Rifugio Graffer al Grostè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rifugio Graffer al Grostè
RifGraffer-SO.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine2 261 m s.l.m.
LocalitàTre Ville
CatenaDolomiti di Brenta - Alpi Retiche meridionali
Coordinate46°13′11.21″N 10°53′21.13″E / 46.219779°N 10.889203°E46.219779; 10.889203
Dati generali
Inaugurazione1947
ProprietàSAT - Club Alpino Italiano
GestioneEgidio Bonapace
Periodo di aperturaDal 20 giugno al 20 settembre
Capienza70 (estiva) posti letto
Mappa di localizzazione
Sito internet

Il rifugio Graffer al Grostè è un rifugio alpino situato nella sezione occidentale delle Dolomiti di Brenta, sul versante di Madonna di Campiglio, a quota 2.261 m in località Grostè nel comune di Tre Ville (TN).

Il rifugio è di proprietà del SAT ed è intitolato all'alpinista trentino Giorgio Graffer (1912-1940).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inaugurato nel 1947, è stato completamente ristrutturato nel 1990 e dispone attualmente di ristorante e di 70 posti letto (in estate). Prevede un'apertura completa dal 20 giugno al 20 settembre ed un'apertura parziale dal 1 di dicembre al 25 di aprile (solo bar e ristorante).

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

  • Dal passo Campo Carlo Magno (m 1.681) si segue la strada forestale che porta ai prati di Pozza Vecchia (1.750 m) e alla Pozza di Boc (1.890 m). Tempo di percorrenza circa 2 ore.
  • Con funivia: la cabinovia Grostè porta dal passo Campo Carlo Magno fino al passo del Grostè (2.442 m), si prosegue seguendo il segnavia 301 fino al rifugio (totale circa 20 minuti).

Ascensioni[modifica | modifica wikitesto]

È un'ottima base di partenza per ascensioni alpinistiche sulla cima Falkner (2.999 m), la cima Grostè (2.901 m), la cima Roma (2.837 m) e il Corno di Flavona (2.768 m).

Cascate di Vallesinella

Escursioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Passeggiata al lago di Tovel, con passaggio tra foreste di abeti nella valle fino al lago
    (percorrenza circa 3 ore).
  • Alla malga Spora con sentiero segnalato e panoramico attraversante le due catene settentrionali del Brenta.
  • Alle cascate di Vallesinella, coi sentieri n. 331 e 382.
  • Al bivacco Bonvecchio per il sentiero Costanzi (percorso alpinistico solo per esperti).
  • Alla Bocca di Tuckett tramite il sentiero Benini, con percorso spesso innevato (per esperti).
  • Traversata del Brenta col sentiero n. 336, la via delle Bocchette (per esperti).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna