Cane di paglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'EP degli OneMic, vedi Cane di paglia EP.
Cane di paglia
Cane di paglia 1971.png
Dustin Hoffman in una scena
Titolo originale Straw Dogs
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Regno Unito
Anno 1971
Durata 118 min (NTSC) (versione cinematografica),
113 min (NTSC) (versione censurata)
Colore colore
Audio mono
Rapporto 1,85:1
Genere drammatico
Regia Sam Peckinpah
Soggetto Gordon M. Williams (romanzo)
Sceneggiatura David Zelag Goldman,
Sam Peckinpah
Produttore Daniel Melnick
Casa di produzione ABC Pictures Corp.
Fotografia John Coquillon
Montaggio Roger Spottiswoode,
Paul Davies,
Tony Lawson
Effetti speciali John Richardson
Musiche Jerry Fielding
Scenografia Ken Bridgeman
Costumi Tiny Nicholls
Trucco Harry Frampton
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Cane di paglia (Straw Dogs) è un film del 1971 diretto da Sam Peckinpah, tratto dal romanzo The Siege of Trencher's Farm di Gordon M. Williams.

Titolo[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo della pellicola è tratto dal Tao Te Ching:

« Il Cielo e la Terra non usano carità, tengono le diecimila creature per cani di paglia. Il santo non usa carità tiene i cento cognomi per cani di paglia. »
(Tao Te Ching[1])

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il matematico americano David Sumner si trasferisce in un cottage d'un remoto villaggio della Cornovaglia insieme alla bella e giovane moglie Amy, originaria del luogo. David ha appena ricevuto una borsa di studio e deve pertanto completare dei complessi studi in cosmologia. Amy insiste perché il suo ex-fidanzato Charlie Venner e i suoi compari vengano ingaggiati dal marito per riparare il tetto di casa. Gli uomini cominciano a fare delle avances sempre più insistenti alla donna, che però, pur sentendosi attratta da loro, li rifiuta. Al contempo, il timido ed educato David diventa vittima delle loro angherie. Il tempo passa e David è sempre più preso dalle ricerche, mentre Amy, annoiata, comincia a lanciare dei "messaggi" ai suoi spasimanti, i quali, per dimostrare alla coppia che possono entrare in casa a loro piacimento, uccidono la gatta di Amy e l'appendono nell'armadio della camera da letto.
La donna, esasperata dal carattere troppo mite del marito, l'esorta a ribellarsi ma questi, nonostante le promesse, riesce solo a ottenere un incontro col gruppo, venendo invitato a una battuta di caccia, durante la quale viene lasciato in una zona isolata, mentre gli altri si dirigono di nascosto verso la sua casa a stuprare Amy. Della violenza subita, però, la moglie decide di non rivelare nulla. L'unica reazione di David per essere stato ingannato e deriso dai bulli è di licenziarli dal lavoro di riparazione del tetto.
L'intera vicenda prende una drastica svolta durante una serata di celebrazioni in paese, quando Henry Niles, un abitante con disturbi mentali, viene sedotto da Janice e involontariamente la uccide. Spaventato, ne nasconde il corpo nel retro della chiesa e fugge, vagando per le strade di campagna avvolte dalla nebbia. David, a bordo dell'auto, l'investe accidentalmente e lo porta a casa per soccorrerlo. Poco dopo i bulli, insieme al padre di Janice, bussano prepotentemente alla porta con l'intento di farsi giustizia da soli.
David, ben conscio di ciò che sarebbero capaci di fare, essendo tutti ubriachi e uno armato di fucile, e forte dei propri principi di giustizia, rifiuta di consegnare loro l'impaurito Henry, ignorando tra l'altro l'opinione della moglie, che vorrebbe invece consegnarlo per avere salva la vita. La risposta di David scatena la loro ferocia, che dà vita a un lungo assedio del cottage, in un crescendo di violenza che innesca la reazione di David: l'uomo, stanco dei soprusi subiti, vince la propria indole pacifica e difende la propria casa, eliminando a uno a uno tutti gli assalitori in un bagno di sangue.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato in Gran Bretagna, il film è stato girato a St Buryan e Morvah, in Cornovaglia.

Analisi e tematiche[modifica | modifica wikitesto]

La violenza diventa la vera protagonista di tutta la vicenda, man mano che si assiste al mutamento del cane di paglia in un essere aggressivo e veemente. La tesi del film è, dunque, che nessuno è un cane di paglia, e non esistono al mondo persone che accettano sommessamente il proprio destino senza mai reagire alle ingiustizie e ai piccoli soprusi che subiscono quotidianamente;[2] è invece insito nella natura umana l'istinto di autodifesa, che può emergere assieme al coraggio nel modo più brutale possibile, spingendoci a chiederci se in realtà la società non sia ancora silenziosamente governata dalle leggi tribali.[3]

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Straw Dogs (film 2011).

Nel 2011 venne realizzato un remake della pellicola ad opera di Rod Lurieː tra i principali interpreti figurano James Marsden, Kate Bosworth, Alexander Skarsgård, James Woods, Dominic Purcell e Willa Holland.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tao Te Ching - V - L'uso del vuoto, spazioinwind.libero.it. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  2. ^ Amarcordː “Cane di paglia” di Sam Peckinpah, flaneri.com, 17 agosto 2012. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  3. ^ Cane di paglia, cosepercuivivere.wordpress.com, 4 ottobre 2012. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  4. ^ (EN) Cast set for ‘Straw Dogs’ remake, variety.com, 16 agosto 2009. URL consultato il 23 ottobre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sam Peckinpah di Valerio Caprara, casa editrice Il Castoro
  • Cane di paglia di Gordon Williams, casa editrice Lupetti

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN316751980 · GND: (DE7840677-8
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema