Dark ambient

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dark ambient
Origini stilistiche Musica ambientale; Darkwave; Musica concreta; Musica industriale
Origini culturali anni '80; Stati Uniti; Europa
Strumenti tipici molto diversificati
Popolarità underground, con successo di nicchia
Categorie correlate

Gruppi musicali dark ambient · Musicisti dark ambient · Album dark ambient · EP dark ambient · Singoli dark ambient · Album video dark ambient

Il dark ambient (talvolta chiamato isolationism[1]) è un sottogenere della musica ambientale.[2] Il prefisso dark per caratterizzare un certo tipo di musica ambient è emerso nei primi anni novanta e portato alla luce dall'etichetta discografica scandinava Cold Meat Industry, che divenne il punto di riferimento per il genere.[3]

Generalmente, il dark ambient è caratterizzato da atmosfere decadenti, macabre, opprimenti, deprimenti, e da sonorità oscure e misteriose.[4] L'uso dei vari strumenti musicali per descrivere queste atmosfere è molto diversificato: infatti le influenze possono spaziare dalla musica elettronica, dall'acustica, ad accenni più industrial, fino ad arrivare alla musica colta. Le composizioni dark ambient sfruttano sovente melodie ripetute, ossessive, a volte spaventose, cupe e possono caratterizzare vari immaginari come quello gotico o quello medievale. A volte può avere una connotazione malinconica, oltre che apocalittica, esoterica o orrorifica.

Fra i musicisti del genere si annoverano Brian Williams alias "Lustmord", considerato il pioniere della stilistica,[4] i The Protagonist, che influenzarono molti altri artisti grazie alla drammaticità dei toni e alla visionarietà della loro musica,[5] Alio Die, Jeff Greinke, Robert Rich,[4] gli Endura, i Raison d'être, gli Elend e Dark Sanctuary, mentre fra coloro che ne sono correlati si possono citare i Black Tape for a Blue Girl[6] e gli Arcana.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paul Morley, Words and Music, Bloomsbury Publishing, 2003, p. 148.
  2. ^ After the New Age: A Novel about Alternative Spiritualities (Steven H. Propp, Universe, 2008, pag. 451)
  3. ^ Cold Meat Industry: Dark Ambient Mattatoio
  4. ^ a b c Vladimir Bogdanov, All Music Guide to Electronica, Backbeat Books, 2001, VIII, 8, 225-226, 305-306.
  5. ^ The Protagonist - Songs of Experience - Recensione
  6. ^ Black Tape For A Blue Girl - Sam Rosenthal - biografia, recensioni, discografia, foto :: OndaRock
  7. ^ Arcana - biografia, recensioni, discografia, foto :: OndaRock

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica