Bivacco Sieff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bivacco Sieff
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine2 365 m s.l.m.
LocalitàLastè di Valsorda
CatenaLatemar
Coordinate46°22′26.71″N 11°34′19.25″E / 46.374086°N 11.572014°E46.374086; 11.572014Coordinate: 46°22′26.71″N 11°34′19.25″E / 46.374086°N 11.572014°E46.374086; 11.572014
Dati generali
ProprietàS.A.T., sezione di Predazzo
GestioneS.A.T.
Periodo di aperturapermanente
Capienza10 posti letto
Mappa di localizzazione

Il bivacco Attilio Sieff (anche Baita Latemar) (m.2365) si trova nei Lasté di Valsorda Settentrionali, a sud-est della Forcella dei Campanili, nel massiccio del Latemar all'interno del territorio del comune di Predazzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruito nel 1976 dalla sezione S.A.T. di Predazzo, ed è intitolato alla memoria di un membro del corpo volontario dei vigili del fuoco morto durante un'esercitazione.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il bivacco dispone di 10 posti letto e di una stufa, per alimentare la quale è necessario procurarsi la legna lungo il cammino, sopra la malga Valsorda. È presente una sorgente d'acqua poco distante.

Vie di accesso[modifica | modifica wikitesto]

Al bivacco si accede:

Traversate[modifica | modifica wikitesto]

  • al rifugio Torre di Pisa, segnavia 516 e 516bis (ore 1,15) - Escursionistico
  • a Obereggen (ore 3,30) - Escursionisti Esperti
  • alla Radura di Mezzo dalla Forcella dei Campanili (ore 3) e quindi a Obereggen. Percorso da fare con prudenza, con buone condizioni - Escursionisti Esperti
  • al bivacco Rigatti, segnavia 516 e 18 - Escursionistico. Oppure per il sentiero attrezzato Campanili del Latemar. Quest'ultimo percorso da fare con prudenza in quanto sentiero alpinistico - Escursionisti Esperti

Ascensioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Cimon del Latemar o Torre Diamantidi (Diamantiditurm o Westliche Latemarspitze) - 2.846 m
  • Torri Occidentali del Latemar (Westliche Türme) - 2.814 m
  • Cima del Forzellone (Erzlahnspitze) - 2.749 m
  • Cima di Valbona - 2.663 m
  • Cima di Valsorda - 2.752 m
  • Paion (Reiterjochspitze) - 2.705 m

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carta Topografica Tabacco "Sciliar/Schlern, Catinaccio/Rosengarten, Latemar/Regglberg" 1:25.000 foglio 029
  • Carta Topografica Tabacco "Val di Fiemme, Lagorai, Latemar" 1:25.000 foglio 014
  • Carta Topografica Kompass "Catinaccio/Rosengarten, Latemar" 1:25.000 foglio 629

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L. Visentini, Latemar: guida escursionistica, Casa Editrice Athesia, Bolzano, 1985
  • A. Gadler, Nuova guida alpinistica escursionistica del Trentino orientale, Casa Editrice Panorama (TN), 1985
Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna