Morgan Jones (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Morgan Jones
Morgan Jones.jpg
UniversoThe Walking Dead
Lingua orig.Inglese
AutoreFrank Darabont
1ª app. inI giorni andati (serie TV)
Ultima app. inIra

(serie TV)

Interpretato daLennie James
Voce italianaPaolo Marchese
SessoMaschio

«I vivi indossano i volti dei morti!»

(Morgan Jones a Rick Grimes)

Morgan Jones è un personaggio delle serie televisive The Walking Dead e Fear the Walking Dead, interpretato da Lennie James. Sia nella serie tv sia nei fumetti è un padre devoto che lotta per superare la recente morte di sua moglie. Lui e suo figlio cercano rifugio nella città natale di Rick (Cynthiana, Kentucky, nei fumetti, una piccola città in Georgia nella serie televisiva) subito dopo lo scoppio dell'epidemia zombi. È il primo personaggio a prendere parte al crossover tra The Walking Dead e Fear the Walking Dead, diventando uno dei protagonisti di quest'ultima.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Fumetto[modifica | modifica wikitesto]

Nel fumetto Morgan incontra Rick mentre quest'ultimo vaga attorno a casa sua, scambiandolo per uno zombi lo tramortisce. Racconta a Rick dei due mesi successivi allo scoppio dell'epidemia.

Morgan e Duane vengono mostrati alcuni mesi dopo durante l'inverno all'interno della loro casa nel tentativo di preservare le tradizioni natalizie.

Nei mesi successivi Duane cade preda dei “vaganti” e Morgan, incapace di uccidere suo figlio, lo incatena all'interno dell'abitazione. Inizia così a deteriorarsi la sua salute mentale, a tal punto che comincia ad assassinare sopravvissuti per cibare così suo figlio zombi. Rick insieme a suo figlio Carl e Abraham, arrivano di nuovo alla città con l'intento di riportare Morgan nel gruppo. Egli sviluppa rapidamente una fissazione per Carl che gli ricorda di Duane. Nel gruppo diventa uno dei difensori primari del loro campo, e approfondisce il suo legame con Michonne, entrambi legati da forti traumi vissuti per la perdita dei loro cari.

Una volta giunti ad Alessandria gli viene assegnato il ruolo di cuoco. Nella sicurezza della nuova città allaccia una relazione con Michonne, nonostante si senta costantemente frustrato perché convinto di star tradendo la moglie, ormai morta da tempo (cosa che farà incrinare la loro relazione).

Verrà colto di sorpresa e morso sul braccio da un vagante. Michonne nel tentativo di salvarlo gli amputerà il braccio, però Morgan successivamente morirà per l'eccessiva emorragia.

Serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie TV Morgan è un padre affettuoso e devoto che cerca di mantenere il figlio Duane in vita nella città natale di Rick in Georgia dopo che si verifica l'apocalisse zombi. È il primo superstite che Rick incontra nell'episodio pilota I giorni andati dopo il risveglio dal coma. Dopo aver salvato Rick gli racconta come è scoppiata l'epidemia. I due si separano con l'intenzione di riunirsi ad Atlanta, ma si perderanno subito dopo la partenza di Rick.

Riappare nella terza stagione, quando incontra Rick, Carl e Michonne, e si scopre che ha perso suo figlio Duane (trasformato in zombi in seguito al morso della madre Jenny). L'uomo appare in uno stato di pazzia, causato dalla perdita del figlio (di cui si ritiene responsabile) e dalla vita condotta in solitudine. Lo si ritrova nella quinta stagione e sembra aver recuperato la salute mentale.

Nella sesta stagione, durante la prigionia del capo dei “lupi” (gruppo di selvaggi che razziano le comunità, uccidono la gente per poi marchiarli con una W sulla fronte) Morgan racconta dell'incontro con Eastman, ex psichiatra forense che oltre a guarirlo dal suo stato di pazzia gli ha insegnato l'arte dell'Aikido.

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie televisiva Morgan compare nel primo episodio I giorni andati quando salva Rick da uno zombi subito dopo il risveglio dal coma. Dopo aver appurato che Rick non è una minaccia, Morgan gli racconta del periodo successivo all'apocalisse zombi. Rick porta Morgan e Duane al distretto dove lavorava come sceriffo e si riforniscono di armi e munizioni subito prima di partire per Atlanta (dove i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie ha istituito una zona di quarantena) in cerca della moglie Lori e del figlio Carl. Morgan e Duane troppo legati alla loro casa rimangono in città con la promessa di rimanere in contatto tramite walkie-talkie.

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'episodio Ripulire, quando Rick, Carl, e Michonne vanno a King County, Morgan li tiene sotto tiro da un tetto. Ha inizio una sparatoria, Carl spara a Morgan nel petto. Rick togliendogli la camicia scoprirà che aveva indossato un giubbotto antiproiettile. Trascinato dal gruppetto nella casa, evitando le numerose trappole disposte nei dintorni lo immobilizzano legandolo come misura di sicurezza. Trovano scritte sulle pareti dalle quali capiscono che Duane era divenuto zombi. Al suo risveglio, dopo una prima colluttazione Rick riesce finalmente a fargli ricordare che i due si conoscono. Morgan dice che ha cercato di contattare Rick ogni mattina per diverse settimane, ma non ha mai risposto alla radio. Viene offerta da Rick la possibilità di unirsi al loro gruppo presso il carcere, ma Morgan si rifiuta perché desideroso di non voler vedere nessuno che muoia.

Quinta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i titoli di coda nell'episodio Preda e cacciatore un uomo mascherato (che si rivela essere Morgan) si vede avvicinarsi all'insegna che Rick aveva in precedenza modificato vicino a Terminus per avvertire i passanti della falsa sicurezza del posto. Subito dopo scorgerà un marchio inciso su un albero. Morgan riappare dopo i crediti nell'episodio Conclusione, dove si vede che ha continuato a seguire i marchi incisi sugli alberi, che adesso si sa essere stati lasciati da Gareth, leader dei cannibali a Terminus, vicino alla scuola elementare in cui quest'ultimo e i Cacciatori avevano cannibalizzato la gamba di Bob Stookey. Così facendo, Morgan si imbatte nella chiesa di Padre Gabriel, in precedenza visitata dal gruppo di Rick. Qui ritrova una mappa con indicato un percorso fino a Washington che Abraham aveva lasciato da leggere a Rick, riportante anche un messaggio scritto sopra, che gli permette di rendersi conto che il suo amico è ancora vivo.

Lo ritroviamo nel finale di stagione Conquistare, accampato nel bosco quando viene avvicinato da un uomo armato con una W sulla fronte che, egli spiega, simboleggia la sua banda, i "Wolves" (Lupi). L'uomo cerca di sopraffarlo con un compagno nascosto, ma Morgan riesce a tramortirli. Salverà Daryl e Aaron intrappolati in un'auto circondata da un'orda di zombi in una trappola tesa dai "Lupi". Seguirà i due fino ad Alexandria dove assisterà all'esecuzione di Pete Anderson da parte di Rick sotto ordine di Deanna Monroe a sèguito dell'omicidio di Reg, marito di Deanna.

Sesta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sesta stagione, Morgan diventa un membro della popolazione dell'Alexandria Safe Zone.

Si scopre in un flashback che egli, dopo un altro dei suoi numerosi incubi, ha mandato a fuoco casa sua. Viaggiando senza meta, pieno di sensi di colpa, allucinazioni e rabbia incontrò in giorno Eastman, uno psicologo e maestro di Aikido che vive in una casa nel mezzo del nulla, che, interessato alla sua situazione, decide di curarlo. Morgan però gli chiede costantemente di ucciderlo per "fare smettere le voci". Mente Eastman ritorna dopo la ricerca di provviste, Morgan cerca di attaccarlo per costringerlo poi a ucciderlo ma fallsice. Successivamente Morgan, su consiglio di Eastman, legge un libro sul buddismo e impara col tempo a praticare magistralmente L'Aikido ma, bloccandosi, non riesce a uccidere uno zombi che morde Eastman. Questi muore e Morgan, sentendosi in colpa gli promette che farà tesoro dei suoi insegnamenti.

Protegge la comunità dall'attacco dei Lupi sconfiggendone a molti e catturando il loro leader, Owen. Non lo uccide perché crede che possa essere curato, anche secondo il principio, insegnatosi da Eastman, che ogni vita è importante, questi però prende in ostaggio Denise. Quando i vaganti attaccano Alexandria Morgan combatte fino allo stremo e tra il casino trova Owen zombificato e lo uccide. Mette quindi da parte i suoi principi e ritorna ad ammazzare anche i vivi per difesa.

Quando Carol lascerà il gruppo a causa dei suoi sensi di colpa, sarà lui ad andare a cercarla, salvandola da morte certa e imbattendosi poi nei soldati del Regno.

Settima Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella settima stagione, Morgan diviene aiutante dei soldati del Regno e grande amico di Re Ezekiel.

Durante la sua permanenza nella comunità, l'uomo viene a sapere degli accordi tra Re Ezekiel e Gavin, un salvatore, ma promette di non rivelare il segreto al resto della comunità.

Morgan diventa anche amico e mentore di Ben, un ragazzo a cui insegna l'Aikido; purtroppo Ben verrà ucciso da Jared, un altro salvatore. Più in avanti, Morgan scoprirà che Ben è morto a causa di Richard, un uomo del Regno che ha provato a far saltare gli accordi tra Re Ezekiel e Gavin, che aveva nascosto una delle provviste; scoperto questo, Morgan lo ucciderà spaccandogli la testa.

Morgan viene a sapere da Daryl della morte di Glenn e Abraham e, nonostante l'amico gli avesse chiesto di non farlo, decide di raccontare tutto a Carol, così insieme torneranno a combattere i salvatori insieme a Rick, portando con loro un nuovo alleato: il regno.

Ottava Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Personalità e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Poco si conosce della vita di Morgan prima dell'epidemia zombi a eccezione del fatto che avesse una moglie, Jenny, e un figlio, Duane. Padre affettuoso e marito devoto, preferirà non lasciare casa sua col figlio per non allontanarsi dalla moglie morta ormai divenuta uno zombi.

Morgan è un abile tiratore e sembra possedere conoscenze avanzate di pianificazione, caccia e tecniche di sopravvivenza. Dopo la morte del figlio trascorrerà parte della vita in solitudine finché non farà la conoscenza del buon Eastman. Dopo aver appreso le tecniche dell'Aikidō da quest'ultimo, la sua arma principale sarà il bastone, divenendo così abile nel suo utilizzo da riuscire a sconfiggere senza problemi quattro uomini dei Lupi contemporaneamente.

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione