Cornelius Johannes Barchman Wuytiers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cornelius Johannes Barchman Wuytiers
arcivescovo della Chiesa romano-cattolica olandese del clero vetero-episcopale
ArchbishopPallium PioM.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Utrecht
 
NatoUtrecht, 1692
Ordinato presbitero1718
Consacrato arcivescovo30 settembre 1725
DecedutoUtrecht, 13 maggio 1733
 

Cornelius Johannes Barchman Wuytiers (Utrecht, 1692Utrecht, 13 maggio 1733) è stato un arcivescovo vetero-cattolico olandese, il secondo arcivescovo di Utrecht della Chiesa vetero-cattolica dei Paesi Bassi.[1]

Proveniva da una famiglia agiata, e studiò a Huissen, Lovanio e Parigi. Durante il suo soggiorno in Francia nel 1718 fu ordinato sacerdote. Nel 1725 fu eletto dal capitolo Vicario generale della Diocesi Haarlem.

Fu eletto arcivescovo di Utrecht il 15 maggio 1725, in seguito all'improvvisa morte di Cornelius van Steenoven; a questa elezione seguì una veemente protesta da parte di Papa Benedetto XIII e il 23 agosto 1725 il vescovo eletto fu messo in guardia circa la minaccia di una punizione nei suoi confronti da parte della Chiesa. Come il suo predecessore fu consacrato da Dominique Marie Varlet; la consacrazione avvenne a L'Aia il 30 settembre 1725 e fu causa di scomunica latae sententiae per il consacratore ed il consacrato, come confermato anche con un Breve del 6 dicembre dello stesso anno.

Fu il fondatore del Seminario vetero-cattolico di Amersfoort.

Si appellò al papa per richiedere la convocazione di un Concilio in cui si potesse discutere della canonicità della Chiesa di Utrecht.

È noto per la sua conoscenza teologica e spirituale e per il suo zelo.

Era amico del sacerdote giansensita di Asnières-sur-Seine Jacques Jubé, che aveva conosciuto presso il seminario di Saint-Magloire a Parigi. Insieme, essi convertirono al cattolicesimo la principessa ortodossa russa Irina Dolgorouki, moglie dell'ambasciatore di Russia nelle Province Unite, e i suoi figli.

Morì improvvisamente il 13 maggio 1733 nella sua casa di Rijnwijk, presso Utrecht.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

CHIESA ROMANO-CATTOLICA OLANDESE DEL CLERO VETERO EPISCOPALE

  • Arcivescovo Cornelius Johannes Barchman Wuytiers

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Archivio dell'Arcidiocesi di Utrecht
  • Serge A. Theriault, Marie-Dominique Varlet - Lettres du Canada et de la Louisiane, 1713-1724, ISBN 276050378X
  • Van der Aa,Biographisch Woordenboek der Nederlanden(1852)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ All'epoca non si poteva ancora parlare di Chiesa vetero-cattolica, che in quanto tale nascerà solo nel 1853 con la creazione da parte del papa di una nuova gerarchia cattolica per i Paesi Bassi; la terminologia più precisa è "congregazione romano-cattolica olandese del clero vetero-episcopale".
Controllo di autoritàVIAF (EN58644112 · ISNI (EN0000 0001 2211 4701 · LCCN (ENno92001854 · GND (DE1036934357 · CERL cnp02080040 · WorldCat Identities (ENno92-001854