Capitale italiana della cultura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Capitale italiana della cultura
Panoramica Cattedrale di Palermo.jpg
Palermo è stata la capitale italiana della cultura per il 2018
LuogoVariabile
Anni2015 - oggi
FrequenzaAnnuale
Fondato daMinistero dei beni e delle attività culturali e del turismo
Genere
  • Valorizzare i beni culturali e paesaggistici
  • Migliorare i servizi rivolti ai turisti
OrganizzazioneCittà designata
Sito ufficiale

La capitale italiana della cultura è una città designata ogni anno dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e scelta da una commissione di sette esperti nominata dallo stesso ministero che, per il periodo di un anno, ha la possibilità di mettere in mostra la sua vita e il suo sviluppo culturale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nata nel 2014 a seguito del "Decreto Cultura" e della proclamazione della città di Matera a capitale europea della cultura 2019, l'iniziativa ha, tra gli obiettivi, quello di "valorizzare i beni culturali e paesaggistici" e di "migliorare i servizi rivolti ai turisti"[1].

Filatelia[modifica | modifica wikitesto]

Il francobollo celebrativo per la città di Mantova è stato emesso il 15 ottobre 2016[2], quello per Pistoia il 19 maggio 2017[3] e quello per Palermo il 6 ottobre 2018[4].

Lista delle capitali italiane della cultura[modifica | modifica wikitesto]

Designate[modifica | modifica wikitesto]

Mappa[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Italia
Ravenna
Ravenna
Cagliari
Cagliari
Lecce
Lecce
Perugia
Perugia
Siena
Siena
Mantova
Mantova
Pistoia
Pistoia
Palermo
Palermo
Ubicazione delle Capitali italiane della cultura

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Regione Numero città Città
Abruzzo Abruzzo
Basilicata Basilicata
Calabria Calabria
Campania Campania
Emilia-Romagna Emilia-Romagna 1 Ravenna
Friuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
Lazio Lazio
Liguria Liguria
Lombardia Lombardia 1 Mantova
Marche Marche
Molise Molise
Piemonte Piemonte
Puglia Puglia 1 Lecce
Sardegna Sardegna 1 Cagliari
Sicilia Sicilia 1 Palermo
Toscana Toscana 2 Siena, Pistoia
Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige
Umbria Umbria 1 Perugia
Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Veneto Veneto

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ capitale italiana della cultura, su capitalicultura.beniculturali.it.
  2. ^ Un francobollo per ricordare Mantova capitale della cultura italiana.
  3. ^ Sito filatelico di Poste Italiane, su poste.it. URL consultato il 30 gennaio 2018.
  4. ^ Emissione di un francobollo celebrativo di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 (PDF), su poste.it. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  5. ^ Si parte con Ravenna Capitale Italiana della Cultura 2015! | Ravenna2019, su www.ravenna2019.eu. URL consultato il 4 agosto 2016.
  6. ^ Cagliari capitale italiana della Cultura - Via libera del Consiglio dei ministri - Politica - L'Unione Sarda.it, su unionesarda.it, 12 dicembre 2014. URL consultato il 4 agosto 2016.
  7. ^ Lecce Capitale italiana della Cultura 2015 è pronta a ripartire. Il sindaco Paolo Perrone ci spiega come | Legacoop Cultura, su cultura.legacoop.coop. URL consultato il 4 agosto 2016.
  8. ^ Perugia capitale italiana della cultura 2015, su perugia2019.eu (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  9. ^ Siena Capitale italiana della cultura per il 2015 sulle ali della rinascita - Intoscana.it, su www.intoscana.it. URL consultato il 4 agosto 2016.
  10. ^ Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Decreti PCM 26 febbraio 2016 Conferimento del titolo di "Capitale italiana della cultura" per gli anni 2016 e 2017 alle città di Mantova e Pistoia.
  11. ^ Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, su www.beniculturali.it. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  12. ^ Matera è capitale europea della cultura
  13. ^ Parma capitale italiana della cultura 2020, prescelta tra dieci finaliste.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Italia Portale Italia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Italia