Istituto nazionale di ricerca metrologica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Istituto nazionale di ricerca metrologica
ERNINRIM.png
Stato Italia Italia
Tipo Ente pubblico di ricerca
Sigla INRIM
Sede Torino
Indirizzo Strada delle Cacce, 91
Sito web www.inrim.it

L'Istituto nazionale di ricerca metrologica (INRiM) è un ente pubblico nazionale, con sede a Torino, dipendente dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con il compito di svolgere e promuovere attività di ricerca scientifica nel settore della metrologia. Si occupa di scienza delle misure e dei materiali, sviluppa tecnologie e dispositivi innovativi.

Adempiendo ai suoi compiti di istituto metrologico primario, l'INRiM realizza i campioni primari delle unità di misura fondamentali e derivate del Sistema internazionale delle unità di misura (SI), ne assicura il mantenimento, partecipa ai confronti internazionali e permette, in Italia, la riferibilità di ogni misura al SI; rappresenta l'Italia negli organismi metrologici internazionali.

Fra i vari compiti adempie alla fornitura del segnale orario campione per la RAI [1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'INRIM nasce dalla fusione, avvenuta nel gennaio 2006, dell'Istituto elettrotecnico nazionale "Galileo Ferraris" con l'Istituto di metrologia "Gustavo Colonnetti" del CNR.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

L'INRiM svolge le funzioni di istituto metrologico primario già di competenza IMGC e IEN, costituendo pertanto il presidio di gran parte della metrologia scientifica in Italia (resta escluso il campo delle radiazioni ionizzanti). Compie ricerche, ampiamente riconosciute a livello internazionale, nel campo della scienza delle misure e dei materiali e sulle tecnologie innovative.

In particolare l'INRiM effettua studi e ricerche finalizzati alla realizzazione dei campioni primari delle unità di base e derivate del sistema internazionale SI, mantiene nel tempo, confronta a livello internazionale e mette a disposizione i campioni realizzati. Numerosi sono gli ambiti di ricerca di base ed applicata, le costanti fisiche fondamentali, i materiali, la metrologia per la chimica, le nanotecnologie, la realizzazione di nuovi dispositivi e strumentazione innovativa per la misurazione, studi sull'informazione quantistica e la visione artificiale.

Inoltre:

  • realizza, promuove e coordina, anche nell'ambito di programmi dell'Unione europea e di organismi internazionali, attività di ricerca scientifica e tecnologica, sia tramite le strutture proprie sia in collaborazione con le università e con altri soggetti pubblici e privati, nazionali e internazionali;
  • promuove e coordina la partecipazione italiana ad organismi, progetti ed iniziative internazionali, fornendo competenze e consulenze scientifiche;
  • svolge attività di comunicazione e promozione della ricerca, curando la diffusione dei relativi risultati economici e sociali all'interno del paese;
  • promuove la formazione e la crescita tecnico-professionale dei ricercatori nei campi scientifici di propria competenza, attraverso l'assegnazione di borse, assegni di ricerca e corsi di dottorato;
  • svolge, su richiesta, attività di consulenza tecnico-scientifica a favore di istituzioni scientifiche, della pubblica amministrazioni, di imprese o di altri soggetti privati e fornisce servizi a terzi in regime di diritto privato.

Divisioni[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della riorganizzazione dell'Ente avvenuta nel 2014-2015[2], le nuove Divisioni e le loro competenze sono:

Metrologia Fisica[modifica | modifica wikitesto]

La Divisione sviluppa nuove conoscenze, tecnologie e metodi per la metrologia scientifica fondamentale. In particolare la Divisione cura:

A questo fine svolge e integra attività di ricerca teorica e sperimentale e attività di sviluppo tecnologico e conduce ricerche coordinate con l'industria mirando a raggiungere un livello di maturità tecnologica pari alla validazione in laboratorio.

Nanoscienze e Materiali[modifica | modifica wikitesto]

La Divisione conduce ricerca di base e tecnologica nell'ambito delle nanoscienze e dei materiali, sia in relazione alla realizzazione di riferimenti metrologici, sia in risposta alle esigenze di innovazione tecnologica dell'industria e dei servizi. In particolare, la divisione cura

  • la realizzazione pratica dell'ampere e della candela;
  • lo sviluppo di tecnologie di preparazione di materiali, mezzi nanostrutturati e dispositivi e di tecnologie nanofotoniche;
  • lo studio dei fenomeni fisici nella materia condensata.

La Divisione promuove e valorizza l'originalità e le potenzialità dell'approccio metrologico alle nanoscienze ed ai materiali nelle sue relazioni con i soggetti operanti in ambito nazionale e internazionale.

Metrologia per la Qualità della Vita[modifica | modifica wikitesto]

La Divisione sviluppa la scienza metrologica associata alla qualità della vita in relazione all'alimentazione, all'ambiente, alla salute e all'uso razionale dell'energia. In particolare la Divisione cura:

  • la realizzazione pratica del kelvin e della mole;
  • la metrologia biomedicale a supporto delle applicazioni diagnostiche e terapeutiche,
  • la metrologia per la sicurezza e sostenibilità alimentare,
  • la metrologia a supporto degli studi climatici e il monitoraggio ambientale,
  • la metrologia per lo sviluppo di sistemi energetici affidabili e sostenibili.

In questi ambiti collabora con soggetti pubblici e privati a supporto delle necessità del Paese, per il benessere dei cittadini e la tutela dell'ambiente.

Servizio Tecnico per le Attività rivolte ai Laboratori di Taratura (STALT)[modifica | modifica wikitesto]

La Struttura organizza le attività di supporto tecnico all'accreditamento di laboratori sulla base di specifiche convenzioni e nel rispetto dei requisiti della normativa nazionale e internazionale e degli organismi internazionali. In particolare la Struttura:

  • mantiene, migliora e dissemina i campioni nazionali delle unità di misura e garantisce la qualità dei riferimenti metrologici;
  • risponde, anche in collaborazione con le divisioni, a specifiche richieste su problemi di metrologia applicata provenienti da imprese o altri soggetti pubblici o privati;
  • sostiene iniziative di trasferimento tecnologico a livello nazionale e internazionale;
  • promuove e partecipa ad iniziative di presentazione e diffusione dei risultati della ricerca, delle possibili applicazioni e dei servizi rivolti all'industria e alla società;
  • è attiva nel campo della normazione nazionale e internazionale.

A tale fine, la Struttura sviluppa nuove tecnologie e metodi di misura d'interesse applicativo, anche mediante la ricerca a questo finalizzata, raggiungendo un livello di maturità tecnologica dei prodotti realizzati pari alla validazione nell'ambiente rilevante.

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]