Colonia (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Colonia
Colonia.jpeg
Emma Watson in una scena del film
Paese di produzioneGermania, Francia, Lussemburgo
Anno2015
Durata110 min
Generethriller, storico, sentimentale, drammatico
RegiaFlorian Gallenberger
SceneggiaturaTortsen Wenzel, Florian Gallenberger
ProduttoreBenjamin Herrmann
Casa di produzioneMajestic Filmproduktion, Iris Productions, Rat Pack Filmproduktion, Rezo Productions, Fred Films
Distribuzione (Italia)Good Films
FotografiaKolja Brandt
MontaggioHansjörg Weißbrich
MusicheAndré Dziezuk, Fernando Velázquez
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Colonia è un film del 2015 diretto da Florian Gallenberger.

Sullo sfondo del golpe cileno del 1973, racconta la storia di una giovane coppia di tedeschi,Lena e Daniel, segregati nella Colonia Dignidad.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1973. Daniel, fotografo tedesco, è in Cile e collabora con i sostenitori del governo socialista di Salvador Allende. L'11 settembre, durante il golpe militare di Augusto Pinochet, viene arrestato insieme alla fidanzata Lena, assistente di volo della Lufthansa che si trova in sosta a Santiago. I due vengono trasferiti con migliaia di altri prigionieri all'interno dell'Estadio Nacional de Chile: da qui Daniel viene condotto via in ambulanza, mentre Lena viene rilasciata.

La ragazza si dà malata per non ripartire con il proprio equipaggio aereo e si mette alla ricerca del fidanzato, riuscendo a scoprire che è stato condotto alla Colonia Dignidad, una missione fondata e guidata da un predicatore tedesco, Paul Schäfer, che in realtà è un'area inespugnabile dalla quale è pressoché impossibile fuggire. Qui Daniel viene sottoposto da parte della DINA, la polizia segreta di Pinochet, a durissimi interrogatori: le violente torture subite lo riducono in fin di vita, e quando il ragazzo inizia a riprendersi finge di aver riportato grossi danni cerebrali e di essere completamente istupidito per poter essere seguito con meno attenzione durante le attività quotidiane della comunità, gestita secondo regole ferree all'insegna della violenza.

Lena decide volontariamente di entrare nella colonia fingendo di aderire alla setta di Schäfer. Siccome uomini e donne sono tenuti rigidamente separati, solo dopo alcuni mesi i due fidanzati riescono a incontrarsi e a pianificare un tentativo di fuga, proprio alla vigilia di un esperimento durante il quale Daniel dovrà essere ucciso con del sarin per testare il gas che Schäfer, che lo importa clandestinamente insieme ad altre armi, deve fornire alla DINA. Riescono a fuggire da un tunnel e giungono a Santiago dove trovano rifugio all'ambasciata tedesca. L'ambasciatore li porta in aeroporto ma invece di farli partire chiama Schäfer. I due, in fuga, riescono a salire sull'aereo della Lufthansa, e nonostante il divieto di decollo da parte delle autorità aeroportuali, il pilota fa partire il volo.


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema