Chi? (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chi?
Chi 1976.png
PaeseItalia
Anno1976
Generegame show
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttorePippo Baudo
RegiaGiancarlo Nicotra
Rete televisivaRete 1

Chi? era un programma televisivo di intrattenimento trasmesso nel 1976 su Rete 1 (oggi Rai 1), abbinato alla Lotteria Italia e condotto da Pippo Baudo con Elisabetta Virgili.

La parte centrale del programma era costituita da un quiz basato su una serie di telefilm gialli della durata di 30 minuti, scritti dagli autori Mario Casacci, Alberto Ciambricco, Massimo Felisatti e Fabio Pittorru, inseriti nel corso della trasmissione. Nella parte del commissario di polizia si alternavano Alberto Lupo e Nino Castelnuovo[1], che furono entrambi presenti nel giallo della puntata finale, intitolato Stasera alle undici, della durata di 50 minuti.

Lo spettacolo era completato da musiche e balletti. La sigla iniziale, Primo amore, era cantata da Elisabetta Virgili mentre quella dei gialli, derivata da Giovanni Paisiello, era dei Goblin.

Il quiz (ogni volta i concorrenti, dopo la proiezione del giallo, dovevano scoprire l'assassino) fu vinto da Gianni Barabino di Genova.

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

  1. Cronaca di un omicidio (Casacci-Ciambricco)
  2. Un covo di vipere (Felisatti-Pitorru)
  3. Chi parte non torna (Casacci-Ciambricco)
  4. Imputazione: duplice omicidio (Felisatti-Pitorru)
  5. Un cioccolatino in più (Casacci-Ciambricco)
  6. Reo confesso (Felisatti-Pitorru)
  7. Caccia al testimone (Casacci-Ciambricco)
  8. Un caso di spionaggio industriale (Felisatti-Pitorru)
  9. Segreto per due (Casacci-Ciambricco)
  10. Un delitto troppo perfetto (Felisatti-Pitorru)
  11. Tutto in silenzio (Casacci-Ciambricco)
  12. Non fidarsi è meglio (Felisatti-Pitorru)
  13. Stasera alle undici (Casacci-Ciambricco-Felisatti-Pitorru)

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Enciclopedia della televisione, Garzanti

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione