Alice nel Paese delle Meraviglie (film 1933)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alice nel Paese delle Meraviglie
Titolo originaleAlice in Wonderland
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1933
Durata76 min (8 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,37 : 1
Generefantastico
RegiaNorman Z. McLeod
SoggettoLewis Carroll
SceneggiaturaJoseph L. Mankiewicz, William Cameron Menzies
ProduttoreLouis D. Lighton, Benjamin Glazer
Produttore esecutivoEmanuel Cohen
Casa di produzioneParamount Pictures
FotografiaBert Glennon, Henry Sharp
MontaggioEllsworth Hoagland
Effetti specialiFarciot Edouart, Gordon Jennings
MusicheH.R. Bishop, Dave Franklin, Dave Franklin, Wolfgang Amadeus Mozart, Heinz Roemheld, Dimitri Tiomkin, C.A. White, C.A. White
ScenografiaWilliam Cameron Menzies
CostumiNewt Jones
TruccoWally Westmore
Interpreti e personaggi

Alice nel Paese delle Meraviglie (Alice in Wonderland ) è un film del 1933, diretto da Norman Z. McLeod e basato su una sceneggiatura di Joseph L. Mankiewicz, tratta dai libri di Lewis Carroll, Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie e Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola ha inizio in una fredda giornata invernale, ed Alice, sta sfogliando un libro, annoiata, mentre la sua tutrice sta ricamando. Ella vorrebbe tanto uscire fuori in mezzo alla neve ma la sua governante glielo impedisce intimandole di rimanere in casa: in mezzo alla bianca tundra, la bambina intravede un bianco leprotto. Dopo essere stata rimproverata ulteriormente per aver parlato con dei pezzi da gioco di una scacchiera, in preda alla noia, si addormenta e, quando si risveglia, riesce ad attraversare lo Specchio del salotto e ad arrivare dall'altra parte, e rimane sorpresa di constatare di persona che ogni cosa sia ribaltata rispetto al suo mondo. Dopo essere uscita di corsa dalla Casa dello Specchio, nota un Buffo Coniglietto con giacca e panciotto, che consulta affannosamente un grosso orologio, esclamando di essere continuamente in ritardo: lo insegue fino a vederlo scomparire dietro i cespugli: vi entra e, sorprendentemente, riesce ad infilarsi in una Conigliera, che la conduce in un'enorme stanza nella quale trova una minuscola porticina ed un solido tavolino di cristallo con una chiavetta al di sopra di esso: la prende, la infila nella serratura, e qual non esser la sua gioia, nel notar un magnifico giardino al suo interno. Siccome che le sue spalle non potrebbero mai oltrepassar la soglia, ma decisa a non rinunciare, ritorna al tavolo su cui nota una bottiglietta con una strana etichetta "Bevimi!", decide di provare a berla, e, in un baleno, diventa così alta da arrivare al soffitto e, disperata, si mette a piangere tant'è che la stanza si allaga completamente, ma notando un pasticcino, che portava la scritta "Mangiami!", rimpicciolisce in un modo così istantaneo, che finisce per ritrovarsi quasi in un oceano vastissimo. Qui, incontra un Topolino assieme al quale si prepara al "Corritondo", una corsa a tempo indeterminato costituendo un cerchio. Dopodiché, si ritrova in un luogo pieno di alti alberi, piante e fiori meravigliosi e steli d'erba fin sopra la sua testa, si ritrova a riposarsi sotto l'ombra di un grosso fungo, ma decisa ad analizzarlo, i suoi occhi incontrano quelli di un enorme Bruco, seduto sul cappello del fungo, che ne stava tranquillamente calmo a fumare il narghilè...

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nell'anno successivo al film la protagonista Charlotte Henry interpreterà il ruolo di Bo-Peep al fianco di Laurel & Hardy nel film operetta Babes in Toyland. Nella pellicola Henry è una felice pastorella, innamorata del figlio del pifferaio Tom-Tom. Tuttavia un losco figuro di nome Silas Barnaba cerca di guastare il loro rapporto, pretendendo che Bo-Peep sposi lui, ricco, maleducato e caparbio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Paramount Pictures.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Paramount Pictures, il film uscì nelle sale cinematografiche USA il 22 dicembre 1933. In Italia, uscì il 7 giugno 1935. Ancora oggi il film è talvolta trasmesso in paesi di lingua angolofona su canali televisivi come Turner Classic Movies. In origine, il film durava 90 minuti, ma quando EMKA comprò i diritti televisivi sul film nei tardi anni '50, fu tagliato a 77 min. La Universal Studios ha distribuito una versione DVD del film il 2 marzo 2010, realizzando così la prima versione "home video" dell'opera cinematografica.

Date di uscita[modifica | modifica wikitesto]

IMDb

  • USA 22 dicembre 1933
  • Giappone 15 marzo 1934
  • Francia 12 ottobre 1934
  • Portogallo 24 dicembre 1934
  • Italia 7 giugno 1935
  • Svezia 21 settembre 1936
  • Finlandia 5 gennaio 1939

Alias

  • Alice in Wonderland USA (titolo originale)
  • Alice au pays des merveilles Francia
  • Alice i underlandet Svezia
  • Alice ihmemaassa Finlandia
  • Alice nel paese delle meraviglie Italia
  • Alice no País das Fadas Portogallo
  • Alice no País das Maravilhas Brasile
  • Alicia en el país de las maravillas Spagna
  • Alicja w Krainie Czarów Polonia

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN230336972
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema