Alio Die

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alio Die
Nazionalità Italia Italia
Genere Ambient
Dark ambient
Periodo di attività 1989 – in attività
Etichetta Projekt Records, Hic Sunt Leones, Amplexus
Album pubblicati 51
Studio 50
Live 1
Gruppi e artisti correlati Five Thousand Spirits
Sola Translatio
Sito web

Stefano Musso, in arte Alio Die (Milano, 24 marzo 1968), è un musicista italiano. È considerato uno dei maggiori esponenti della musica ambientale.[1]

I suoi album, sempre caratterizzati dalla presenza di suoni trovati e trattati nonché accompagnati da sonorità elettroniche ed acustiche,[2] spaziano tra dark ambient e elettronica. Alcuni di essi vennero autoprodotti ed editi con la sua etichetta Hic Sunt Leones, altri pubblicati per etichette distribuite a livello internazionale[3] come la Projekt Records[4] o la Amplexus.

Inizia la sua attività nel 1989, pubblica un primo album autoprodotto edito nel 1990. La svolta avviene nel 1992 con il secondo album Under an Holy Ritual, che viene apprezzato dalla critica[4]. Il musicista viene così messo sotto contratto dall'etichetta statunitense Projekt Records che ripubblica l'album nel 1993.

Durante la sua carriera, ha collaborato con artisti ambient e new age del calibro di Robert Rich, Tetsu Inoue, Brian Williams[4] e molti altri.

Il suo pseudonimo "Alio Die" è un'espressione in lingua latina che indica un augurio a un tempo migliore.[1]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

Album in studio[modifica | modifica sorgente]

  • 1990 - Sit Tibi Terra Levis/Introspective
  • 1992 - Under an Holy Ritual (Projekt Records)
  • 1994 - The Door of Possibilities
  • 1996 - Suspended feathers
  • 1997 - Fissures (con Robert Rich)
  • 1997 - The Hidden Spring
  • 1998 - Password for Entheogenic Experience
  • 1998 - Healing Herb's Spirit (con Antonio Testa)
  • 1999 - Echo Passage (con Vidna Obmana) (Projekt Records)
  • 1999 - Le stanze della Trascendenza
  • 2001 - Incantamento
  • 2001 - Leaves Net
  • 2001 - Aquam Metallicam (con Nick Parkin)
  • 2001 - Apsaras (con Amelia Cuni) (Projekt Records)
  • 2001 - Son-Dha (con Red Sector A)
  • 2002 - Prayer for the Forest (con Antonio Testa)
  • 2003 - Expanding Horizon (con Mathias Grassow)
  • 2003 - Il tempo magico di Saturnia Pavonia
  • 2003 - Sunja (con Zeit)
  • 2003 - Khen introduce silence
  • 2003 - The Sleep of Seeds (con Saffron Wood)
  • 2004 - Sol Niger
  • 2004 - Angel's Fly Souvenir (con Francesco Paladino)
  • 2005 - Mei-jyu (con Jack or Jive) (Projekt Records)
  • 2005 - Aqua Planing (con Werner Durand)
  • 2005 - Il sogno di un piano veneziano a Parigi (con Festina Lente)
  • 2005 - Aurea Hora
  • 2006 - The Flight of the Real Image
  • 2006 - Corteggiando le messi (con Saffron Wood)
  • 2007 - Raag Drone Theory (con Zeit)
  • 2007 - Sospensione d'estate (con James Johnson)
  • 2007 - End of an Era (con Luciano Daini)
  • 2008 - Eleusian Lullaby (con Martina Galvani) (Projekt Records)
  • 2008 - Aura seminalis
  • 2008 - Tempus Rei
  • 2009 - Private History of the Clouds (con Aglaia)
  • 2010 - Horas Tibi Serenas
  • 2010 - Circo Divino (con Parallel Woods)
  • 2010 - Il Giardino Ermeneutico (con Zeit)
  • 2010 - Tripudium Naturae
  • 2010 - La Sala dei Cristalli (con Mariolina Zitta)
  • 2010 - Praha Meditations (con Mathias Grassow)
  • 2010 -Circo Divino (Alio Die e Parallel Worlds)
  • 2011 - Vayu Rouah (con Aglaia)
  • 2012 - Rêverie (con Antonio Testa)
  • 2012 - Otter Songs (con Lingua Fungi)
  • 2012 - Deconsecrated and Pure

Album live[modifica | modifica sorgente]

  • 2009 - Music Infinity meets Virtues - Live in Prague May 23th 2009

EP[modifica | modifica sorgente]

  • 1998 - Descendre cinq lacs au travers d'une voilé (con Yannick Dauby)

Mini CD[modifica | modifica sorgente]

  • 1993 - The Flight of the Real Image 3

Con i Five Thousand Spirits[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

  • 1995 - A Tapestry for Sourcerers
  • 1998 - Mesmeric Revelation
  • 2006 - Enigma
  • 2006 - Quantum Consciousness
  • 2006 - Schwarzschild Radius
  • 2007 - Synapse-Shaihulud

Con i Sola Translatio[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

  • 2001 - Ad Infinitum
  • 2001 - Mother Sunrise
  • 2006 - Enigma

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Alio Die & Mariolina Zitta :: le interviste di Onda Rock
  2. ^ All Music Guide to Electronica: The Definitive Guide to Electronic Music (Vladimir Bogdanov, Backbeat Books 2001, pag. 8)
  3. ^ Amazon.com: Alio Die: Songs, Albums, Pictures, Bios
  4. ^ a b c Alio Die | AllMusic

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Manuale di Cultura Industriale - Edizione italiana a cura di Paolo Bandera, Milano, RE-Search (USA, 1983) - Shake edizioni (IT, 1998).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]