Alio Die

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alio Die
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica d'ambiente
Dark ambient
Periodo di attività 1989 – in attività
Etichetta Projekt Records, Hic Sunt Leones, Amplexus
Album pubblicati 51
Studio 50
Live 1
Gruppi e artisti correlati Five Thousand Spirits
Sola Translatio
Sito web

Stefano Musso, in arte Alio Die (Milano, 24 marzo 1968), è un musicista italiano.

È considerato uno dei maggiori esponenti italiani della musica ambientale.[1] Il suo pseudonimo "Alio Die" è un'espressione in lingua latina che indica un augurio a un tempo migliore.[1]

Dopo aver iniziato la sua attività nel 1989, pubblica un primo album autoprodotto edito nel 1990. Nel 1992 pubblica Under an Holy Ritual, accolto dalla critica[2] e viene messo sotto contratto dall'etichetta statunitense Projekt Records, che ripubblicherà l'album nel 1993. Durante la sua carriera, ha collaborato con artisti ambient e new age quali Robert Rich, Tetsu Inoue, Brian Williams[2] e molti altri.

I suoi album, sempre caratterizzati dalla presenza di suoni trovati e trattati nonché accompagnati da sonorità elettroniche ed acustiche,[3] spaziano tra dark ambient e elettronica. Alcuni di essi vennero autoprodotti ed editi con la sua etichetta Hic Sunt Leones, altri pubblicati per etichette distribuite a livello internazionale[4] come la Projekt Records[2] o la Amplexus.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 - Sit Tibi Terra Levis/Introspective
  • 1992 - Under an Holy Ritual (Projekt Records)
  • 1994 - The Door of Possibilities
  • 1996 - Suspended feathers
  • 1997 - Fissures (con Robert Rich)
  • 1997 - The Hidden Spring
  • 1998 - Password for Entheogenic Experience
  • 1998 - Healing Herb's Spirit (con Antonio Testa)
  • 1999 - Echo Passage (con Vidna Obmana) (Projekt Records)
  • 1999 - Le stanze della Trascendenza
  • 2001 - Incantamento
  • 2001 - Leaves Net
  • 2001 - Aquam Metallicam (con Nick Parkin)
  • 2001 - Apsaras (con Amelia Cuni) (Projekt Records)
  • 2001 - Son-Dha (con Red Sector A)
  • 2002 - Prayer for the Forest (con Antonio Testa)
  • 2003 - Expanding Horizon (con Mathias Grassow)
  • 2003 - Il tempo magico di Saturnia Pavonia
  • 2003 - Sunja (con Zeit)
  • 2003 - Khen introduce silence
  • 2003 - The Sleep of Seeds (con Saffron Wood)
  • 2004 - Sol Niger
  • 2004 - Angel's Fly Souvenir (con Francesco Paladino)
  • 2005 - Mei-jyu (con Jack or Jive) (Projekt Records)
  • 2005 - Aqua Planing (con Werner Durand)
  • 2005 - Il sogno di un piano veneziano a Parigi (con Festina Lente)
  • 2005 - Aurea Hora
  • 2006 - The Flight of the Real Image
  • 2006 - Corteggiando le messi (con Saffron Wood)
  • 2007 - Raag Drone Theory (con Zeit)
  • 2007 - Sospensione d'estate (con James Johnson)
  • 2007 - End of an Era (con Luciano Daini)
  • 2008 - Eleusian Lullaby (con Martina Galvani) (Projekt Records)
  • 2008 - Aura seminalis
  • 2008 - Tempus Rei
  • 2009 - Private History of the Clouds (con Aglaia)
  • 2010 - Horas Tibi Serenas
  • 2010 - Circo Divino (con Parallel Woods)
  • 2010 - Il Giardino Ermeneutico (con Zeit)
  • 2010 - Tripudium Naturae
  • 2010 - La Sala dei Cristalli (con Mariolina Zitta)
  • 2010 - Praha Meditations (con Mathias Grassow)
  • 2010 -Circo Divino (Alio Die e Parallel Worlds)
  • 2011 - Vayu Rouah (con Aglaia)
  • 2012 - Rêverie (con Antonio Testa)
  • 2012 - Otter Songs (con Lingua Fungi)
  • 2012 - Deconsecrated and Pure

Album live[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 - Music Infinity meets Virtues - Live in Prague May 23th 2009

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 1998 - Descendre cinq lacs au travers d'une voilé (con Yannick Dauby)

Mini CD[modifica | modifica wikitesto]

  • 1993 - The Flight of the Real Image 3

Con i Five Thousand Spirits[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1995 - A Tapestry for Sourcerers
  • 1998 - Mesmeric Revelation
  • 2006 - Enigma
  • 2006 - Quantum Consciousness
  • 2006 - Schwarzschild Radius
  • 2007 - Synapse-Shaihulud

Con i Sola Translatio[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001 - Ad Infinitum
  • 2001 - Mother Sunrise
  • 2006 - Enigma

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Alio Die & Mariolina Zitta :: le interviste di Onda Rock
  2. ^ a b c Alio Die | AllMusic
  3. ^ All Music Guide to Electronica: The Definitive Guide to Electronic Music (Vladimir Bogdanov, Backbeat Books 2001, pag. 8)
  4. ^ Amazon.com: Alio Die: Songs, Albums, Pictures, Bios

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuale di Cultura Industriale - Edizione italiana a cura di Paolo Bandera, Milano, RE-Search (USA, 1983) - Shake edizioni (IT, 1998).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]