ATK (squadra di calcio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
ATK
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blue HEX-2C2E91 White triangle on White Red HEX-F03121 stripes.svg Bianco, rosso, blu
Dati societari
Città Calcutta
Nazione India India
Confederazione AFC
Federazione Flag of India.svg AIFF
Campionato Indian Super League
Fondazione 2014
Proprietario India Sourav Ganguly
India Harshavardhan Neotia
India Sanjiv Goenka
India Utsav Parekh
Allenatore Spagna Antonio López Habas
Stadio Rabindra Sarobar Stadium
(26.000 posti)
Sito web atkfc.in
Palmarès
Titoli nazionali 2 Indian Super League
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Dati aggiornati al 5 marzo 2018
Si invita a seguire il modello di voce

L'ATK (precedentemente conosciuta come Atlético de Kolkata, in bengalese আতলেতিকো দে কলকাতা) è una società calcistica indiana con sede nella città di Calcutta, nella regione del Bengala occidentale. Fondata nel 2014,[1] nei suoi palmarès vanta due campionati nazionali vinti rispettivamente nel 2014 e nel 2016. Milita nell'Indian Super League.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Viene fondata dagli indiani Sourav Ganguly, Harshavardhan Neotia, Sanjiv Goenka, Utsav Parekh ed è di proprietà e gestita dal consorzio Kolkata Games and Sports.[2] I colori sociali sono il bianco, il rosso e il blu. Nei primi tre anni di attività c'è stata la compartecipazione societaria dell'Atlético Madrid. Nel dicembre del 2014 si aggiudica la prima edizione della Indian Super League vincendo per 1-0 la finale dei play-off contro il Kerala Blasters grazie al gol di Mohammed Rafique.

Dopo la seconda posizione e la sconfitta nella semifinale del 2015, si rifanno nel 2016 vicendo il 2º titolo della Indian Super League, mentre nel 2017 concludono il campionato in 9ª posizione, la peggiore di sempre.

Nel 2017, dopo essere diventata indipendente dall'Atlético Madrid, ha cambiato il suo nome in ATK.[3]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Atlético de Kolkata

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori della squadra sono il bianco, il rosso e il blu, gli stessi colori dei Colchoneros, concesso dalla squadra spagnola come una delle proprietarie dei Kolkata.

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma della società raffigura uno scudo grigio, bordato di blu, dove viene riportato il nome della società.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Yuva Bharati Krirangan.
A grandstand at a sports stadium.
Il Salt Lake Stadium

Il Salt Lake Stadium (in bengalese যুবভারতী ক্রীড়াঙ্গন, Yuba Bharati Krirangan) è uno stadio polivalente in Bidhannagar, Kolkata, West Bengal. È il più grande stadio in India, e il secondo più grande stadio al mondo per capacità tenendo infatti 120 000 posti a sedere.

Nella stagione 2016 l'Atlético de Kolkata gioca nel Rabindra Sarobar Stadium, stadio di Kolkata da 20 000 posti.[4]

Società[modifica | modifica wikitesto]

[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la cronologia di fornitori tecnici e sponsor dell'Atletico de Kolkata.

Sponsor tecnici
Sponsor ufficiali
  • 2014 Aircel

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori
Presidenti
  • 2014-attuale ?

Allenatori vincitori di titoli[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti allenatori hanno vinto almeno un trofeo quando erano alla guida del club indiano:

Trofei Nome Stagione
1 Spagna Antonio López Habas 2014
Spagna José Francisco Molina 2016

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2014, 2016

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Semifinalista: 2019

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 India P Dheeraj Singh
2 India D Sumit Rathi
4 Inghilterra D John Johnson
5 India D Anil Chawan
6 India D Ricky Lallawmawma
7 India C Komal Thatal
8 Irlanda C Carl McHugh
9 Australia A David Joel Williams
10 Spagna A Edu García
13 India P Avilash Paul
14 Spagna D Agustín
15 India A Balwant Singh
16 India A Jayesh Rane
17 India C Pronay Halder
18 Australia C Dario Vidošić
19 Spagna C Javi Hernández
20 India D Pritam Kotal
N. Ruolo Giocatore
21 Figi A Roy Krishna
22 India A Jobby Justin
23 India C Michael Soosairaj
24 India D Salam Ranjan Singh
25 India C Michael Regin
26 India C Sehnaj Singh
28 India D Ankit Mukherjee
29 India P Arindam Bhattacharya
30 India D Anas Edathodika
31 India P Lara Sharma
33 India D Prabir Das
65 India D Sena Ralte
India D Boris Singh Thangjam
India D Brandon Green
India C Raghav Gupta
India C Hitesh Sharma

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Staff dell'area tecnica
  • Spagna Antonio López Habas - Allenatore
  • Inghilterra Ben Garner - Vice allenatore
  • India Sanjoy Sen - Vice allenatore
  • Inghilterra Bobby Mimms - Allenatore dei portieri
  • India Avinandan Chatterjee - Fisioterapista
  • India Noel Augustine - Fisioterapista
  • Brasile Djair Miranda Garcia - Preparatore atletico
  • India Avishek Bhattacharjee - Direttore tecnico

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Indian Super League football: Sourav Ganguly devanshi-backed Atletico de Kolkata launched, su NDTV Sports. URL consultato l'11 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  2. ^ (EN) Stars embrace soccer through Indian Super League, su Times of India. URL consultato il 22 aprile 2014.
  3. ^ (EN) ISL 2017: ATK get new name after Atletico Madrid split, su sportskeeda.com, 22 luglio 2017.
  4. ^ (EN) ATK's home ground will be Rabindra Sarobar stadium, su business-standard.com, 21 agosto 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]