Augusta Ferdinanda d'Asburgo-Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Augusta Ferdinanda d'Asburgo-Lorena
Auguste von Österreich.jpg
Principessa di Baviera
Altri titoli Arciduchessa d'Austria
Principessa di Toscana
Nascita Firenze, Granducato di Toscana, 1º aprile 1825
Morte Monaco, Baviera, 14 luglio 1901
Padre Leopoldo II di Lorena, granduca di Toscana
Madre Maria Anna Carolina di Sassonia
Consorte Luitpold, Principe Reggente di Baviera
Figli Ludovico III di Baviera
Principe Leopoldo
Principessa Teresa
Principe Arnolfo
Religione Cattolica

Augusta Ferdinanda d'Asburgo-Lorena[1] (Firenze, 1º aprile 1825Monaco di Baviera, 26 aprile 1864) nata arciduchessa d'Austria[1] e principessa di Toscana[1], divenne consorte del reggente del Regno di Baviera Luitpold di Baviera (1821-1912).

Famiglia d'origine[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre Leopoldo II di Toscana (1797-1870) fu l'ultimo granduca di Toscana, ed era figlio secondogenito del granduca Ferdinando III di Toscana e della principessa Luisa Maria Amalia di Borbone-Napoli; sua madre Maria Anna Carolina (1799-1832), nata principessa di Sassonia, era la quinta figlia del principe Massimiliano di Sassonia e della principessa Carolina di Borbone-Parma.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Augusta Ferdinanda sposò il 15 aprile 1844[1], a Firenze, Luitpold di Baviera. Il re Ludovico si oppose a questo matrimonio in quanto Augusta Ferdinanda stava manifestando i primi sintomi della tubercolosi.

Dal loro matrimonio nacquero quattro figli:[1]

Augusta Ferdinanda non ebbe un ruolo politico ma fu una forte sostenitrice del marito. Mantenne le sue radici italiane e fece imparare l'italiano ai suoi figli. Nel 1848 criticò apertamente il comportamento del re Ludovico I di Baviera, in particolare il suo rapporto con la ballerina Lola Montez che danneggiò il prestigio della monarchia. Il principe Luitpold ricevette una delegazione di cittadini di Monaco che espressero indignazione per le condizioni immorali. La rivoluzione del 1848 pose fine alla relazione e il re si dimise a causa dell'impopolarità. La principessa Augusta Ferdinanda cercò di rafforzare l'autorità del nuovo re, Massimiliano II (un fratello del principe Luitpold), attraverso apparizioni pubbliche, per mitigare il danno che era stato fatto da una monarchia autoritaria. Durante il regno di Massimiliano II il principe Luitpold ricoprì pochi ruoli politici.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

L'arciduchessa Augusta Ferdinanda morì il 26 aprile 1864 di tubercolosi. È sepolta nella Theatinerkirche a Monaco.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Augusta Ferdinanda d'Asburgo-Lorena Padre:
Leopoldo II di Toscana
Nonno paterno:
Ferdinando III di Toscana
Bisnonno paterno:
Leopoldo II d'Asburgo-Lorena
Trisnonno paterno:
Francesco I di Lorena
Trisnonna paterna:
Maria Teresa d'Austria
Bisnonna paterna:
Maria Luisa di Borbone-Spagna
Trisnonno paterno:
Carlo III di Spagna
Trisnonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Nonna paterna:
Luisa Maria Amalia di Borbone-Napoli
Bisnonno paterno:
Ferdinando I delle Due Sicilie
Trisnonno paterno:
Carlo III di Spagna
Trisnonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Bisnonna paterna:
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena
Trisnonno paterno:
Francesco I di Lorena
Trisnonna paterna:
Maria Teresa d'Austria
Madre:
Maria Anna Carolina di Sassonia
Nonno materno:
Massimiliano di Sassonia
Bisnonno materno:
Federico Cristiano di Sassonia
Trisnonno materno:
Augusto III di Polonia
Trisnonna materna:
Maria Giuseppa d'Austria
Bisnonna materna:
Maria Antonia di Baviera
Trisnonno materno:
Carlo VII di Baviera
Trisnonna materna:
Maria Amalia d'Asburgo
Nonna materna:
Carolina di Borbone-Parma
Bisnonno materno:
Ferdinando I di Parma
Trisnonno materno:
Filippo I di Parma
Trisnonna materna:
Luisa Elisabetta di Borbone-Francia
Bisnonna materna:
Maria Amalia d'Asburgo-Lorena
Trisnonno materno:
Francesco I di Lorena
Trisnonna materna:
Maria Teresa d'Austria

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Darryl Lundy, Genealogia della principessa Matilde di Baviera, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 16 dicembre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN28225634 · GND: (DE132248972 · CERL: cnp00861954