Artrografia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Artrografia
Procedura diagnostica Arthrographie epauleGauche.jpg
Un artrograma
Tipo Esame radiologico
Anestesia No
ICD-9-CM 88.32

Artrografia è il termine medico usato per definire una radiografia ad un'articolazione fatta dopo aver inserito mezzi di contrasto nella zona del corpo. È usata prima di un'operazione chirurgica per la lussazione congenita dell'anca.

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

Come già detto prima, in caso di artrografia vengono inseriti nell'articolazione dei mezzi di contrasto. Grazie ad essi si possono vedere i legamenti molli, come il periostio, la capsula sinoviale ecc..., ed in questo modo si riconoscono patologie legate ai dolori dei legamenti.

Forme[modifica | modifica wikitesto]

Esistono tre forme di artrografia:

  • atrografia opaca
  • atrografia gassosa
  • atrografia con doppio contrasto

Artrografia opaca[modifica | modifica wikitesto]

Questo tipo di artrografia viene eseguito immettendo i mezzi di contrasto, che sono delle soluzioni acquose di composti organici dello iodio, nel corpo assieme a delle piccole quantità di novocaina.

Artrografia gassosa[modifica | modifica wikitesto]

L'atrografia gassosa è utilizzata per individuare i punti mobili endoarticolati ed in particolare i menischi fratturati. In questo tipo di artrografia vengono immessi gas come l'ossigeno o l'aria.

Atrografia con doppio contrasto[modifica | modifica wikitesto]

Questo tipo di atrografia impiega l'utilizzo di entrambi i metodi precedentemente descritti. Tale esame può analizzare ogni tipo di struttura dell'articolazione, dai legamenti muscolari alle cartilagini ed ai menischi.

Declino dell'artrografia[modifica | modifica wikitesto]

Con l'avanzare del progresso medico l'artografia è diventata sempre meno richiesta dai medici e sostituita con la risonanza magnetica, in quanto quest'ultima non espone il paziente a radiazioni ionizzanti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario medico - Volume 1 (Corriere della sera editore)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]