Alberto Carpinteri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alberto Carpinteri (Bologna, 23 dicembre 1952) è un ingegnere e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in ingegneria nucleare (1976) e matematica (1981) presso l'Università di Bologna, dal 1986 è Professore ordinario di Scienza delle costruzioni presso il Dipartimento di Ingegneria strutturale e geotecnica del Politecnico di Torino.[1]

Durante la sua carriera, Carpinteri ha condotto studi,[2][3][4][5] anche in collaborazione con il fisico Fabio Cardone,[6][7] sulla controversa[8][9] teoria del piezonucleare. La comunità scientifica ha, tuttavia, avanzato dubbi sulla validità dei risultati ottenuti da lui e i suoi collaboratori[10][11] e ritiene che tale teoria violi le attuali leggi della fisica[12][13]

Nell'agosto del 2011, viene nominato Presidente dell'Istituto nazionale di ricerca metrologica (INRIM).[14] Nel 2012, la sua decisione di inserire la ricerca sul piezonucleare fra gli obiettivi dell'INRIM, così come di destinare a questa parte dei fondi dell'istituto, viene duramente contestata da numerosi ricercatori all'interno e all'esterno dell'istituto, sia dal punto di vista scientifico che economico.[15]

La protesta si concretizzò nella pubblicazione (24 maggio) di una lettera aperta, sottoscritta da più di 750 scienziati italiani, al ministro della Ricerca Francesco Profumo, in cui esprimevano dubbi sul «porre tra le priorità dell'attività dell'Inrim queste ricerche considerando che si tratta di una scoperta che, per ora, non è confermata da altri ricercatori», aggiungendo che essa «rischia di gettare discredito sull'intero sistema della ricerca italiana oltre a produrre uno spreco di risorse umane e finanziarie».[16][17][18] Carpinteri è stato inoltre accusato di aver inserito nel proprio curriculum vitae «premi che chiunque può acquistare presso un'istituzione di men che dubbia qualità»,[19][20] nonché (da parte di otto ricercatori dell'INRIM) di aver manipolato i dati sperimentali di una pubblicazione di cui era coautore.[21]

Carpinteri ha sempre negato ogni condotta scorretta, soprattutto in relazione alle proprie ricerche, e ha affermato di avere «buoni motivi per credere fermamente nella realtà dei fenomeni piezonucleari», soprattutto in relazione alla «misurazione di emissioni di particelle e di pesi atomici», ritenendo l'istituto «la sede ideale per poter misurare con precisione tali fenomeni e verificare la correttezza degli esperimenti condotti in questi anni» in questo campo e di essere «pronto a discutere di risultati scientifici e di dati in qualsiasi momento, e a mettere a confronto le conclusioni ottenute».[22]

Sul fronte politico, Carpinteri ottenne l'appoggio del deputato Domenico Scilipoti (all'epoca esponente del Movimento di Responsabilità Nazionale),[6][18] mentre i deputati Walter Tocci e Giovanni Battista Bachelet (PD) presentarono un'interrogazione molto critica al ministro Profumo sulla vicenda.[23] Il ministro Profumo decise infine di sottoporre a stretto controllo scientifico la proposta di ricerca sul piezonucleare, così come di ritirare la candidatura di Fabio Cardone a membro del consiglio dell'INRIM.[7][24]

Il 29 giugno 2012, 82 ricercatori dell'INRIM hanno firmato una mozione di sfiducia, in cui venne formulata la richiesta di dimissioni dalla presidenza dell'istituto,[25] che non ebbe tuttavia alcun esito. In seguito alle dimissioni per protesta degli altri due membri del Consiglio di amministrazione dell'Istituto (12 dicembre 2012), fu deciso il commissariamento dell'INRIM, in seguito al quale Carpinteri decadde dalla presidenza all'inizio del 2013.[26][27][28]

Nell'aprile 2015, la rivista Meccanica ha annunciato di aver ritirato[29] undici pubblicazioni di Carpinteri, prevalentemente sul piezonucleare.[30][31]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1982 – Medaglia Robert L'Hermite, International Union of Laboratories and Experts in Construction Materials, Systems and Structures (RILEM)[32]
  • 2008 – Medaglia Griffith, European Structural Integrity Society (ESIS)[33]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Curriculum vitae di Alberto Carpinteri su Politecnico di Torino. URL consultato il 16 aprile 2015.
  2. ^ (EN) Alberto Carpinteri, Giuseppe Lacidogna, Amedeo Manuello e Oscar Borla, Evidence of piezonuclear reactions: From geological and tectonic transformations to neutron detection and measurements in Tom Proulx (a cura di), Experimental Mechanics on Emerging Energy Systems and Materials, vol. 5, New York, Springer, 2011, pp. 41-48, DOI:10.1007/978-1-4419-9798-2_6, ISBN 978-1-4419-9493-6. URL consultato il 23 aprile 2015.
  3. ^ (EN) Alberto Carpinteri, Angelica Monica Chiodoni, Amedeo Manuello e Riccardo Sandrone, Energy dispersive X-ray spectroscopy analysis on rock samples subjected to piezonuclear tests in Tom Proulx (a cura di), Experimental Mechanics on Emerging Energy Systems and Materials, vol. 5, New York, Springer, 2011, pp. 49-56, DOI:10.1007/978-1-4419-9798-2_7, ISBN 978-1-4419-9493-6. URL consultato il 23 aprile 2015.
  4. ^ (EN) Alberto Carpinteri, Giuseppe Lacidogna, Amedeo Manuello e Oscar Borla, Piezonuclear Fission Reactions in Rocks: Evidences from Microchemical Analysis, Neutron Emission, and Geological Transformation in Rock Mechanics and Rock Engineering, vol. 45, nº 4, Vienna, Springer, 1º luglio 2012, pp. 445-459, DOI:10.1007/s00603-011-0217-7, ISSN 0723-2632.
  5. ^ (EN) Alberto Carpinteri, Giuseppe Lacidogna, Amedeo Manuello e Oscar Borla, Piezonuclear Fission Reactions from Earthquakes and Brittle Rocks Failure: Evidence of Neutron Emission and Non-Radioactive Product Elements in Experimental Mechanics, vol. 53, nº 3, New York, Springer, 1º marzo 2013, pp. 345-365, DOI:10.1007/s11340-012-9629-x, ISSN 0014-4851.
  6. ^ a b Piero Bianucci, A Torino i neutroni di Scilipoti in La Stampa, 11 giugno 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  7. ^ a b (EN) Emiliano Feresin, Italian scientists win battle to halt controversial research in Nature, 13 giugno 2012. URL consultato il 23 aprile 2015.
  8. ^ (EN) G. Ericsson, S. Pomp, H. Sjöstrand e E. Traneus, Comment on "Piezonuclear decay of thorium" [Phys. Lett. A 373 (2009) 1956] (abstract) in Physics Letters A, vol. 373, nº 41, Amsterdam, Elsevier, 5 ottobre 2009, pp. 3795–3796, DOI:10.1016/j.physleta.2009.08.045, ISSN 0375-9601. URL consultato il 16 aprile 2015.
  9. ^ (EN) G. Ericsson, S. Pomp, H. Sjöstrand e E. Traneus, Piezonuclear reactions - do they exist? (PDF) in arXiv, 19 ottobre 2009. URL consultato il 23 aprile 2015.
  10. ^ Tiziana Moriconi, Cos'è il piezonucleare e perché è una follia finanziarlo, Galileonet.it, 6 giugno 2012. URL consultato il 16 settembre 2012.
  11. ^ Elena Dusi, "Basta soldi agli studi inutili" scienziati anti-fusione fredda, Repubblica.it, 5 giugno 2012. URL consultato il 16 settembre 2012.
  12. ^ (EN) R. Ford, M. Gerbier-Violleau e E. Vázquez-Jáuregui, Measurement of the thorium-228 activity in solutions cavitated by ultrasonic sound (abstract) in Physics Letters A, vol. 374, nº 5, Amsterdam, Elsevier, 18 gennaio 2010, pp. 701-703, DOI:10.1016/j.physleta.2009.11.061, ISSN 0375-9601. URL consultato il 16 aprile 2015.
  13. ^ (EN) Antonio Spallone, Odoardo Maria Calamai e Paolo Tripodi, Remarks on "Piezonuclear neutrons from fracturing of inert solids" (abstract) in Physics Letters A, vol. 374, nº 38, Amsterdam, Elsevier, 23 agosto 2010, pp. 3957–3959, DOI:10.1016/j.physleta.2010.07.064, ISSN 0375-9601. URL consultato il 16 aprile 2015.
  14. ^ Rinnovati i presidenti di 11 enti pubblici di ricerca in ANSA, 27 settembre 2011. URL consultato il 16 aprile 2015.
  15. ^ Sylvie Coyaud, Piezopoli, thriller all'italiana in Il Sole 24 ORE, 13 maggio 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  16. ^ Dubbi sul piezonucleare, appello al Miur da 750 ricercatori in ANSA, 5 giugno 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  17. ^ Elena Ciccarello, Seicento scienziati contro il piezonucleare, l'atomo "pulito" targato Pdl in Il Fatto Quotidiano, 3 giugno 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  18. ^ a b Elena Ciccarello, Piezonucleare: Scilipoti batte cassa per "l'atomo pulito". Gli esperti: "Una bufala" in Il Fatto Quotidiano, 20 luglio 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  19. ^ Marco Cattaneo, Come la laurea di Renzo Bossi in Le Scienze, 1º giugno 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  20. ^ Elena Dusi, "Basta soldi agli studi inutili", scienziati anti-fusione fredda in la Repubblica, 5 giugno 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  21. ^ (EN) G. Amato, G. Bertotti, O. Bottauscio, G. Crotti, F. Fiorillo, G. Mana, M. L. Rastello, P. Tavella e F. Vinai, Comment on "Compositional and Microchemical Evidence of Piezonuclear Fission Reactions in Rock Specimens Subjected to Compression Tests" [Strain 47 (Suppl. 2), 282 (2011)] (PDF) in arXiv, 29 maggio 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  22. ^ Piezonucleare: la risposta di Alberto Carpinteri su OggiScienza. URL consultato il 16 aprile 2015.
  23. ^ Walter Tocci, Interrogazione a risposta in Commissione 5-07102 su Camera dei deputati, 18 giugno 2012. URL consultato il 23 aprile 2012.
  24. ^ (EN) Edwin Cartlidge, Italian Government Slams Brakes on 'Piezonuclear' Fission in Science Insider, 11 giugno 2012. URL consultato il 23 aprile 2015.
  25. ^ Mozione di sfiducia nei confronti del presidente dell'INRIM e richiesta di sue dimissioni, 29 giugno 2012. URL consultato il 16 aprile 2015.
  26. ^ Decreto di commissariamnto dell'INRIM. URL consultato il 16 aprile 2015.
  27. ^ Inrim, rivoluzione in la Repubblica, 8 gennaio 2013. URL consultato il 16 aprile 2015.
  28. ^ Alessandra Ricciardi, Profumo e lo spettro dei neutrini. Il ministro commissaria l'Inrim in Italia Oggi, 17 gennaio 2013. URL consultato il 23 aprile 2015.
  29. ^ In base alle linee guida di Elsevier, il ritiro di un articolo è previsto in caso di «violazione dei codici etici professionali, come pubblicazioni multiple, rivendicazione fasulla di autorialità, plagio, utilizzo fraudolento di dati e casi simili» e «occasionalmente [...] per correggere errori nell'invio o nella pubblicazione». Vedi (EN) Article withdrawal su Elsevier. URL consultato il 23 aprile 2015.
  30. ^ (EN) Meccanica - All volumes & issues in Meccanica, vol. 50, nº 6, Amsterdam, Elsevier, giugno 2015, pp. 1635-1656, ISSN 0025-6455. URL consultato il 23 aprile 2015.
  31. ^ (EN) Cat Ferguson, Controversial Italian scientist loses 11 papers from journal he used to edit su Retraction Watch, 16 aprile 2015. URL consultato il 23 aprile 2015.
  32. ^ Honors & Awards su International Union of Laboratories and Experts in Construction Materials, Systems and Structures (RILEM). URL consultato il 16 aprile 2015.
  33. ^ ESIS Awards 2008 su European Structural Integrity Society (ESIS). URL consultato il 16 aprile 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN92779310 · LCCN: (ENn82237451 · SBN: IT\ICCU\RAVV\015826 · ISNI: (EN0000 0001 1775 2936 · GND: (DE1046663380 · BNF: (FRcb13477783v (data) · NLA: (EN35568447