Blacksad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blacksad
fumetto
Titolo orig. Blacksad
Lingua orig. francese
Paese Francia
Autore Juan Díaz Canales, Juanjo Guarnido
Testi Juan Díaz Canales
Disegni Juanjo Guarnido
Editore Dargaud
1ª edizione novembre 2000
Albi 5 (completa)
Editore it. Lizard
Albi it. 5 (completa)
Genere noir

Blacksad è una serie a fumetti creata dagli autori spagnoli Juan Díaz Canales (testi) e Juanjo Guarnido (disegni) e pubblicata dall'editore francese Dargaud. Sebbene entrambi gli autori siano spagnoli, il loro principale target di pubblico è il mercato francese[1], pertanto tutte le storie sono state pubblicate dapprima in francese, e successivamente in spagnolo e in altre lingue[2]. Il primo dei 5 albi, Quelque part entre les ombres (in italiano Da qualche parte fra le ombre, negli Stati Uniti pubblicato semplicemente come Blacksad), venne pubblicato nel novembre del 2000. Tre anni dopo, nel 2003, fu la volta del secondo volume, Arctic Nation, e a distanza di due anni uscì Anima Rossa (Âme Rouge), nel 2005. Il quarto libro, L'inferno, il silenzio (L'enfer, le silence), venne distribuito in Europa nel settembre del 2010. Un quinto numero, Amarillo, uscì in varie traduzioni nel 2014.

La serie è stata tradotta dall'originale francese e spagnolo in:catalano, portoghese, inglese, olandese, tedesco, danese, norvegese, svedese, finlandese, russo, polacco, ceco, ungherese, croato, serbo, bulgaro, greco, turco (nell'ambito europeo), cinese e giapponese (in Estremo Oriente).

Il fumetto, che si svolge nella New York degli anni cinquanta, ospita storie apertamente ispirate ai classici del giallo hardboiled e del cinema noir americani. Tutti i personaggi sono animali antropomorfi, a cominciare dal protagonista, John Blacksad, un roccioso e disincantato gatto nero che di professione fa il detective. Ogni albo è caratterizzato, fin dalla copertina e dal titolo, dalla predominanza di un colore.

Sinossi[modifica | modifica wikitesto]

Raccontate come un film noir, le vicende sono ambientate negli Stati Uniti degli Anni Cinquanta del XX secolo. Tutti i personaggi sono rappresentati come animali antropomorfi, le cui specie riflettono la loro personalità, tipo di personaggio e ruolo nella storia. Spesso vengono utilizzati stereotipi animali: per esempio, la maggior parte degli ufficiali di polizia sono canidi, quali pastori tedeschi, segugi, volpi, invece i personaggi del mondo criminale sono raffigurati come rettili e anfibi (rane, tartarughe, coccodrilli etc.). Le donne vengono solitamente raffigurate con tratti più umani rispetto alle controparti maschili.

Le vignette cercano di rispecchiare un panorama realistico e uno stile cinematografico scuro, attraverso linee realistiche abbastanza nitide. Nonostante il fatto che vi siano animali umanizzati come personaggi, anche i dettagliati disegni ad acquerelli, includendo luoghi e città realmente esistenti, contribuiscono al senso di realismo della serie. Lo stile disegnativo si è evoluto attraverso tutta la serie, con gli ultimi numeri che mostrano colori più saturi e di alta qualità, e meno linee granulose.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • John Blacksad – Un investigatore privato del genere hard-boiled. Un gatto nero con un una chiazza bianca sul muso, Blacksad è cresciuto in un quartiere malfamato e ha trascorso buona parte della sua gioventù a scappare dalla polizia. Questo e il servizio prestato durante la Seconda Guerra Mondiale probabilmente spiegano la sua abilità di sparare e di combattere a mani nude sopra la media. Ha persino trascorso un anno all'università come studente di storia, ma in seguito venne espulso. Come ogni detective del genere hard-boiled, Blacksad narra le sue storie in prima persona, aggiungendo cinici commenti sui mali del mondo intorno a lui. Sfortunato in amore, sembra non riuscire mai ad avere relazioni durature, spesso a causa di circostanze al di là del suo controllo. Di solito va in giro con un vestito scuro ed un impermeabile, e usa lo pseudonimo di John H. Blackmore in diverse false identità, tra cui agente della riscossione, agente dell'FBI e doganiere.
  • Weekly – Il compagno d'avventura di Blacksad che appare relativamente spesso. Una puzzolente donnola marrone che detesta acqua e sapone.Ha quasi sempre un atteggiamento ottimista e lavora come muckraker (giornalista d'inchiesta) per un giornale chiamato What's News (gioco di parole tra l'espressione inglese "What's new?" - "Quali nuove?" - e il sostantivo "News", cioè "notizie", che contraddistingue molti quotidiani dei Paesi anglosassoni, come il Daily News).
  • Smirnov – Un commissario di polizia e amico di Blacksad. Un pastore tedesco che spesso aiuta Blacksad nel corso delle indagini.

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

  1. Da qualche parte fra le ombre
  2. Artic Nation
  3. Anima rossa
  4. L'inferno, il silenzio
  5. Amarillo

Da qualche parte fra le ombre (Quelque part entre les ombres)[modifica | modifica wikitesto]

John Blacksad investiga sulla morte della famosa attrice Natalia Willford, con la quale divide due tipi di rapporti: da prima come guardia del corpo, poi raggiunge un livello di intimità maggiore.

Le sue prime ricerche lo conducono da Leon Kronski, uno sceneggiatore e l'ultimo amante conosciuto dell'attrice, il quale è scomparso. Blacksad trova Kronski già morto e sepolto sotto uno pseudonimo. Dopodiché l'investigatore viene picchiato da dei malviventi assoldati, la polizia lo arresta. Smirnov, un commissario della polizia, spiega a blacksad che a causa dei "piani alti" egli (Smirnov) non può investigare ulteriormente. Smirnov propone a Blacksad un affare vantaggioso per entrambe le parti.

Non appena Blacksad torna a casa, un varano sicario e un ratto idiota tentano di ucciderlo. Blacksad uccide il ratto con un colpo di pistola, e interroga il morente varano e infine scopre il colpevole dell'intero affare: Ivo Statoc, una rana, il più ricco e il più potente uomo d'affari della città, che si considera al di sopra di ogni legge. Statoc uccise l'attrice a causa della sua infedeltà. Dopo essersi brutalmente infiltrato nell'ufficio sull'attico del grattacielo di Statoc, Blacksad affronta la calma e a sangue freddo rana - che inizialmente gli offre un lavoro e successivamente una tangente. Blacksad rifiuta entrambe le offerte per motivi di principi e uccide Statoc con un colpo di pistola alla testa. La polizia sistema tutto in modo tale che sembri un suicidio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Web Norma, normaeditorial.com, 1° gennaio 2006. URL consultato il 16 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2006).
  2. ^ Juanjo Guarnido (Blacksad) | Guía del cómic, su www.guiadelcomic.es. URL consultato il 16 settembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]