Baby boomer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Baby boom" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Baby boom (disambigua).
Tasso di natalità negli Stati Uniti nel XX secolo: il baby boom è evidenziato in blu

Con il termine "baby boomer" viene comunemente indicata una persona, di sesso sia maschile che femminile, nata in Nordamerica o in Europa tra il 1946 e il 1964, ovvero durante il periodo del notevole aumento demografico avvenuto in quegli anni, noto con il termine inglese di baby boom[1], che proseguì parallelo al boom economico registrato in questi paesi nel secondo dopoguerra.

La generazione successiva a quella del baby boom, ovvero quella dei nati dal 1965 al 1980, viene definita, più in ambito giornalistico e mediatico che altrove, "generazione X"; quella antecedente ai baby boomers è invece la generazione nota come generazione silenziosa.

Superata da poco la seconda guerra mondiale, la generazione del baby boom contribuì notevolmente all'aumento di domanda per beni di consumo, stimolando la crescita economica registrata in quel periodo.[2] Di conseguenza, in ambito giornalistico e mediatico, si è soliti considerare i boomers come individui cresciuti in un'epoca di grande sviluppo e benessere economico.

Con il tempo, il termine "baby boomer", insieme ai suoi sinonimi come “boomie” o semplicemente “boomer”, è stato utilizzato per indicare coloro che sono nati tra il 1946 e il 1964 anche in paesi diversi da quelli nordamericani o europei e che quindi non furono parte del boom demografico da cui appunto deriva il termine "baby boomer". Di conseguenza oggigiorno è abbastanza invalso l'uso di identificare come "boomer" una persona nata grosso modo intorno agli anni '50, indipendentemente dalla provenienza geografica (anche qualora, paradossalmente, sia nato in un paese che negli anni '50 attraversasse un calo demografico). In ambito giornalistico, mediatico e dei social network, si tende quindi talvolta a commettere l'errore, dal punto di vista storico-sociologico, di identificare come "boomers" quanti presentino determinate caratteristiche di usi, costumi e pensiero, rendendo di fatto "l'essere un boomer" una categoria antropologica.

Riferimenti culturali nell'attualità[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre del 2019 acquisì improvvisa e vasta notorietà mediatica l'espressione "OK Boomer"[3]: nata nel mondo dei social network, l'espressione costituisce un'ipotetica risposta che in una conversazione giornaliera ci si troverebbe a dare ad una cosiddetta paternale di un "boomer", alla cui sicumera il giovane millenial o zoomer non può che opporre una falsa approvazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The baby boom (article), su Khan Academy. URL consultato il 16 maggio 2020.
  2. ^ (EN) Baby Boomer, in investopedia.com.
  3. ^ Cosa vuol dire “Ok, boomer”, per chi se lo è chiesto, su ilpost.it. URL consultato il 7 giugno 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85010752 · GND (DE4156177-6 · BNF (FRcb124376781 (data)