Atchison, Topeka and Santa Fe Railway

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Atchison, Topeka and Santa Fe Railway
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1859
Chiusura 1995
Sede principale Chicago
Settore Trasporto
Prodotti trasporto ferroviario
La ferrovia di Santa Fe, la sua diramazione principale e le ferrovie ad essa collegate.

Atchison, Topeka and Santa Fe Railway (abbreviato ATSF) più conosciuta come "Santa Fe" è stata una compagnia ferroviaria americana operativa tra il 1859 e il 1995. La compagnia possedeva linee in Arizona, California, Colorado, Illinois, Iowa, Kansas, Louisiana, Missouri, Nebraska, Nuovo Messico, Oklahoma e Texas. Nel 1996 ATSF si fuse con la Burlington Northern Railroad per formare la Burlington Northern and Santa Fe Railway.

La linea principale, o ferrovia di Santa Fe, collegava Chicago con Los Angeles passando per Saint Louis e Santa Fe; la diramazione principale, o di Pekin partiva da Ancona (Illinois) e, passando per Kansas City e Topeka, si ricongiungeva alla linea principale a Burlington (Kansas).

Esistevano molte altre linee secondarie; si ricordano almeno, da est ad ovest: quella per Galveston, quella per Salt Lake City, quella per El Paso (che continuava oltre il confine messicano nella linea messicana centrale), e i due prolungamenti da Los Angeles verso Sacramento e San Diego.

Trazione diesel[modifica | modifica wikitesto]

Fino alla metà degli anni ‘30 le locomotive diesel erano macchine di scarsa affidabilità; sebbene nella prima parte delle decade alcune compagnie iniziarono a sperimentare treni leggeri articolati a trazione termica (Zephyr 9900, City of Salina), questo tipo di trazione era principalmente relegato ad automotrici leggere in servizio locale.

automotrice ATSF M119

La prima automotrice diesel della Santa Fe risale venne introdotta nel 1909 sulla tratta Chanute-Girard, una linea secondaria nel Kansas; visto il successo ottenuto all'inizio degli anni 30 si potevano contare moltissime automotrici (doodlebug) in servizio passeggeri sulle linee a scarsa affluenza, dove la trazione a vapore risultata decisamente antieconomica. Queste macchine equipaggiate come motori diesel elettrici alimentate a gas o nafta erano ad una sola cassa che comprendeva oltre al vano passeggeri anche una vano bagagli/merci e una sezione postale. Data la limitata potenza potevano trainare un sola vettura (merci o passeggeri) sulle linee dal profilo favorevole; opportunamente rimodernate rimasero in servizio fino all'inizio degli anni ‘60 sulle linee a scarso traffico. Le prime vere locomotive diesel erano destinate al servizio di manovra negli scali per i servizi di manovra; la HH600 #2300 prodotta da ALCO con una potenza di 600 cavalli si dimostrò eccellente ed affidabile: introdotta in servizio nel febbraio del 1935 venne ritirata nel 1959 per essere rivenduta ancora in perfetta efficienza. A differenza di altre compagnie ferroviarie, la trazione diesel per la Santa Fe appariva di estremo interesse, non solo per i risultati ottenibili in termini di sforzo di trazione, velocità ed economicità ma soprattutto per il fatto che le locomotive diesel non richiedevano rifornimenti di acqua, che nei territori desertici attraversati dalla Santa Fe erano spesso un problema logistico di non facile soluzione. Le prime locomotive diesel da linea furono una coppia di boxcab (locomotive con corpo squadrato); queste locomotive, con poche concessioni all'estetica, erano capaci di 1800 hp ciascuna. Consegnate il 30 agosto 1935 furono sottoposte ad un lungo periodo di prova prima di essere immesse in servizio nel marzo 1936 alla testa del Super Chief, servizio che mantennero fino al 1938 quando divennero le motrici titolari del Chief. Le boxcab vennero sostituite da una coppia di motrici della serie E prodotte da EMD. Queste locomotive sebbene di potenza identica alle boxcab, si presentavano completamente differenti nell'estetica: avevano un profilo aerodinamico e una cassa che si armonizzava con il resto del convoglio (carbody). Disegnate dal celebre Otto Kuhler sono state anche le prime motrici a sfoggiare la celeberrima livrea warbonnet, in seguito adottata, con leggere differenze, per tutte le locomotive per treni passeggeri della Santa Fe.

Treni passeggeri[modifica | modifica wikitesto]

La Santa Fe ha sempre prestato molta attenzione al trasporto dei passeggeri: è stata la prima compagnia ad introdurre vetture panoramiche (vista-dome) sulla Chicago-Los Angeles (Superchief 1951), e vetture a due piani (Hi-level cars) sulle percorrenze transcontinentali (El Capitan 1954).

Il servizio passeggeri venne inaugurato nel 1869 su brevi tratte; il primo treno transcontinentale della Santa Fe è stato il California Limited introdotto nel 1892, seguito dal De Luxe nel 1911 e dal Chief nel 1926. Tutti questi treni di lusso espletavano solo servizio letti e nel gergo ferroviario americano venivano definiti all-pullman. Il fortunato Chief Los-Angeles-Chicago fu il capostipite di tutta una serie di treni di lusso Chief (Kansan City Chief, Super Chief, Texas Chief, San Francisco Chief) che fece guadagnare alla Santa Fe il soprannome di The Chiefs way.

treno compagnia introdotto sospeso trazione tempo percorrenza
California Limited Santa Fe 1892 1950 vapore 68 h
De Luxe Santa Fe 1911 1915 vapore 63h
Chief Santa Fe 1926 1958 vapore 56h (1930)
Super Chief Santa Fe 1936 1971 diesel 39h45'
Super Chief Amtrak 1971 1974 diesel 40h
Southwest Limited Amtrak 1974 1984 diesel 40h
Southwest Chief Amtrak 1984 in servizio diesel 40h

Nel 1936 venne introdotto il primo treno a lunga percorrenza a trazione diesel, il Super Chief che copriva le 2228 miglia che separavano Chicago e Los Angeles nel tempo record di 39 ore e 45 minuti (più veloce dell'omologo servizio rilevato dall'Amtrak con una percorrenza di 40 ore); in composizione al treno erano anche presenti vetture dirette da New York e Washington. All'epoca della sua introduzione il Super Chief era il treno in servizio regolare più veloce al mondo, con una velocità media tra La Junta e Dodge City (145 miglia) di 83,5 miglia per ora. Verso la fine degli anni cinquanta, con la diffusione massiccia delle automobili private e la diffusione capillare del trasporto aereo, il numero dei passeggeri cominciò a diminuire in maniera sensibile. Alcuni dei treni più prestigiosi vennero combinati in un solo treno fuori dai periodi di punta; molti persero lo status all-pullman introducendo sistemazioni più economiche con lo scopo di aprirsi ad una clientela più vasta. Questa politica di drastica riduzione delle spese non diede gli effetti sperati: alla fine del 1966 il servizio passeggeri faceva registrare una perdita di 31,9 milioni di dollari. La direzione era decisa a sospendere 33 treni passeggeri sui 39 in orario, mantenendo solo alcuni dei collegamenti Los Angeles-Chicago: il leggendario Chief, ormai in composizione minima, venne sospeso nel 1968. Il 30 aprile 1971 la Santa Fe cessò il servizio passeggeri che dal 1º maggio 1971 passò alla neoformata Amtrak.

Livree[modifica | modifica wikitesto]

La Santa Fe introdusse una delle più celebri livree della storia delle ferrovie, non solo negli Stati Uniti, ma a livello mondiale. Questa livrea conosciuta come warbonnet prevedeva il frontale rosso che si estendeva sui lati della locomotiva a ricordare vagamente la sagoma di un copricapo indiano; l'area rossa era separata da quella argento da una fascia oro. Su lati della locomotiva era riprodotto a grandi lettere, il nome della compagnia Santa Fe. Tale schema applicato inizialmente solo alle locomotive dei treni passeggeri e poi abbandonato con la cessazione del servizio passeggeri, è stato reintrodotto nel 1995 anche per le locomotive dei treni merci della neoformata BNSF. Questo schema base è stato nel tempo reinterpretato senza sostanziali modifiche alla forma del disegno: la livrea yellowbonnet, di durata assai effimera, era identica alla warbonnet con il giallo in luogo del rosso. A metà anni novanta, in procinto della pianificata mai realizzata fusione con la Southern Pacific, venne adottata una livrea conosciuta come Kodakchrome: frontale rosso, cassa e lettering SF giallo. Per i treni merci la Santa Fe ha sempre adottato, fino alla fusione con la BN, i colori blu e giallo; inizialmente le locomotive presentavano cassa blu con fascia dei finestrini gialla(pinstripe) per poi ricevere negli anni settanta la livrea bluebonnet che mantenendo inaltrerati i colori per i servizi merci ridisegnava il frontale divenuto giallo secondo la sagoma warbonnet. Le locomotive da manovra fino agli anni sessanta erano dipinte in nero, o nero con fasce diagonali argento (zebra) per poi assumere livrea gialla e blu simile alle locomotive per treni merci.

Treni passeggeri in servizio regolare[modifica | modifica wikitesto]

In generale, lo stesso nome veniva utilizzato per la stessa relazione in entrambe le direzioni tranne in casi particolari come Chicagoan/Kansas Cityan (stessa relazione ma Chicagoan verso Est e Kansas Cityan verso Ovest), e Eastern Express/West Texas Express

  • The Angel: San Francisco, California — Los Angeles, California — San Diego, California
  • The Angelo: San Angelo (Texas)Fort Worth (Texas)
  • The Antelope: Oklahoma City (Oklahoma)Kansas City
  • Atlantic Express: Los Angeles — Kansas City, Missouri
  • California Express: Chicago (Illinois) — Kansas City, Missouri — Los Angeles, California
  • California Fast Mail: Chicago, Illinois — Los Angeles, California — San Francisco, California
  • California Limited: Chicago, Illinois — San Francisco, California (via Los Angeles)
  • California Special: Los Angeles, California — Clovis (Nuovo Messico)
  • Cavern: Clovis, New Mexico — Carlsbad (Nuovo Messico) (coincidenza con The Scout).
  • Centennial State: Denver (Colorado) — Chicago, Illinois
  • Central Texas Express: Sweetwater (Texas)Lubbock (Texas)
  • Chicagoan: Kansas City, Missouri — Chicago, Illinois
  • Chicago Express (treno)|Chicago Express: Newton (Kansas) — Chicago, Illinois
  • Chicago Fast Mail: San Francisco, California — Los Angeles, California — Chicago, Illinois
  • Chicago-Kansas City Flyer: Chicago, Illinois — Kansas City, Missouri
  • The Chief: Chicago, Illinois — Los Angeles, California
  • Eastern Express: Lubbock, Texas — Amarillo (Texas)
  • El Capitan: Chicago, Illinois — Los Angeles, California
  • El Pasoan: El Paso (Texas)Albuquerque (Nuovo Messico)
  • El Tovar: Los Angeles, California — Chicago, Illinois (via Belen)
  • Fargo Fast Mail/Express: Belen (Nuovo Messico)Amarillo (Texas) — Kansas City, Missouri — Chicago, Illinois
  • Fast Fifteen: Newton, Kansas — Galveston (Texas)
  • Fast Mail Express: San Francisco (via Los Angeles) — Chicago, Illinois
  • Golden Gate: Oakland (California)Bakersfield (California)
  • Grand Canyon Limited: Chicago, Illinois — Los Angeles, California
  • The Hopi: Los Angeles, California — Chicago, Illinois
  • Kansas Cityan: Chicago, Illinois — Kansas City, Missouri
  • Kansas City Chief: Kansas City, Missouri — Chicago, Illinois
  • Los Angeles Express: Chicago, Illinois — Los Angeles, California
  • The Missionary: San Francisco, California — Belen, New Mexico — Amarillo, Texas — Kansas City, Missouri — Chicago, Illinois
  • Navajo: Chicago, Illinois — San Francisco, California (via Los Angeles)
  • Oil Flyer: Kansas City, Missouri — Tulsa, Oklahoma
  • Overland Limited: Chicago, Illinois — Los Angeles, California
  • Phoenix Express: Los Angeles, California — Phoenix (Arizona)
  • The Ranger: Kansas City, Missouri — Chicago, Illinois
  • The Saint: San Diego, California — Los Angeles, California — San Francisco, California
  • San Diegan: Los Angeles, California — San Diego (California)
  • San Francisco Chief: San Francisco, California (via Los Angeles) — Chicago, Illinois
  • San Francisco Express: Chicago, Illinois — San Francisco, California (via Los Angeles)
  • Santa Fe de Luxe: Chicago, Illinois — Los Angeles, California — San Francisco, California
  • Santa Fe Eight: Belen, New Mexico — Amarillo, Texas — Kansas City, Missouri — Chicago, Illinois
  • The Scout: Chicago, Illinois — San Francisco, California (via Los Angeles)
  • South Plains Express: Sweetwater, Texas — Lubbock, Texas
  • Super Chief: Chicago, Illinois — Los Angeles, California
  • The Texan: Houston (Texas)New Orleans (Louisiana)
  • Texas Chief: Galveston, Texas — Chicago, Illinois
  • Tourist Flyer: Chicago, Illinois — San Francisco, California (via Los Angeles)
  • The Tulsan: Tulsa — Kansas City, Mo.
  • Valley Flyer: Oakland (California)Bakersfield (California)
  • West Texas Express: Amarillo, Texas — Lubbock, Texas

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La linea ferroviaria ATSF è citata nei numeri 613-615 della collana Tex.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN126710490