Internet.org

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Internet.org è un consorzio molto dibattuto[1] tra la società di rete sociale digitale Facebook e altre 6 aziende: Samsung, Ericsson, MediaTek, Opera Software, Nokia e Qualcomm che pianifica di permettere e rendere accessibile i servizi di Internet nei paesi meno sviluppati incrementando l'efficienza e facilitando lo sviluppo di nuovi modelli di business per la fornitura di accessi ad internet[2][3].

È stato criticato per violare la neutralità della rete e per scegliere servizi internet che escludono i servizi di compagnie rivali non presenti nel consorzio[4][5]

Nel settembre 2015, la prima app che ha trasmesso i primi servizi internet di internet.org è stata Free Basics[6].

A febbraio 2016, gli enti regolatori indiani hanno proibito il servizio di Free Basics basandosi sulla "Proibizione di tariffe discriminatorie per regolazioni di servizi dati ("Prohibition of Discriminatory Tariffs for Data Services Regulations").[7]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ TRAI ruling on Net Neutrality, su indianexpress.com. URL consultato l'11 febbraio 2016.
  2. ^ Internet.org: About, su internet.org. URL consultato l'8 gennaio 2014.
  3. ^ Josh Constine, Facebook And 6 Phone Companies Launch Internet.org To Bring Affordable Access To Everyone, su techcrunch.com, 20 agosto 2013. URL consultato l'8 gennaio 2014.
  4. ^ Blow To Internet.org As Indian Internet Companies Begin To Withdraw, Huffington Post, 15 aprile 2015. URL consultato il 20 aprile 2015.
  5. ^ http://techcrunch.com/2015/04/20/internet-dot-org-indonesia/
  6. ^ (EN) Facebook Rebrands Internet.Org App As "Free Basics", su Fast Company. URL consultato il 23 novembre 2015.
  7. ^ India blocks Facebook Free Basics internet scheme, BBC, 8 febbraio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]