Chris Hughes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chris Hughes

Chris Hughes (Hickory, 26 novembre 1983[1]) è un informatico statunitense, cofondatore del social network Facebook, insieme ai suoi colleghi dell'università di Harvard Mark Zuckerberg, Eduardo Saverin e Dustin Moskovitz.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia ed educazione[modifica | modifica wikitesto]

Chris Hughes cresce a Hickory, North Carolina, come figlio unico di Arlen "Ray" Hughes, un venditore di carta, e Brenda Hughes, un'insegnante, di fede luterana. Consegue il diploma alla Phillips Academy di Andover (Massachusetts).

Nel 2006 si laurea Magna cum laude alla Università di Harvard.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

È stato consulente per il sito della campagna presidenziale 2008 di Barack Obama, My.BarackObama.com[2].

Nel 2010 fonda Jumo, un social network nato per permettere agli utenti di seguire cause umanitarie come ambiente, diritti umani, pace nel mondo etc[3]. Il 17 agosto 2011 Jumo è acquisita dalla GOOD Worldwide Inc. di Los Angeles.

Nel 2012 Hughes acquisisce la quota aziendale di maggioranza della rivista politica di orientamento liberale The New Republic[4]. La gestione di Hughes, pur animata da un progetto di rilancio della testata, è segnata da crescenti difficoltà: nel dicembre 2014, a seguito di alcuni licenziamenti e assestamenti dirigenziali decisi da Hughes[5], seguirono le dimissioni di un buon numero dei membri della redazione[6]. Hughes decide di mettere in vendita la sua quota aziendale di The New Republic nel gennaio 2016[7], cedendola all'editore Win McCormack il 26 febbraio 2016[8].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 viene nominato nella commissione dell'UNAIDS per la prevenzione del virus HIV[9].

Nel luglio 2012 sposa a New York il compagno Sean Eldridge[10].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo di Chris Hughes, CrunchBase
  2. ^ Barack Obama, una nuova forma di campagna elettorale usando i social media | Technico Blog
  3. ^ 200 errore
  4. ^ Il SecoloXIX | Magazine
  5. ^ Staff at The New Republic Follows Editor Out the Door, http://nytimes.com, 5 dicembre 2014. URL consultato il 16 agosto 2016.
  6. ^ Revolt at the New New Republic, http://nytimes.com, 7 dicembre 2014. URL consultato il 16 agosto 2016.
  7. ^ The New Republic Is for Sale Again, http://nytimes.com, 11 gennaio 2016. URL consultato il 16 agosto 2016.
  8. ^ The New Republic is sold by Facebook co-founder Chris Hughes, http://money.cnn.com/, 26 febbraio 2016. URL consultato il 16 agosto 2016.
  9. ^ AIDSspace - Connect. Share. Access
  10. ^ Facebook, sì alle unioni gay ci si potrà "sposare" sul social - Repubblica.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN170111722 · ISNI: (EN0000 0001 1900 0754