Aron Eisenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aron Eisenberg a San Pietroburgo (Russia) nel 1998

Aron Eisenberg (Los Angeles, 6 gennaio 1969Los Angeles, 21 settembre 2019) è stato un attore, produttore televisivo e fotografo statunitense.[1] È conosciuto per aver interpretato Nog in Star Trek: Deep Space Nine.

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Eisenberg è stato adottato da una famiglia di ebrei americani.[1][2] Alla nascita aveva un solo rene parzialmente funzionante ed ha ricevuto un trapianto di rene all'età di 17 anni, questo ha limitato la sua crescita a soli 1 metro e 52 centimetri.[3] Eisenberg ha studiato teatro al Moorpark College a Moorpark, California.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Eisenberg è apparso in diverse serie televisive incluse I racconti della cripta, Amityville Horror - La fuga del diavolo, Parker Lewis, Blue Jeans e General Hospital. È stato guest star in "Motherly Love", un episodio della serie Una famiglia a tutto gas. Eisenberg ha fatto poi diverse apparizioni nella serie degli anni 90 Il mondo segreto di Alex Mack, nelle quali interpretava il personaggio Jerry. È apparso anche in diversi film come Nel nome dell'amicizia, Puppet Master III: Giochi infernali, Streets, e La casa 7.

Eisenberg ha interpretato il ferengi Nog, in Star Trek: Deep Space Nine. Sebbene la parte da lui interpretata necessitasse di un pesante trucco per recitare come ferengi, è apparso senza make-up nei panni di un giornalaio nell'episodio "Lontano, oltre le stelle". Più tardi è apparso come un giovane Kazon, chiamato Kar, in Star Trek: Voyager nell'episodio "Iniziazioni". È stato ospite e produttore del podcast a tema Star Trek intitolato The 7th Rule. Stephanie Marceau di Screen Rant ha pubblicato la classifica dei suoi 10 migliori episodi di DS9 con Nog: "5x24 Empok Nor (Empok Nor)", "6x22 La Valiant (Valiant)", "1x15 Un Addio Difficile (Progress)", "4x03 Il visitatore (The Visitor)", "7x15 Grande Colpo al Casinò (Badda-Bing Badda-Bang)", "7x06 Tradimento, fede e il Grande Fiume (Treachery, Faith, and the Great River)", "2x26 I Jem'Hadar (The Jem'Hadar)", "6x10 I magnifici Ferengi (The Magnificent Ferengi)", "3x14 Cuore di pietra (Heart of Stone)" e "7x10 Una vita di illusioni (It's Only a Paper Moon)".[4]

Eisenberg ha anche recitato in teatro diverse produzioni come The Indian Wants the Bronx, On Borrowed Time e Minor Demons. In teatro ha occasionalmente diretto nel 1997 la produzione On Borrowed Time e nel 1998 la produzione The Business of Murder al Conejo Players Theater.[5] La sua ultima interpretazione è stata in Walk to Vegas nel 2019.[6][7]

Vita privata e morte[modifica | modifica wikitesto]

Eisenberg lavorava come fotografo professionista.[8] Nell'agosto del 2015 ad Eisenberg è stata diagnosticata di nuovo un'insufficienza renale.[9] Si è sottoposto con successo ad un nuovo trapianto di rene il 29 dicembre 2015, il pagamento dell'intervento è avvenuto grazie ad una raccolta fondi.[10] Il 28 dicembre 2018, Eisenberg si è sposato con Malíssa Longo.[11] Era anche padre di due figli.[12]

Aron Eisenberg è morto il 23 settembre 2019 all'età di 50 anni.[11][13][14][15]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Jack Fennimore, Aron Eisenberg Dead: Star Trek's 'Nog' Dies, Stati Uniti, Heavy Inc., 22 settembre 2019. URL consultato il 22 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 22 settembre 2019).
  2. ^ (EN) Yonassan Gershom, Jewish Themes in Star Trek, Lulu Press, 13 marzo 2013, ISBN 978-0-557-04800-7.
  3. ^ (EN) Adele Slaughter e Stephen A. Shoop, M.D., Aron 'Nog' Eisenberg beams aboard a kidney, in USA Today, 23 gennaio 2002.
  4. ^ (EN) Stephanie Marceau, Star Trek: 10 Best Nog Episodes, Ranked, su Screen Rant, Valnet, Inc., 29 settembre 2019. URL consultato il 30 settembre 2019.
  5. ^ (EN) History | Conejo Players Theatre, su conejoplayers.org.
  6. ^ (EN) Rosy Cordero, Star Trek: Deep Space Nine actor Aron Eisenberg dies at 50, in Entertainment Weekly, Stati Uniti, Meredith Corporation, 22 settembre 2019. URL consultato il 23 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2019).
  7. ^ (EN) Richard Roeper, ‘7 Days to Vegas’: In both poker and comedy, gambling romp knows its stuff, in Chicago Sun Times, Chicago, Sun-Times Media Group, 19 settembre 2019. URL consultato il 1º ottobre 2019.
  8. ^ (EN) Aron Scott Photography, su aronscottphotography.com. URL consultato il 29 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2013).
  9. ^ (EN) Aron Eisenberg Discusses Upcoming Kidney Transplant, su startrek.com. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  10. ^ (EN) Malissa Longo, A New Kidney for Aron, su GoFundMe. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  11. ^ a b (EN) Artemis Moshtaghian, 'Star Trek: Deep Space Nine' actor Aron Eisenberg dies at age 50, in CNN, Atlanta, 22 settembre 2019. URL consultato il 22 settembre 2019 (archiviato il 24 settembre 2019).
  12. ^ (EN) Staff di Variety, 'Star Trek: Deep Space Nine' actor Aron Eisenberg dies at 50, in Variety, Stati Uniti, Variety Media, LLC. (Penske Media Corporation), 22 settembre 2019. URL consultato il 23 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2019).
  13. ^ Aron Eisenberg, 1969-2019 [collegamento interrotto], su STIC, 22 settembre 2019. URL consultato il 22 settembre 2019.
  14. ^ (EN) Dom Calicchio, Aron Eisenberg, played 'Nog' on 'Star Trek: Deep Space Nine' spinoff series, dies at 50, in Fox News, New York City, 22 settembre 2019. URL consultato il 22 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2019).
  15. ^ (EN) Remembering Aron Eisenberg, 1969–2019, su intl.startrek.com, 22 settembre 2019. URL consultato il 22 settembre 2019.
  16. ^ Carol Ryrie Brink, Caddie Woodlawn, New York City, Simon & Schuster, 1973, ISBN 978-0-02-713670-8.
  17. ^ Aldous Huxley, Brave New World, New York City, Bantam Books, 1962 [1932], ISBN 978-1-4434-3439-3.
  18. ^ (EN) What We Left Behind: Looking Back at Deep Space Nine, in DVD, Los Angeles, Shout! Factory, 1º ottobre 2019, B07RSLJSG5.
  19. ^ (EN) What We Left Behind: Looking Back at Deep Space Nine, in Blu-Ray, Los Angeles, Shout! Factory, 1º ottobre 2019, B07RR73J7Y.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN231017543 · ISNI (EN0000 0000 7844 0322 · LCCN (ENn2005017059 · BNF (FRcb14613848w (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2005017059