Vulpini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Volpe)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Volpi
Vulpini portraits.jpg
I principali clade: Vulpes (corsac), Nyctereutes (nittereute) e Otocyon (otocione)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Carnivora
Sottordine Caniformia
Famiglia Canidae
Sottofamiglia Caninae
Tribù Vulpini
Genere Nyctereutes
Otocyon
Vulpes

Le volpi (vulpini, Hemprich e Ehrenberg 1832) sono una tribù di canini che comprende le volpi propriamente dette, l'otocione e il nittereute. Si tratta di una tribù piuttosto diversificata che ebbe origine nel Nordamerica durante il Miocene.

Tutte le volpi condividono le seguenti sinapomorfie: un processo paroccipitale che è ampiamente suturata alla superficie posteriore della bolla timpanica, e un secondo molare superiore con un metaconulo e un postprotocono.[1] Con l'eccezione della volpe artica, notevole per la sua mandibola profonda e dentatura robusta, le volpi sono caratterizzate dalle loro mandibole lunghe e snelle, con denti piccoli e ampiamente spaziati, ideali per catturare prede piccole ed agili.[2]

Il nome volgare viene talvolta usato per descrivere certe specie di cerdocionini e gli urocioni, sebbene i primi sono più imparentati ai canidi lupini come i lupi e gli sciacalli, mentre gli ultimi rappresentano una stirpe più antica.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Volpe deriva dal latino vulpēs[3] o volpēs, dalla radice indoeuropea *wlpé- [4], con esiti[5] in greco attico ἀλώπηξ alṑpēx (da ϝαλώπηξ walṑpēx, forma conservata in altri dialetti), gotico vulfo. Il Pott, non seguito dal Curtius, connette la stessa radice con il sanscrito lopacas per *vlopacas, da cui il lituano làpe per *vlape. Da confrontare con il gotico volfas, il tedesco Wolf, l'inglese wolf (ambedue parole che indicano il lupo).

Storia evolutiva[modifica | modifica wikitesto]

Le volpi derivano dai leptocioni, canidi di taglia piccola che ebbero origine in Nordamerica durante l'Oligocene inferiore, a circa 34 milioni di anni fa. Erano simili ai borofagini contemporanei, ma con mandibole più snelle e denti più piccoli, adatti a catturare prede piccole e veloci. Disponevano inoltre di arti allungati, e persero l'utilizzo del pollice, adattamenti per una vita dedicata alla corsa, un vantaggio importante nel Nordamerica oligoceno, caratterizzata da una crescente ascesa di zone di pianura. Forme simili alle volpi odierne emersero circa 9 milioni di anni fa, poco prima della scomparsa dei leptocioni e coincidendo con l'estinzione dei borofagini più piccoli. Almeno due specie ancestrali migrarono in Asia orientale durante il Pliocene inferiore per poi dare luce a numerose specie di canidi Eurasiatici e Africani, alcuni di cui avrebbero poi ricolonizzato il Nordamerica durante il Pleistocene.[6][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) R. H. Tedford, X. Wang, and B. E. Taylor, 2009, Phylogenetic Systematics of the North American Fossil Caninae (Carnivora: Canidae), Bulletin of the American Museum of Natural History 325:1-218
  2. ^ a b (EN) X. Wang & R. H. Tedford, Dogs: Their Fossil Relatives and Evolutionary History, Columbia University Press, 2008, pp. 51-55, 130, ISBN 978-0-231-13528-3
  3. ^ Volpe1, treccani.it. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  4. ^ Vulpecula
  5. ^ Etimologia : volpe
  6. ^ (EN) Wang, X., e R.H. Tedford, Evolutionary history of canids. In P. Jensen, ed., The Behavioural Biology of Dogs, CABI International, 2007, pp. 3–20, ISBN 1845931874

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85051130 · GND (DE4128484-7
Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi