà nelle sue decisioni più difficili. Il suo ruolo rimarrà marginale fino alla fine della stagione.

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

Non appena scopre che Sophia è scomparsa, Daryl cerca di trovarla ad ogni costo; è infatti lui è uno dei pochi del gruppo a pensare che esista ancora una speranza di ritrovarla sana e salva. Purtroppo, ciò che Daryl riuscirà a trovare sara' solamente la bambola di Sophia e, per recuperarla, dovrà rischiare la vita. La speranza però muore quando scopre che la piccola Sophia si trova all'interno del fienile della fattoria dove il gruppo era rifugiato. Dentro quel fienile venivano tenuti alcuni zombie, perché il proprietario, Hershel Greene, riteneva che un metodo di cura per la loro situazione fosse ancora possibile. Rick è costretto ad abbattere una Sophia ormai zombificata e, dopo questi eventi, Daryl si allontana quasi completamente dal gruppo, persino dalla stessa Carol (madre di Sophia) alla quale lui era così terribilmente legato. Quando Dale viene ferito mortalmente da un errante, Daryl si vede inoltre costretto a porre fine alle sue sofferenze, anche a causa dell'esitazione mostrata da Rick nel dargli il colpo di grazia. Dopo questo episodio vi è un graduale avvicinamento al resto del gruppo e, nel finale di stagione, Daryl salva Carol dall'attacco degli erranti alla fattoria di Hershel; si schiera infine dalla parte di Rick quando invece, dopo la fuga dalla fattoria, il gruppo gli si rivolta contro per essersi ritrovati in quella situazione.

Terza stagione[modifica | modifica sorgente]

Dopo l'intero inverno trascorso insieme, Daryl diventa a tutti gli effetti il braccio destro di Rick, insieme al quale scopre dell'esistenza della prigione e aiuta a conquistarla eliminando gran parte degli erranti che la infestavano. Daryl subisce una crescita di maturazione davvero impressionante, in quanto si sostituisce spesso a Rick come leader del gruppo mentre lo sceriffo è in preda alla disperazione per aver perso la moglie Lori, tanto da riuscire nel ritrovare Carol nei meandri più bui della prigione, dopo che questa era stata data ormai per morta in seguito all'attacco di un'orda di erranti.

Durante la missione di salvataggio di Glenn e Maggie, prigionieri a Woodbury, Daryl viene catturato dagli uomini di Philip Blake, il Governatore di Woodbury, e posto di fronte a suo fratello Merle, divenuto anche lui uno dei suoi tirapiedi dopo essere scappato da Atlanta tagliandosi una mano. Soltanto l'intervento del gruppo di Rick salverà i due fratelli Dixon da morte certa, ma quando gli viene fatto presente che Merle (ritenuto un traditore dalla gente di Woodbury) non sarebbe stato accolto con loro alla prigione, Daryl decide di restare con il fratello e di abbandonare il gruppo. Decisione che Daryl cambierà di lì a poco, conscio del fatto che ormai la sua casa era con Rick e gli altri. Merle e Daryl fanno il loro ritorno durante l'attacco del Governatore alla prigione, salvando Rick, il quale era rimasto senza munizioni e messo alle strette dagli erranti. Da lì in avanti, Daryl farà di tutto per far accettare suo fratello Merle dagli altri membri della prigione, cosa non facile in quanto era stato lo stesso Merle, come tirapiedi del Governatore in precedenza, a catturare Glenn e Maggie e portarli a Woodbury come ostaggi.

Quando viene informato del piano di Rick per consegnare Michonne al Governatore in cambio di una tregua, rimane contrariato, ribadendo di voler cercare un altro modo. Merle però decide di portare da solo Michonne a Woodbury, dopo aver capito che Rick e il fratello non l'avrebbero mai fatto davvero, e Daryl si lancia al suo inseguimento. Sulla strada incontra Michonne, liberata da Merle in quanto quest'ultimo aveva deciso alla fine di uccidere il Governatore per conto suo, e la spadaccina lo informa della decisione che il fratello aveva preso. Daryl si precipita sul luogo indicatogli, solo per trovare gli innumerevoli corpi degli uomini del Governatore che Merle era riuscito ad ammazzare; tra i molti erranti a divorare i cadaveri, Daryl trova anche Merle, ucciso per mano del Governatore e risvegliatosi come zombie. Distrutto dal dolore, Daryl si ritrova costretto ad abbattere il fratello, perdendolo di nuovo, ma questa volta definitivamente. Aiuterà successivamente Rick e il resto del gruppo durante l'imboscata all'esercito del Governatore per vendicare Merle, e sarà lui, insieme allo stesso Rick e Michonne, a trovare Andrea nella sala delle torture di Philip, morsa alla spalla e ormai condannata. Infine, dà una mano per il trasporto dei civili di Woodbury alla prigione, per salvarli dalla furia del Governatore dopo il tentativo fallito nell'eliminare il gruppo di Rick durante l'ultimo assalto.