Arsenio Lupin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lupin
Il ladro gentiluomo Arsène Lupin
Il ladro gentiluomo Arsène Lupin
Universo Lupin
Nome orig. Arsène Lupin
Lingua orig. Francese
Autore Maurice Leblanc
Interpretato da
Voci italiane
Sesso Maschio
Etnia caucasica
Abilità
Parenti

Arsène Lupin (italianizzato in Arsenio Lupin) è un personaggio di fantasia nato dalla penna di Maurice Leblanc nel 1905. È il ladro gentiluomo protagonista di numerosi romanzi da cui sono stati anche tratti dei telefilm di produzione francese.

Il personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Arsène Lupin è un elegantissimo "ladro gentiluomo", ruba per sé ma anche per i più bisognosi e sempre e solo ai più facoltosi. Amante delle donne, del gioco, del lusso e chiaramente del denaro, Lupin è caratterizzato da un notevole senso dello humor. È un abile trasformista, capace di truccarsi e travestirsi secondo le occasioni in altre persone (personaggi) che interpreta alla perfezione. Arsène viene inoltre descritto come abile negli sport, soprattutto nelle arti marziali, possiede doti di prestigiatore ed eccelle nell'arte del furto. Molto intelligente e furbo, ironico e audace, possiede grande cultura ed è anche un intenditore d'arte oltre che della raffinata arte della seduzione. E soprattutto non ricorre mai alla violenza, o peggio. I suoi avversari sono l'ispettore Garimard della polizia francese e il detective inglese Herlock Sholmes, personaggio chiaramente ispirato a Sherlock Holmes.

Sembra che Leblanc si sia ispirato per questo suo personaggio alla vita di Marius Jacob, anarchico francese e ladro geniale. La prima apparizione di Arsène Lupin fu sulla rivista "Je Sais Tout", un periodico per cui Leblanc scriveva in quel momento.

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Il mangaka (fumettista giapponese) Monkey Punch si è liberamente ispirato alla figura del ladro gentiluomo di Leblanc per creare il personaggio di Lupin III, nipote ed emulo moderno di Arsène, divenuto celebre protagonista di manga, serie a cartoni animati e lungometraggi animati.
Nell'episodio 4 di Occhi di gatto compare una ladra chiamata la "Moglie di Lupin", un riferimento al personaggio.
Il personaggio del ladro gentiluomo Kaito Kid creato da Gosho Aoyama, protagonista del manga omonimo e personaggio ricorrente di detective Conan, viene spesso indicato come "l'Arsenio Lupin dell'era Heisei". Come Lupin, inoltre, anche Kid è un abile prestigiatore.
Arsenico Lupon è un personaggio del fumetto Alan Ford, riferimento letterario ad Arsène Lupin, esperto di travestimenti e anche avvelenatore.
Nella visual novel del 2013 Eikoku Tantei Mysteria, oltre ad Arsenio Lupin compare anche un suo figlio fittizio, Jean.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Opere di Maurice Leblanc[modifica | modifica wikitesto]

Il canone originale è costituito da 17 romanzi, 39 racconti e 5 pièce teatrali di Maurice Leblanc:

  1. L'Arrestation d'Arsène Lupin
  2. Arsène Lupin en prison
  3. L'Évasion d'Arsène Lupin
  4. Le Mystérieux voyageur
  5. Le Collier de la reine
  6. Le Coffre-fort de madame Imbert
  7. Sherlock Holmès arrive trop tard
  8. La Perle noire
  9. Le Sept de cœur

Opere di altri autori[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

  • su Arsène Lupin:
    • Arsène Lupin (1948-1949)
    • Arsène Lupin (1956-1958)
    • Arsène Lupin contre Herlock Sholmes: La Dame Blonde (1983)
    • Arsène Lupin (1989-1994)
  • su Arsène Lupin III (ipotetico nipote)

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

  • Peggy rencontre de nouveau Arsène Lupin, pièce radiofonica di un atto del 1936 non pubblicata, trasmessa da radio Radio Cité il 27 marzo 1936. Benché da alcuni attribuita a Leblanc[1] è probabilmente un apocrifo.[2]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://arsenelupingc.free.fr/theatre.php#A4
  2. ^ L'autore più probabilmente è Carlos Larronde (1888-1940), specializzato nel teatro radiofonico, secondo la rivista francese L'Aiguille Preuve, n. 17bis, 2015, numero speciale dedicato al teatro di Lupin scritto da Leblanc; in tale numero, tra l'altro, sono state pubblicate per la primissima volta le pièces teatrali di Lupin Cette femme est à moi e Un quart d'heure avec Arsène Lupin, scritte da Leblanc, prima inedite, su testi forniti da Florence Leblanc. Radio-Cité, nel 1936, usò indebitamente il nome di Leblanc; cioò sarebbe dimostrato anche dal fatto che il titolo Peggy rencontre de nouveau A.L. è assurdo perché nella pièce, che è un riadattamento del racconto L'arrestation d'A.L., il personaggio femminile si chiama invece Nelly, già incontrata da Lupin nei racconti L'arrestation d'A.L. e Herlock Sholmès arriva troppo tardi. Al riguardo vedasi anche l'autorevole intervento dell'Association des Amis d'Arsène Lupin: "Je laisserai notre Président vous répondre mais je peux d'ores et déjà vous indiquer que la pièce 'Peggy rencontre de nouveau Arsène Lupin'... n'existe pas tout simplement parce que le véritable titre est 'Nelly rencontre de nouveau Arsène Lupin'. Comme souvent les différents "spécialistes" d'Arsène Lupin qui ont mentionné le prénom "Peggy" se sont recopiés les uns sur les autres. Ainsi que le précisent les journaux Le Populaire du 26/3/1936, p. 4 (rubrique "Vous entendrez demain") et Paris-Soir du 28/3/1936, cette pièce radiophonique a été diffusée sur Radio-Cité (280 m - 9,1 KW) très vraisemblablement une seule et unique fois le vendredi 27 mars 1936, de 21h15 à 22h00. Comme vous le savez, Arsène fait la connaissance de Nelly Underdown à bord du transatlantique La Provence, dans sa toute première aventure, 'L'Arrestation d'Arsène Lupin'. Il la retrouvera plus tard dans 'Herlock Sholmès arrive trop tard' au château de Thibermesnil, en tant qu'Horace Velmont... C'est peut-être cet épisode que 'Nelly rencontre de nouveau Arsène Lupin' raconte ? Et d'ailleurs, rien ne dit que l'adaptation radiophonique soit de Maurice Leblanc! Je pencherais pour Carlos Larronde (1888 – 1940)."

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN13246455 · GND: (DE124599222 · BNF: (FRcb120388424 (data)
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura