Arteria ulnare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arteria ulnare
Gray528.png
Anatomia del Gray (EN) Pagina 595
Nome latino Arteria Ulnaris
Sistema Apparato circolatorio
Origine arteria brachiale
Rami terminali arcata palmare superficiale
Vena vena ulnare
Identificatori
MeSH A07.231.114.920
TA A12.2.09.041
FMA 22796

L'arteria ulnare è il ramo terminale mediale dell'arteria brachiale, posta a sua volta in continuità con ascellare e succlavia. Queste arterie continuano tutte l'una a pieno canale nell'altra coprendo un tratto che comprende parte del torace, spalla e arto superiore.

Decorso[modifica | modifica wikitesto]

Nasce un centimetro sotto il gomito e decorre profondamente sotto i muscoli epitrocleari accompagnata dal nervo mediano. Giunta in prossimità del polso si superficializza, passando poi fra l'osso pisiforme e l'osso uncinato del carpo. Infine, davanti al retinacolo dei flessori, si unisce con il ramo palmare superficiale dell'arteria radiale creando così l'arcata palmare superficiale.

Rami collaterali[modifica | modifica wikitesto]

I suoi rami collateriali sono:

  • Arteria ricorrente ulnare superiore
  • Arteria ricorrente ulnare inferiore
  • Arteria interossea comune (che si divide in anteriore e posteriore che corrono lungo la membrana interossea posta fra radio ed ulna)
  • Rami carpici e palmari di minore importanza

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anastasi et al., Trattato di anatomia umana, Napoli, Edi. Ermes, 2006, ISBN 88-7051-285-1.