Un colpo di fortuna (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un colpo di fortuna
PaeseItalia
Anno1975-1976
Generegame show
Edizioni1
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttorePippo Baudo e Paola Tedesco
IdeatoreAdolfo Perani, Jacopo Rizza, Pippo Baudo
RegiaBeppe Recchia
MusichePippo Caruso
ProduttoreRai
Rete televisivaProgramma Nazionale

Un colpo di fortuna è stata una trasmissione televisiva a premi trasmessa dal 5 ottobre 1975 fino al 6 gennaio 1976; andava in onda la domenica pomeriggio sul Programma Nazionale (l'odierna Rai 1) ed era condotta da Pippo Baudo e Paola Tedesco.

Gli autori erano Adolfo Perani, Jacopo Rizza e lo stesso Baudo; la regia era di Beppe Recchia, mentre l'orchestra era diretta da Pippo Caruso, la scenografia era realizzata da Ada Legori e le luci erano curate da Alberto Savi.

Il programma era abbinato alla Lotteria Italia e prese il posto di Canzonissima, trasmessa fino all'anno precedente.

Invece della tradizionale gara canora, venne proposto un gioco a quiz in cui i concorrenti dovevano rispondere a domande sulle città della propria regione di provenienza.

Era la versione riveduta e corretta di Spaccaquindici, quiz sempre condotto da Pippo Baudo, andato in onda nella primavera precedente sul Secondo Programma (l'odierna Rai 2): infatti come primo campione fu chiamato il vincitore dell'ultima puntata di Spaccaquindici.

Il quiz era inframmezzato da dei balletti eseguiti dalla Tedesco, ed in ogni puntata interveniva come ospite anche un famoso cantante.

La sigla d'apertura del programma era la canzone Batticuore, scritta da Pippo Baudo, musicata da Pippo Caruso e cantata da Paola Tedesco, che ottenne molto successo, arrivando fino alla prima posizione della Hit Parade dei 45 giri più venduti di quel periodo. La sigla di chiusura del programma era invece Domenica, scritta e cantata da Domenico Modugno.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Enciclopedia della televisione, Garzanti
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione