Alice (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alice è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Alice, la protagonista di Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie, da un'edizione del 1889

Deriva da Aalis o Aalais, un adattamento francese antico del nome germanico Adalhaid, ossia Adelaide[1][2][3][4][5]; questo personale, semplificato poi in Alis o Alais e latinizzato in Alicia, venne portato in Inghilterra dai Normanni nella forma Alice, che anche in Francia andò col tempo a sostituire le altre grafie[1][3][4]. In entrambi i paesi il nome, reso celebre dalla figura della belle Aalis presente in alcuni romanzi medievali, godette di ampia diffusione dal XII secolo (sono documentate anche diverse figure storiche, come Alice di Borgogna e Alice di Monferrato[3]), per poi cadere in disuso a partire dal Cinquecento[1][2].

Venne riportato in voga oltremanica nell'Ottocento grazie a varie opere letterarie: una prima spinta venne dalla ballata Alice Brand contenuta ne La donna del lago di Scott (1810) e poi da Alice; or, The Mysteries di Bulwer-Lytton (1838). È però con Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie di Carroll (1865) e il suo seguito Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò (1871) che il nome fa veramente la sua nuova entrata in scena[1][3]; la sua popolarità aumentò ancora nel 1843, quando la regina Vittoria battezzò così sua figlia, la principessa Alice[4], e poi nel 1951, quando uscì nelle sale il celebre film d'animazione Disney Alice nel Paese delle Meraviglie, tratto dal romanzo di Carroll[1][3]. Negli Stati Uniti Alice rimase fra i venti nomi più popolari per le neonate dal 1880 al 1920[5], e a fine anni cinquanta risultava il quattordicesimo nome più comune in assoluto tra la popolazione femminile del paese[1].

In Italia è assente dal prontuario onomastico di Claudio Ermanno Ferrari del 1827, ed è infatti nome di introduzione più recente, giunto probabilmente dalla Francia (che a sua volta l'aveva ripreso dall'Inghilterra)[1]. Ha avuto però una rapidissima diffusione, e negli anni settanta era attestato con oltre venticinquemila occorrenze, perlopiù al Nord e al Centro[3]; secondo l'ISTAT è stato uno dei dieci nomi più attribuiti alle nuove nate dal 2000 al 2020[6].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

Non vi sono sante che hanno portato precisamente questo nome (una santa che alcuni calendari pongono in data 23 o 24 giugno in realtà non esiste)[1]; l'onomastico si può festeggiare in memoria di altre donne che, nei repertori agiografici moderni, sono note anche come "Alice", che però si chiamavano in realtà in altro modo (in genere Adelaide); fra queste:

Inoltre si ricordano due beate:

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Alice.
Alice Liddell
Alicia Keys

Variante Alicia[modifica | modifica wikitesto]

Alicja Bachleda

Altre varianti femminili[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Alice, di Amedeo Modigliani

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Musica[modifica | modifica wikitesto]

  • Alice's Restaurant è il titolo di una canzone del 1967 di Arlo Guthrie e del successivo omonimo film di Arthur Penn.
  • Alice è una canzone del 1973 di Francesco De Gregori pubblicata nell'album Alice non lo sa.
  • Alice è il titolo di un album dei Perigeo Special, pubblicato nel 1980.
  • Alice è un album della cantautrice italiana Alice, pubblicato nel 1981.
  • Alice è un brano musicale della cantautrice canadese Avril Lavigne, pubblicato nel 2010.
  • Alice e il blu è un brano musicale del 2013 della cantautrice Annalisa.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti e animazioni[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Alice è un nome che viene comunemente usato in crittografia per creare esempi di sistemi di telecomunicazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m Tagliavini, p. 203.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av aw ax ay az ba bb bc bd be bf bg (EN) Alice, su Behind the Name. URL consultato il 5 ottobre 2022.
  3. ^ a b c d e f g h i De Felice, pp. 36-37.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Sheard, p. 47.
  5. ^ a b c (EN) Alice, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 5 ottobre 2022.
  6. ^ Quanti bambini si chiamano...?, su istat.it. URL consultato il 3 luglio 2020.
  7. ^ a b c d e f (EN) Name - Alice, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 5 ottobre 2022.
  8. ^ Sant' Alice (Adelaide) di Vilich, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 13 giugno 2017.
  9. ^ Sant' Aleide di Schaerbeek, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 13 giugno 2017.
  10. ^ Beata Alessia Le Clerc (Maria Teresa di Gesù), su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 13 giugno 2017.
  11. ^ Beata Alice (Maria Jadwiga) Kotowska, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 13 giugno 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi