Carlo Ambrogio d'Asburgo-Este

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Ambrogio Ferdinando Giuseppe Giovanni Battista d'Asburgo-Este
arcivescovo della Chiesa cattolica
Karl Ambrosius Austria Este Archbishop 1785 1809.jpg
Template-Metropolitan Archbishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato2 novembre 1785 a Milano
Ordinato diacono3 novembre 1807
Ordinato presbitero4 novembre 1807
Nominato arcivescovo16 marzo 1808 da papa Pio VII
Elevato arcivescovo24 luglio 1808 dall'arcivescovo Istvan Fischer de Nagy
Deceduto2 settembre 1809 (23 anni) a Tata
Firma
Signature habsburg karl ambrosuis.gif
 
Ducato di Modena e Reggio (1814-1859)
Asburgo-Este
Armoiries Autriche-Este 1814.svg

Ferdinando
Francesco IV
Francesco V
Figli
  • Anna Beatrice
Modifica

Carlo Ambrogio Ferdinando Giuseppe Giovanni Battista d'Asburgo-Este (Milano, 2 novembre 1785Tata, 2 settembre 1809) è stato un arcivescovo cattolico italiano, fu primate d'Ungheria.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La tomba di Carlo Ambrogio d'Asburgo-Este, realizzata dallo scultore Giuseppe Pisani

Figlio dell'arciduca Ferdinando d'Asburgo-Este e della principessa Maria Beatrice d'Este, l'arciduca Carlo Ambrogio d'Asburgo-Este nacque a Milano il 2 novembre 1785, negli anni in cui suo padre esercitava in loco la funzione di Governatore del Ducato di Milano. Per rinsaldare i legami con il ducato di Milano, al giovane arciduca vennero imposti i nomi di Carlo e Ambrogio, i due santi patroni dell'arcidiocesi di Milano. Per parte di madre era inoltre nipote diretto di Ercole III d'Este, ultimo discendente in linea maschile dell'antica casata italiana degli Este, duchi di Modena e Reggio.

Destinato come ultrogenito alla carriera ecclesiastica, nel 1806 venne nominato amministratore apostolico (con funzione di Vescovo-Conte) della diocesi di Vác poiché non era ancora stato ordinato sacerdote, cosa che avvenne nel 1807 per poi venire nominato effettivamente alla propria cattedra episcopale. Nel 1808 passò alla carica di arcivescovo di Strigonio, ottenendo contestualmente il titolo di primate d'Ungheria da papa Pio VII.

Morì a Tata, in Ungheria, il 2 settembre 1809 e la sua salma si trova ancora oggi nella cattedrale di Nostra Signora e di Sant'Adalberto a Strigonio, nella tomba per lui realizzata dallo scultore italiano Giuseppe Pisani.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cancelliere e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cancelliere e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria
— Vienna, 1808

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN45404250 · GND (DE130252972 · CERL cnp00664357 · WorldCat Identities (EN45404250